Raffreddore, influenza, rinite allergica o sinusite?

Ultimo Aggiornamento: 10 giorni

Introduzione

Ogni anno milioni di persone soffrono di uno o più episodi di raffreddore, influenza, rinite allergica o sinusite.

Starnuti, naso che cola e magari mal di gola: è raffreddore, influenza o magari allergia? Può essere difficile distinguerli perché tra loro condividono diversi sintomi, ma capire le differenze è essenziale per scegliere il trattamento più adeguato.

Raffreddore Influenza Allergia Sinusite
Inizio della malattia Lento Improvviso, poche ore Improvviso o lento Lento
Durata 3-14 giorni 3-10 giorni Diverse settimane Più di 10-14 giorni
Febbre Raramente e bassa Comune e alta (oltre i 38°) per 3-4 giorni Mai Talvolta
Cefalea Raramente e lieve Spesso, intensa Raramente Comune e talvolta invalidante
Pressione/dolore facciale Raramente Raramente Raramente
Dolori generali Modesti Spesso, intensi Mai Raramente
Affaticamento Raramente e lieve Spesso, di durata fino a 2-3 settimane Raramente Spesso
Debolezza estrema Mai All’inizio Mai Raramente
Naso congestionato Spesso A volte Spesso Sempre
Naso gocciolante Spesso Raramente Spesso Spesso
Scolo nasale Denso, biancastro o sottile Denso, biancastro o sottile Trasparente Biancastro o colorato
Starnuti Spesso A volte Spesso No
Mal di gola Comune A volte A volte No
Dolore al petto Lieve-moderato Comune, a volte intenso Solo in caso di asma No
Tosse Comune Comune A volte Talvolta
Dolore all’arcata dentale superiore No No No Talvolta
Alito cattivo No No No Talvolta
Appetito Normale Ridotto Normale Talvolta ridotto
Bruciore agli occhi Molto raramente Molto raramente Spesso Dolore, più che bruciore
Stagionalità Tutto l’anno Tra novembre e febbraio Primavera ed autunno Mesi freddi, tutto l’anno se allergica
Trattamento Riposo. Idratarsi bene (bere tanto). Decongestionanti.  Aspirina, paracetamolo o ibuprofene per i dolori Riposo assoluto. Idratarsi bene (bere tanto). Aspirina, paracetamolo o ibuprofene per dolori e febbre. Antivirali solo eccezionalmente e previo consulto medico Evitare l’esposizione all’allergene. Antistaminici. Cortisone per uso nasale.  Decongestionanti per brevi periodi. Idratazione, impacchi caldi, antibiotici,cortisone, decongestionanti
Prevenzione Lavarsi spesso le mani, evitare contatti ravvicinati con
persone raffreddate
Vaccino, lavarsi spesso le mani, evitare contatti ravvicinati
con persone raffreddate
Evitare l’esposizione all’allergene Prevenzione infezioni respiratorie e allergie
Complicazioni Sinusite, otite mediaasma Bronchite e polmonite (anche gravissima) Sinusite, otite media, asma Meningite, altre infezioni, perdita olfatto, complicazioni visive

Sintomi del raffreddore

I sintomi del raffreddore di solito iniziano 2-3 giorni dopo l’infezione e durano indicativamente 1-2 settimane, presentandosi con:

  • produzione di muco,
  • difficoltà di respirazione,
  • starnuti,
  • mal di gola,
  • tosse
  • mal di testa,
  • febbre generalmente lieve (mentre nei neonati e nei bambini più piccoli può salire maggiormente).

In molti casi sorge la difficoltà di differenziare raffreddore e allergia e la differenza più significativa è sicuramente la durata, sensibilmente superiore in caso di allergia; in molti casi il raffreddore è accompagnato da malesseri o altri sintomi respiratori (come il mal di gola), meno comuni in caso di allergia, che invece si presenta spesso con sintomi oculari (prurito e lacrimazione).

Lavare spesso le mani e restare lontano da soggetti con raffreddore è la strategia migliore per ridurre il rischio di contagio.

Non esiste una cura specifica per il raffreddore, che ha come obiettivo della terapia il solo sollievo dai sintomi attraverso:

  • riposo,
  • abbondante idratazione,
  • gargarismi con acqua tiepida e sale in presenza di mal di gola,
  • farmaci sintomatici.

Sintomi dell’allergia

La differenza principale tra le allergie e le altre condizioni trattate nell’articolo è che queste non sono causate da virus né tantomeno da batteri, sono invece il risultato della reazione del sistema immunitario verso specifiche molecole che vengono erroneamente ritenute una minaccia (allergeni).

Gli allergeni più comuni sono il polline, gli acari, o molecole prodotte dagli animali domestici.

A contatto con queste sostanze, normalmente innocue, l’organismo reagisce a livello della mucosa nasale e degli occhi con gonfiore, prurito e produzione di muco.

Le allergie possono infatti anche causare prurito e lacrimazione, sintomi generalmente assenti in caso di influenza, raffreddore o sinusite.

I sintomi allergici durano fintanto che si è esposti all’allergene, per esempio circa 6 settimane durante le stagioni polline in primavera, estate o autunno, mentre raffreddore e influenza raramente durano più di 2 settimane.

L’allergia, inoltre, non è contagiosa, ed è caratterizzata da:

  • starnuti, occhi acquosi, naso gocciolante, ma mai febbre,
  • tosse e scolo retronasale,
  • occhiaie scure,
  • eventuale perdita di olfatto e gusto.

La cura, oltre al tentativo di ridurre l’esposizione all’allergene, prevede il ricorso a farmaci antistaminici ed eventualmente cortisonici; per alcune forme allergiche sono disponibili vaccini in grado di favorire una progressiva desensibilizzazione del soggetto.

Sintomi influenza

L’influenza si presenta con un tipico esordio improvviso caratterizzato da febbre alta, dolori muscolari e mancanza di energia; possono essere associati altri sintomi respiratori (mal di gola, raffreddore, tosse), cefalea e più raramente anche sintomi gastrointestinali come diarrea, nausea e vomito (soprattutto nei bambini).

La durata dei sintomi è di circa 5-7 giorni e, la differenza principale rispetto al raffreddore, sono la febbre e il mal testa.

Dopo i primi giorni i sintomi sistemici (che coinvolgono cioè tutto il corpo) cominciano a diminuire e i sintomi respiratori iniziano a diventare preponderanti. Il virus può stabilirsi in qualsiasi parte del tratto respiratorio, producendo sintomi di un raffreddore, laringite, mal di gola, bronchite, infezione all’orecchio e polmonite.

Tosse e la stanchezza possono protrarsi anche per settimane, mentre gli altri sintomi tendono a risolversi spontaneamente.

In individui in salute la prognosi è assolutamente buona, mentre nel paziente fragile (neonato, anziano e/o con patologie croniche) può avere complicazioni anche molto gravi; soprattutt

Di solito, i medici effettuano la diagnosi di influenza sulla base dell’esistenza di un’epidemia di influenza nella comunità e se il paziente denuncia il modello dei sintomi descritti, raramente si ricorre alle prove di laboratorio per identificare il virus. Soprattutto in questa fascia di popolazione si consiglia quindi il ricorso al vaccino che, insieme a un frequente lavaggio delle mani, permette un’efficace prevenzione.

La terapia prevede principalmente riposo, idratazione e farmaci sintomatici; la necessità di ricorrere ad antivirali è molto limitata e utile solo nelle prime 48 ore dell’infezione.

Sintomi della sinusite

La sinusite è una condizione di infiammazione dei seni nasali, scatenata da un’infezione respiratoria, da un problema nasale o da un’allergia; i seni sono camere vuote formate dalle ossa che circondano il naso, in cui avviene la produzione di muco che poi scende nel naso. In caso di gonfiore del naso il muco tende ad accumularsi scatenando così un’infiammazione più o meno severa.

I classici sintomi della sinusite acuta sono

  • congestione nasale,
  • produzione nasale di muco giallo-verde,
  • dolore facciale e/o dentale,
  • dolore oculare,
  • mal di testa,
  • tosse.

Alcuni pazienti lamentano anche febbre, malessere diffuso, alito cattivo e mal di gola. Di solito è preceduta da un raffreddore,che non migliora e/o peggiora dopo 5 – 7 giorni di sintomi.

La sinusite cronica è più subdola e può essere difficile da diagnosticare. Manifesta i sintomi sopra elencati in una forma più lieve, ma di solito persiste per più di 8 settimane. È più comune nei pazienti con allergie.

Il trattamento prevede, a seconda dei casi,

  • cortisone,
  • antibiotici,
  • lavaggi nasali con acqua fisiologica,
  • impacchi caldi.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Salve dottore, ho contratto il raffreddore da ieri ed ho deciso di assumere actigrip anche se sembra più propenso per l’influenza, lei cosa ne pensa? Inoltre, se ha in mente dei farmaci per agevolare la cura dal raffreddore
    Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, per il raffreddore non esiste cura specifica, è una infezione virale che si autolimita. Per ridurre la durata del disturbo prodotti quali l’actigrip vanno bene. saluti

  2. Anonimo

    Salve un consiglio,la tosse si manifesta in un tratto?siccome io stamattina mi sono alzata che non avevo niente ho preso il caffè e dopo mezz’ora ho tossico e avevo un po’ di tosse adesso ho tipo un peso come se non riuscissi a respirare…ora mi sto prendendo d’ansia anche perchè sono sola a casa

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non sembra nulla di allarmante, ma in caso di sintomi dubbi senta comunque telefonicamente il medico.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Può essere una banale sindrome da raffreddamento, se persistono i sintomi si faccia visitare.

  3. Anonimo

    perche senpre in questo periodo ho sempre abbassamento di voce che dura x un mese

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha già verificato con il medico? Le cause possono essere diverse.

  4. Anonimo

    Dopo un piccolo colpo di tosse avvengono immediatamente due o tre starnuti molto. Potenti, tanto che uno mi ha procurato un colpo della strega. Tutto ciò da oltre un anno sia in casa che all’aperto.

  5. Anonimo

    Buongiorno. Ho una tosse secca e stizzosa da molto tempo, mal di testa in mezzo agli occhi e a volte mi sanguina il naso un pochino. Premetto che sono in terapia anticoagulante. Ho sovente il naso chiuso ma quando lo soffio stranamente la tosse si placa. Cosa può essere?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sinusite, allergia, reflusso, alcuni farmaci antipertensivi, …

      Purtroppo le cause plausibili sono molte e vanno indagate con il medico.

  6. Anonimo

    Buongiorno sono una ragazza di 26 anni
    da 2-3 giorni ho un lieve mal di gola, secchezza e leggera tosse
    da stamattina mi sento un po’ intorpidita e sento le orecchie come ovattate e che mi rimbombano..e come se ”tirassero” dalla gola.
    quest’ultimo sintomo alle orecchie deriva dal mal di gola?
    grazie saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si, è possibile che sia tutto collegato; se non passasse e/o se peggiorasse il dolore alle orecchie si rivolga alla guardia medica.

  7. Anonimo

    Io ho mio figlio da settanello cn tosse secca e prunito alle orecchie ha preso antibiotici augumentin bentelan ma questi disturbi nn vanno via.siamo stati anke dal pneumologo xke lo scorso lunedì tessendo ha avuto tirature di sangue nella saliva.io nn so più cosa devo fare e dove portarlo.se può aiutarmi .grazie.

    1. Anonimo

      Salve sono un ragazzo di 14 anni e da 2 giorni ho la febbre ,la tosse il naso chiuso e ho gli occhi caldi.
      Cosa posso fare

    2. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se è solo raffreddore solo riposo e qualche analgesico o qualche prodotto per liberare un pò le vie nasali, ma occorre essere visitato dal suo medico se non dovesse migliorare in breve tempo . saluti

  8. Anonimo

    Buongiorno dottore volevo chiedere con rinite crostosa posso fare le grotte di sale ? Secondo lei possono essere utili? E se in questo momento avessi anche il raffreddore?

  9. Anonimo

    Ho un problema vorrei sapere come fare da inizio settembre ho avuto gonfiori di faccia lare e gola un problema di alergia poi inizio ottobre subentrata la sinosite dopo fatti vari antibiotici a pillole poi aerosol mi scorre ancora il push dal naso e gola e le guance sono gonfie cosa devo fare .a sinosite era così forte che per quindici giorni ho avuti giramenti di testa da non stare in piedi cosa posso fare dottore grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, allergia a cosa? sentirei comunque l’allergolo per capire se è il caso di cambiare terapia.

  10. Anonimo

    Sto soffrendo ormai da mesi di raffreddore cronico, naso gocciolante, respiro di notte con fatica e a bocca aperta. Ho avuto dei polipetti cosi’ dissero…mai tolti…e’ possibile che si siano ingranditi? E’ giusto toglierli? Vedro’ un ottorino tra un mese…cosa posso fare ne frattempo per alleviare questo raffreddore? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, è possibile che si siano ingranditi.
      2. Sì, in genere si prova a rimuoverli (si “prova” perchè potrebbero anche riformarsi, quindi si valuta caso per caso).
      3. Ne parli con fiducia al medico curante, ci sono farmaci che possono nel frattempo darle sollievo.

  11. Anonimo

    buonasera, ho naso che cola e una narice tappata, starnutisco da stamattina in continuazione, occhi gonfi e rossi. Ho assunto zirtec ma non succede nulla.
    Qualcuno in aiuto per favore

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      È un soggetto allergico? Potrebbe oppure essere un inizio di sindrome influenzale, non assuma farmaci senza prima consultare il medico.

  12. Anonimo

    Buona sera ho costante difficoltà a respirare. La sensazione proviene dal petto, e dal naso. Mi spiego: come se avessi un macigno sul petto, e quindi come se respirassi con molta difficoltà… come se fossi stanca. (A volte sento pure il cuore battere velocemente, soprattutto la notte quando cerco di dormire o quando mi addormento… mi sveglio di soprassalto senza respirare e col cuore poi battere velocemente) e dal naso come se avessi il setto nasale chiuso. Mi sembra come se potessi smettere di respirare da un momento all altro. Va avanti da un po’ ormai. )9 fatto una visita dall otorinolaringoiatra il quale mi ha detto che ho una Rino-faringite cronica. Ma questa può dare tali fastidi? Non credo. Ho fatto una spirometria negativa, e dei raggi al torace che hanno evidenziato solo una scoliosi. ‘

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente sì, può dare fastidi perchè impedisce la normale respirazione nasale e può causare accumulo di muco.

    2. Anonimo

      Si, ma dal naso ok. Però dal petto cosa c’entra? Può dare fastidi al petto? Quale forte oppressione/pesantezza? Devo ogni attimo fare respironi, ma non serve a nulla.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Avere difficoltà a respirare con il naso può dare la sensazione di mancanza di respiro perchè arriva meno ossigeno, ma ovviamente è solo un’ipotesi in base alla descrizione del caso.

    4. Anonimo

      Mi scuso se dovessero verificarsi commenti duplicati ma colpa del server. Comunque le dicevo che per il naso lo credo anch’io. Ma per il peso-oppressione al petto cosa c’entra la rinofaringite? Non riguarda solo le vie respiratorie superiori? Insomma… in parole povere: naso e bocca? Non capisco questo costante respiro difficile proveniente anche dal petto con (a volte) battito accelerato. Sembra ci sia un macigno sopra.

    5. Anonimo

      La ringrazio. Anche se la questione del peso al petto-respiro difficile mi sembra improbabile. 🙁 non mi chieda cosa dice il mio medico perché non dice nulla.

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dalla spirometria non sembrerebbero emergere altri problemi.
      Soffre d’ansia?

      PS: Il sito è sotto CDN, quindi possono servire fino a 20 minuti per vedere pubblicato il commento.

    7. Anonimo

      Ansia? Non saprei. Può darsi.
      Il punto è che si parla di un sintomo costante che va avanti da un po’. Un sintomo per la quale non riesco neanche a dormire più la notte da tempo, e quando, dopo tanto, finalmente mi addormento succede che mi sveglio più volte, la maggior parte delle quali di soprassalto con la sensazione di non riuscire a respirare. E sento dopo il cuore battere velocemente. Attualmente, mentre le scrivo ho appunto questo forte peso al livello del petto, come se dovessi fare grossi respiri profondi per liberarmi di questa sensazione ma non è così. Non me ne libero mica. È li comunque

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo a distanza è possibile solo fare ipotesi, ma se altre strade non hanno portato risultati e se il suo medico non rileva nulla di anomalo proverei a lavorare sull’aspetto emotivo.

    9. Anonimo

      È da circa un anno che soffro spesso di starnuti ,e occhi rossi , ma la cosa strana è che quando ho questo attacco allergico mi dura solo un giorno di cosa si tratta? E si può guarire?

  13. Anonimo

    Buonasera.. Mio figlio, ora 16 anni, fin da piccolo e a tutt oggi ogni volta che prende un raffreddore si trasforma in tracheite e laringtracheite,con tosse secca,continua,insistente che non lo lascia in pace l intera giornata e non lo fa quasi parlare ..una parola un colpo di tosse..la durata della tosse è molto lunga ..più settimane..l anno scorso più di un mese …fatti esame sangue…portato anche dallo pneumologo che ha fatto prove allergia risultate tutte negative..da esami del sangue è risultato che aveva contratto il mycoplasma pneumonie..ma che era guarito…tre giorni fa ha iniziato con un mal pizzichio alla gola e naso gocciolante e adesso nuovamente tosse secca,forte,continua..tutti i mesi invernali con ricadute continue..cosa devo fare..grazie anticipato

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo stile di vita è buono? Sovrappeso? Alimentazione? Esercizio fisico?

    2. Anonimo

      Non è in sovrappeso..fa sport anche agonistico, karate, che purtroppo deve sospendere quando ha questi attacchi di tosse , non mangia frutta ogni tanto un po di succo fatto con estrattore ma non spessissimo

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, probabilmente ha un fisico particolarmente predisposto a tali disturbi, ovviamente una alimentazione più equilibrata sarebbe di aiuto.Ma ora è stato visitato ? sta facendo una terapia?

    4. Anonimo

      Si..sta prendendo macladim 500 ogni 12 ore ,engystol e collirium rubrum tre granuli 5 CH 3 volte..gli è stato prescritto anche deltacortene 25 mg ma sono titubante a darglielo perché abbassa difese immunitarie..qualche mese fa l otorinolaringoiatria prescrisse per difese immunitarie pigitil e leucodif da prendere per 15 giorni al mese.. Secondo lei potrebbero aiutarlo o posso fare qualcos’altro.. Magari omeogrifi o oscillococcinium un..grazie ancora

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente non credo all’omeopatia, procederei quindi con quanto prescritto dallo specialista.

    6. Anonimo

      Quindi mi consiglia di iniziare cura con pigitil e leucodif da prendere per 15 giorni al mese per quattro mesi..

    7. Anonimo

      Non so più che pesci pigliare non capisco perché queste continue recideve e questa tosse continua e insistente

  14. Anonimo

    Buonasera dottore, da stamane perdo un liquido consistente e trasparente dal naso, esce liquido ma poi si “raggruppa”, tipo il mercurio del termometro. In più ho costante muco in gola che non riesco a espellere e devo “tirare su”. Il mio medico ha giornata libera quindi l’ho chiamato a casa e mi ha detto che probabilmente è normale muco ma di fare test liquor a casa con con dei test comprati in farmacia e poi richiamarlo. Cosa devo comprare? Mi può indirizzare? Mi ha messo paura che sia liquido del cervello..ho 26 anni, grazie!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente non mi risultano in commercio in farmacia test simili.

    2. Anonimo

      Mi ha detto test al glucosio, stringhe casalinghe..qualcosa del genere. Non ne ho idea io dottore

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, sinceramente non saprei nemmeno io esprimermi in merito, non è raffreddato vero? deve farsi vedere quanto prima dal medico, non capisco cosa intendesse consigliarle da comprare in farmacia, ma se davvero ipotizzasse liquor l’avrebbe mandata al pronto soccorso.

    4. Anonimo

      Salve, non l’ha ritenuto necessario perché non è continuo e siccome ce l’ho anche in gola dubita sia quello…lo faceva fare giusto per tranquillizzarmi credo, ma sono più confuso di prima. Non ho altri sintomi, oltre quelli apparenti di un raffreddore che però vanno e vengono..

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      E’ necessaria la valutazione medica, se ce l’ha anche in gola anch’io escluderei che sia liquor, ma serve una visita per capirci qualcosa di più.

  15. Anonimo

    Ciao dottore volevo sapere un informazione un mese fa avuto un forte raffreddore della durata di 15 giorni oggi a distanza da un mese sono nuovamente raffreddata non ho mai fatto visite ma credo di avere la sinusite perché mi fa anche leggermente male sulla fronte e lateralmente leggermente e l’arcata superiore dei denti e pericolosa come patologia? Farò gli gli esami fra un mese che sono di rientro a casa o dovrei farli subito ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. No, se ben curata non è in genere pericolosa.
      2. Non servono necessariamente esami, ma sarebbe opportuno farsi visitare subito senza aspettare un mese.

    2. Anonimo

      Che tipo di cure ? Per pericolosa intendevo che leggevo di meningiti ecc e mi sn spaventata

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si valuta caso per caso tra diverse opzioni terapeutiche; come detto sopra, a meno che non venga gravemente trascurata non ci sono particolari problemi.

    4. Anonimo

      Quindi con due episodi di raffreddore da 15 giorni non è esagerato ? Poi dolori gli ho leggeri e a momenti non sempre

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Può succedere, probabilmente si tratta di ceppi virali diversi.

    6. Anonimo

      Quindi con due casi di raffreddore da 15 giorni che è andato via da solo può essere già causa grave?

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente no, non necessariamente, in questa stagione può semplicemente capitare di sviluppare due forme in pochi giorni.

La sezione commenti è attualmente chiusa.