Influenza: sintomi, cura e pericoli

Ultimo Aggiornamento: 858 giorni

Introduzione

L’influenza è una infezione contagiosa del naso, della gola e dei polmoni causata dal virus dell’influenza.

Decine di milioni di persone solo negli Stati Uniti prendono l’influenza ogni anno. La maggior parte migliora entro una settimana o due, ma migliaia di queste necessitano di ricovero in ospedale. Circa 36000 persone muoiono ogni anno a causa delle complicazioni dell’influenza.

Il freddo è causa di influenza e raffreddore?

Questa domanda è stata posta probabilmente quando, per la prima volta, l’influenza ha fatto ammalare qualcuno. Dopo tutto la stagione del raffreddore e dell’influenza è quella fredda, così possiamo affermare che esiste sicuramente una relazione certa, corretto?

No, non sempre.

Quante volte tua mamma o tua nonna ti hanno detto di non uscire perché potevi buscarti un raffreddore o un’influenza… in realtà non è proprio così.

La verità è che l’influenza ed il raffreddore comune sono provocati da virus. Le persone si ammalano più spesso in inverno perché più esposti agli attacchi esterni rispetto all’estate o alla primavera. Quando fuori fa freddo, le persone se ne stanno in casa e questo è il luogo dove ci sono e si diffondono più facilmente germi. Anche a scuola i bambini sono vicini gli uni agli altri tutto il giorno e non hanno paura dei germi. Con così tante persone in ambienti così chiusi, il rischio di contagio è molto più elevato quando fuori fa freddo rispetto a quando fa caldo e le persone se ne stanno all’aperto.

Si evidenzia poi che i virus si diffondono più facilmente con l’aria secca: quando fuori fa freddo, l’aria è più secca sia all’esterno che all’interno (dove le persone hanno il riscaldamento acceso) e questa condizione potrebbe aiutare i batteri e virus a passare da una persona all’altra.

In ultimo, ma non per importanza, il freddo è in grado di abbassare le difese immunitarie, rendendo più suscettibili alle infezioni esterne.

Quindi non è la stagione fredda a provocare il raffreddore, rende solo più facile la diffusione di virus.

Nelle aree tropicali la stagione dei raffreddori e dell’influenza generalmente è quella della stagione delle piogge. Ma queste malattie non sono provocate dalla pioggia. Sono solo più frequenti perché le persone entrano in un contatto più stretto rispetto alla stagione secca.

La cosa più importante da ricordare durante le stagioni di raffreddore e influenza è di proteggersi contro questi attacchi quando siamo accanto ad altre persone; i virus vengono trasmessi attraverso il contatto con altre persone, così è buona norma assicurarsi di lavarsi spesso le mani.

Sintomi

L’influenza di solito inizia bruscamente, con una febbre tra i 38 ed i 42 C° e gli adulti in genere manifestano febbre più bassa dei bambini. Altri sintomi comuni includono viso arrossato, dolori muscolari, brividi, mal di testa, nausea, e mancanza di energia. Alcune persone hanno vertigini o vomito. La febbre di solito dura per un giorno o due, ma non è raro rilevare anche 5 giorni di alterazione della temperatura corporea.

A letto con l'influenza

A letto con l’influenza (http://www.flickr.com/photos/gusilu/3049994994/sizes/s/)

Da 2 a 4 giorni dopo la comparsa della malattia tutti i sintomi cominciano ad alleviarsi e quelli respiratori iniziano a prendere il sopravvento. Il virus dell’influenza può attaccare qualsiasi parte del tratto respiratorio, manifestandosi come raffreddore, laringite, mal di gola, bronchiolite, infezioni all’orecchio o polmonite.

Il più noto dei sintomi respiratori è di solito una tosse asciutta, fastidiosa. La maggior parte delle persone sviluppano anche mal di gola e mal di testa. Lo scolo nasale (naso che cola) e gli starnuti sono comuni. Questi sintomi (tranne la tosse) di solito scompaiono entro 4 – 7 giorni. A volte è possibile che compaia nuovamente febbre, mentre tosse e stanchezza di solito durano una settimana dopo la scomparsa degli altri sintomi.

A volte le persone confondono raffreddore ed influenza, che condividono alcuni sintomi e si verificano in genere durante lo stesso periodo. Le due malattie sono tuttavia molto diverse, la maggior parte delle persone hanno il raffreddore più volte ogni anno, mentre l’influenza solo una volta ogni molti anni.

Spesso la gente usa il termine “influenza intestinale” per descrivere una malattia virale in cui il vomito o diarrea sono i principali sintomi. Ciò non è esatto, perché i sintomi allo stomaco non sono causati dal virus. Le infezioni influenzali sono in primo luogo infezioni respiratorie.

Riassumendo:

  • Febbre, anche molto elevata
  • Mal di testa
  • Stanchezza
  • Tosse secca
  • Mal di gola
  • Naso chiuso e congestionato
  • Dolori muscolari e rigidità
  • Scolo nasale
  • Respiro corto
  • Respiro affannoso
  • Tosse asinina
  • Brividi
  • Fatica
  • Malessere
  • Sudorazione
  • Perdita di appetito
  • Vomito
  • Capogiri
  • Peggioramento della malattia di base, come l’asma o insufficienza cardiaca

Trasmissione

Il modo più comune per prendere l’influenza è respirare goccioline provenienti dalla tosse o dagli starnuti si soggetti infetti. Più raramente si diffonde toccando una superficie, come ad esempio la manopola del rubinetto o il telefono cellulare, contenenti il virus, che può facilmente essere portato dalla mano a contatto con una mucosa.

I sintomi compaiono da 1a 7 giorni più tardi (di solito entro 2 – 3 giorni). Poiché l’influenza si diffonde attraverso l’aria ed è molto contagiosa, spesso colpisce nelle comunità (scuole, ospedali, …). Questo crea assenze di scuola e dal lavoro a grappolo.

Pericoli

Chiunque a qualsiasi età può avere gravi complicanze dovute ad influenza, ma le categorie maggiormente a rischio includono:

  • Persone con più di 50 anni,
  • I bambini tra i 6 mesi e 2 anni,
  • Le donne con più di 3 mesi di gravidanza durante la stagione influenzale,
  • Chiunque vive in una struttura d’assistenza a lungo termine,
  • Chiunque abbia malattie croniche al cuore, polmoni, reni o condizioni quali il diabete, o il sistema immunitario indebolito.

Le possibili complicazioni, in particolare per coloro che sono ad alto rischio, comprendono:

  • Polmonite
  • Encefalite (infezione del cervello)
  • Bronchite
  • Infezioni dei seni paranasali
  • Infezioni all’orecchio

Durata

Nella maggior parte degli individui sani, l’influenza scompare entro 7-10 giorni.

Cura e terapia

Se avete la malattia in forma lieve e non appartenete alle categorie ad alto rischio, i principali consigli sono:

  • Riposare
  • Prendere farmaci che allevino i sintomi e aiutino a riposare
  • Bere abbondante di liquidi
  • Evitare l’aspirina (soprattutto ragazzi e bambini)
  • Evitare l’alcool e il tabacco
  • Evitare gli antibiotici (da usare solo se necessari per un’altra malattia)

Se l’influenza è diagnosticata entro 48 ore dalla comparsa dei sintomi, specialmente se siete ad alto rischio di complicazioni, i farmaci antivirali possono aiutare ad abbreviare la durata dei sintomi di circa un giorno.
Lo U.S. Centers for Disease Control and Prevention consiglia di utilizzare oseltamivir (Tamiflu) o zanamivir (Relenza), che sono attivi contro l’influenza A e B per i pazienti che devono essere trattati. Questi farmaci attaccano diversi virus. Ciascuno di questi farmaci ha diverse vie di somministrazione e diversi effetti collaterali, ma è doveroso sottolineare che negli ultimi anni sono emersi seri dubbi sulla reale efficacia di questi farmaci.

Il trattamento non è solitamente necessario per i bambini ma, se la malattia è diagnosticata precocemente e il paziente è a rischio di sviluppare un caso più grave, può essere avviato comunque. Oseltamivir (Tamiflu) è la scelta migliore per i bambini dai 12 anni in su. Zanamivir (Relenza) non è approvato dalla FDA americana, per i bambini al di sotto dei 7 anni d’età.

Il trattamento è efficace solo se iniziato presto e solo se la malattia è davvero influenza. Esso non tratterà un comune raffreddore.

Alimentazione

La cosa migliore da fare quando hai la febbre o un raffreddore è di assumere continuamente liquidi. Se non hai fame, non preoccuparti di mangiare lo stesso, bevendo abbastanza acqua puoi tranquillamente evitare di mangiare finchè non ti senti di farlo.

Quindi ricordati di:

  • Bere più del solito.
  • Bere acqua o bevande sportive, ricche di sali minerali.
  • Non bere bevande che contengono caffeina come tè, caffè o cola perché aumentano solo le possibilità di disidratazione.
  • Non bere alcool, ti disidraterà e interferirà con gli antipiretici che ti ha prescritto il medico.
  • Se vuoi mangiare un po’, fallo, ma senza abbuffarti.

Prevenzione

Vaccino per influenza

Vaccino per influenza (http://www.flickr.com/photos/alvi2047/3483848619/sizes/s/)

Il vaccino è la più sicura forma di prevenzione da attuare, specialmente per gli individui a rischio.

Diagnosi

La valutazione di un individuo con sintomi influenzali dovrebbe includere un approfondito esame fisico e, nei casi in cui si sospetti la polmonite, una radiografia del torace.

Esami del sangue supplementari si rendono saltuariamente necessari, possono includere un emocromo, coltura ematica, e analisi della saliva.

Il metodo più comune per la diagnosi di influenza è un test di rilevamento antigene, effettuato con un tampone su naso e della gola e poi inviando il campione in laboratorio.

I risultati di questi test possono essere disponibili rapidamente, e possono aiutare a decidere se è necessario un trattamento specifico. Tuttavia, quando l’influenza è molto diffusa nella comunità, la diagnosi può essere spesso fatta semplicemente identificando i sintomi senza ulteriori prove.

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. gianna

    dottore ormai da 5 giorni prendo antibiotici prima amoxcillina ora da2 levofloxacina sinusite e bronchite da venerdì ho la febbre oscillante le spiego alle 7 avevo 37.7 alle 8 avevo 37 ora 8.45 ho 37.4 la misuro perché sento le ondate di febbre ma è normale ? Grazie

  2. gianna

    i giorni scorsi oscillava da 36.9 a 37.1ho preso ieri sera 1 tachipirina avevo brividi ma non l `ho misurata ora sto sudando e 37 non ci capisco più nulla !mi aiuta capire? grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso si sta facendo davvero troppi problemi e questa ansia non la aiuta a stare meglio; come detto ieri l’antibiotico sta lavorando e vedrà che risolverà senza ulteriori strascichi.

      Il fatto che ci siano ancora oscillazioni della temperatura corporea ci può stare.

  3. Anonimo

    Buongiorno dottore… Sono abbastanza spaventato… Da ieri ho mal di gola e il medico mi ha subito fatto iniziare il locabiotal, solo che non lo stavo seguendo alla lettera, nel senso che ogni 2 ore quando mi ricordavo facevo tre/quattro spruzzi in gola, convinto che potesse fare effetto più velocemente. Prima ero sveglio perché sono andato a dormire intorno alle 3.30 e mi sono svegliato svariate volte con questo grandissimo bisogno di ingoiare, e come ingoiavo sembrava che stessi ingoiando un chilo di sale. Ho mangiato due pizzette per cena, prima ancora dei salatini, quindi poteva starci, però poi ho notato che continuavo a ingoiare sempre di più, e tutt’ora ogni minuto circa devo ingoiare ma è come se ingoiassi sale… Ogni tanto mi vengono i brividi di freddo e qualche fitta di Mal di pancia, ma durano poco… Non. So cosa pensare, non so cosa possa essere, inoltre questa cosa che sto sempre ingoiando mi mette agitazione. Inoltre come chiudo gli occhi per provare a dormire mi vengono i brividi di freddo e mi fanno riaprire gli occhi… Non so come fare.. Secondo lei cosa può essere? È qualche virus? Ho paura dottore… Mi faccia sapere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere una sindrome parainfluenzale ed i brividi di freddo essere legati all’aumento della febbre.

    2. Anonimo

      Alla fine sono riuscito a dormire un pochino dottore; dalle 7 alle 11/11.30. Come mi sono svegliato stavo bene tralasciando il mal di gola, non avevo febbre ne nulla.
      Sono andato a pranzo fuori e ho mangiato pasta al sugo, patate al forno e un pezzo di dolce con la Nutella, sono appena tornato a casa e sono nuovamente punto e a capo, ho mal di stomaco, mal di pancia e brividi di freddo nonostante fuori ci siano 20 gradi… Il mal di gola continua a esserci però per adesso non ho febbre. Ho mangiato tantissimo non curante del fatto che sono stato male con lo stomaco tutta la notte… Ho preso un brufen 600 per il mal di gola e comunque come antinfiammatorio in generale, come per “bloccare” qualcosa qualora avessi in circolo febbre o cose simili. Come mi devo comportare?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere in queste forme si curano i sintomi perchè non si può fare molto di più, ma raccomando di sentire anche il parere del medico.

    4. Anonimo

      Buongiorno dottore… Ci risiamo… Non so per quale motivo ma sto malissimo! Il mal di gola non è affatto migliorato, mi sono recato dal medico ieri pomeriggio e mi ha consigliato di iniziare una cura antibiotica di amoxocillina e scudi clavulanico (agumentin) durante il giorno sono stato bene, poi sono uscito e sono stato esposto un po al freddo, ma sono sono andato in un luogo chiuso (bingo) e poi a casa. Appena arrivato a casa ho iniziato ad avvertire una sensazione di stranezza, ho iniziato anche ad espellere flatulenze inodore ma comunque “pesanti” e sono andato si corpo 4 volte in tutto, non ci ho fatto molto caso, ho preso l’antibiotico e sono andato a dormire… Mi sono svegliato poco fa che mi stavo tremando come una foglia, ma non a causa del freddo, a causa del mio malessere generale, tutt’ora mi sto tremando anche se ho la stufa puntata addosso… Avevo una sorta di mal di pancia come da dissenteria, come sono andato in bagno però non sono andato di corpo subito ma dopo un po in modo normale, non capisco, inoltre ho mal di stomaco, le orecchie bollenti e mi tremo come se avessi freddo anche se freddo in realtà non ce n’è. Non so cosa fare, non so come fare, sto male e ho paura di vomitare. Ho pensato che oggi ho cenato del tonno in scatola e subito dopo ho mangiato uno yogurt, forse mi ha fatto male quell’abbinamento, forse non avrei dovuto.. So solo che sto malissimo, che non voglio vomitare e che non so come farmi passare questo stare male… Mi aiuti la prego

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      I sintomi intestinali sono probabilmente legati all’antibiotico, assumere fermenti lattici.
      Non c’è da questo punto di vista rischio di vomitare.

  4. Luisa

    Mio marito sono due giorni che ha la febbre 38 si abbassa con la tachipirina e anche poca tosse e a preso tavanic 2 e a ancora la febbre e normale quanti giorni può durare ancora la febbre

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Tavanic è stato prescritto dal medico? Glielo chiedo per farmi un’idea della diagnosi.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se si tratta di sola infezione batterica dovrebbe vedere i risultati entro 2-3 giorni dall’inizio della terapia, se fosse stato prescritto come copertura antibatterica ad una infezione virale potrebbe servire molto più tempo (l’influenza stagionale può per esempio durare fino a 7-10 giorni).

  5. Maria

    La mia bimba 11 anni ha cominciato domenica con febbre e mal di testa ha avuto febbre alta fino All’altro ieri ..oggi presenta ancora un po di Mal di testa e stasera aveva temp 37.1..è normale ?inoltre è anche un po stanca ..ma è stata digiuna per 5 gg ..e normale l alteraZione o devo preoccuparmi ? Lunedì può andare a scuola secondo lei ? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’alterazione è normale.
      Se domani possa andare a scuola o meno dipende da come è stata oggi.

    2. Anonimo

      PER FORTUNA LA BIMBA SI E RIPRESA E DA LUNEDI E ANDATA A SCUOLA..SOLO CHE LE E RIMASTA UNA TOSSE CON MUCO CHE DA IERI SI E FATTA PIU INSISTENTE..STO DANDO GRINTUSS E OGGI HO COMINCIATO AEROSOL CREDA CI SIA L URGENZA DI FARLA VEDERE..O E UNO STRASCICO DELL’INFLUENZA?GRAZIE

  6. Mara

    Salve dottore ! Ho da raccontarle un episodio che mi è capitato questa sera e adesso che ci penso anche qualche settimana fa.. Verso le 18,30 ho avvertito un senso di debolezza generalizzata con gambe e braccia molli ed una vampata di calore mi ha assalita, il tutto per qualche minuto … Io l ho associato al fatto che ero digiuna tanto che dopo aver mangiato sono stata subito meglio . Da premettere che ho 37 anni e non ho particolari disturbi , allo stato attuale sto assumendo aloe vera pura x curare sindrome da colon irritabile. Ma è possibile che lo stomaco ” vuoto ” possa creare così tale disturbo ?.. Non vorrei che ci fossero problemi di glicemia ballerina … Grazie in anticipo , buona serata !

    1. Anonimo

      Beh sono una persona ansiosa , e direi anche un po ipocondriaca ma non ho mai assunto farmaci , sono sempre riuscita fino a d’ ora a controllarla. Questo è un periodo no .. Nell eventualità che fosse ansia , come evitare che risucceda?.. E volendo escludere altre diciamo patologie quali controlli consiglia di fare ?..

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Segnali l’accaduto al suo medico, serve prima di tutto una diagnosi affidabile; se venisse confermata ansia la strada sarebbe lo sport e/o le tecniche di rilassamento e/o la psicoterapia e/o i farmaci.

  7. Maria

    Buon giorno dottore dopo il raffreddore passato 20 giorni fa ho sempre la sensazione di naso chiuso però respiro con il naso se soffio non esce nulla ma il muco mi viene in bocca con un colpetto di tosse ho preso antibiotici per 10 giorni fino a 10 giorni fa ho fatto suffumigi con bicarbonato ma nulla !ah anche se tiro su con il naso sento il muco che scende in gola e questa la sento secca il passaggio del muco mi sembra mi sollevi per un istante cosa sarà secondo lei? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sono ancora gli strascichi del raffreddore avuto; il medico ne è a conoscenza?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dopo 20 giorni è ora di verificare (più che altro che non ci sia un po’ di sinusite).

  8. Maria

    La larice ogni tanto mi gocciola e la sento bagnata la gola mi dà quel senso di secco o come se ci fosse qualcosa di appiccicato proprio dove lanarice sbocca in gola tutto a destra il setto invece è deviato a sinistra può essere allergia o cosa ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Chiedo scusa, pensavo fosse un caso diverso; come detto sopra è decisamente ora di approfondire e sì, l’allergia è una causa plausibile (non l’unica).

  9. Anonimo

    Salve dottore, settimana scorsa sono stato male avendo mal di gola, raffreddore e influenza, la dottoressa mi ha prescritto amoxocillina e acido clavulanico quindi agumentin per 6 giorni. Al 5 giorno ho saltato una dose di antibiotico, l’ho dimenticato di sera e l’ho preso il mattino dopo. Comunque ho contagiato i miei genitori e ora sono ancora raffreddati, io ho finito l’antibiotico da 3 giorni, secondo lei è possibile di nuovo un contagio? devo stare per forza a contatto con loro perché non posso fare diversamente. Che mi dice?

    1. Anonimo

      Inoltre dottore ieri notte a cena ho mangiato davvero tanto, ma tantissimo, inutile dire che non sono riuscito a digerire nulla e sono al terzo gaviscon advance nel giro di 12 ore… Non riesco a dormire perché mi viene freddo, mi sento pienissimo e mi fa male anche la pancia, ho lo stomaco tutto in subbuglio, non so come fare dottore.
      Ps. Un altra cosa che non c’entra nulla dottore. Qualche giorno fa ho portato una bottiglietta d’acqua in macchina, ci ho bevuto io, la sera dello stesso giorno ho nuovamente bevuto io poi ci ha bevuto anche un mio amico perché assettato (non perché sia schizzinoso però dopo che ci ha bevuto lui non ci ho più bevuto) ieri ero in macchina e avevo sete, preso dalla felicità di avere l’acqua in macchina ho bevuto due sorsi da quella bottiglia e , mamma mia, l’acqua aveva un saporaccio! Faceva proprio schifo berla, secondo lei è possibile che si siano depositati dei batteri e che magari adesso mi prendo qualche roba tipo virus intestinale o qualcosa del genere? Magari è anche per quello che sto male ora… La prego di rispondere a tutte le mie domande qualora potesse
      Grazie

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Se si tratta della stessa causa un nuovo contagio è poco probabile.
      2. Non sarà successo nulla, non si preoccupi.

  10. Maria

    Buon giorno dottore ieri ho fatto la visita otr il dottore dopo aver introdotto in una narice un flessibile con una lucetta in cima ( come si chiama? ) mi ha diagnosticato una laringite catastale non mi ha dato farmaci per non alterare le prove allergiche respiratorie che farò fra 10 giorni solo suffimigi con acqua e bicarbonato scusi con lo strumento che ha usato si vede se ci fosse qualcosa di sospetto un tumore o altro ? Grazie mille

  11. Salvatore

    Buon giornola febbre mi ssembrache eèaandaa via ma quelli che sono iinsopportabilesono i dolori sto da llunedìa letto con febbre tra 38/39 adesso o dolori alla sschienaa salire su

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se la febbre è sparita nei prossimi giorni andrà meglio; utile l’assunzione di liquidi e sali minerali.

  12. Anonimo

    Buongiorno, sono abbastanza preoccupato perché è 4 giorni che ho l’influenza però non ho mai avuto la febbre però i sintomi sono quelli, solo non capisco che pur sia il 4 giorno mi sento stanchissimo, non ho forze e sono molto debole, è 2 giorni che prendo lo zerinol.
    Le chiedo entro quanto passerà questo stato di stanchezza e debolezza e riuscirò a rimettermi?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe servire ancora qualche giorno, ma valuti eventualmente con il medico una cura più incisiva.

    2. Anonimo

      Consulteró il medico, solamente mi sono preccupato perché vedo che sono sempre debole e stanco e non capisco perché non mi sento meglio forse perché ancora ha da finire il suo corso l’influenza, spero di rimettermi e la ringrazio

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Confermo, possono servire fino a 10 giorni ed oltre in certi casi.

  13. Giulio

    In questo periodo ci sono molte piogge e umidità.
    Ieri sono sceso dopo una pioggia persistente. Oggi mi brucia la gola, mi fa male la testa e mi sento molto accaldato.
    Forse è l’HIV ?

  14. sharon

    Ho la tosse da un me la febbre alta da 4 giorni da 39 a 40 mal di testa e da 2 giorni starnuto in continuazione e mi piangono gli occhi è ho anche molto muco può essere una forma allergica?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’allergia non giustificherebbe la febbre, raccomando di verificare con il medico (influenza?).

  15. paolo

    salve dottore io ho influenza da 7 giorni, x 4 giorni ho preso nuroffen, e x 3 giorni aspirina c. pero sono come primo giorno ogni tanto mal di testa, un sacco di cataro non sento i odori , e neanche non ho gusto , ne appetito. cosa devo prendere ancora x riprendermi un po??? anche x a lavoro non ho voglia di fare niente. grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Verifichi con il medico che non sia un po’ di sinusite.

  16. Checco

    Buongiorno dottore,
    sono stato dal medico per influenza con febbre, nausea e tanto mal di testa, mi ha dato tachipirina 1000 e neoduplamox 1 ogni 12 ore.

    stamattina alle h8.00 ho preso la tachipirina 1000 in bustina
    alle h12.00 prendo Neoduplamox prima di pranzo e dopo pranzo i fermenti lattici Prolife…
    A che ora posso prendere l’altra tachipirina?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se ha un peso normale da adulto si arrivano a prendere in genere fino a 3000 mg al giorno, ossia tre compresse; idealmente una ogni 8 ore, comunque a non meno di 6 ore dalla precedente.

      L’antibiotico cerchi di portarlo ad uno ogni 12 ore se sono stati consigliati due al giorno.

  17. Anonimo

    Buonasera dottore, tre giorni fa mi sono recato dalla mia dottoressa perché non stavo bene, raffreddore, tosse e mal di gola, mi ha prescritto, dato che sono molto soggetto alle placche, levofloxacina 500 mg 1 al giorno per 5 giorni, e dopo di che, al sesto giorno, iniziare , l’agumentin per 6 giorni. Sono passati tre giorni dall’inizio della levofloxacina, ma sono notevolmente peggiorato, con mal di gola sempre uguale, naso perennemente che cola ogni 3 minuti di orologio e tosse stizzosa che ogni tanto è secca e ogni tanto è grassa; inoltre con una sensazione di malessere e spossatezza generale. Sono riandato dalla dottoressa mi ha detto di sospendere la levofloxacina e iniziare direttamente con l’agumentin per 6 giorni, inoltre mi ha detto di prendere fermenti lattici e fare aerosol con ialoclean e clenil 1 volta al giorno. Ho iniziato tutto oggi, secondo lei entro quanto sarò bene? Cioè per Pasquetta sarò in grado di uscire? Di solito ci vogliono 48 ore affinchè l’antibiotico faccia effetto, quello che non si spiega nemmeno la dottoressa è per quale motivo la levofloxacina non abbia fatto effetto (io penso perché 500 mg al giorno per una persona del mio peso sono relativamente pochi, prendo sempre 1 grammo per qualsiasi antibiotico, non so perché abbia voluto cambiare questa volta) comunque sto male ormai da 4 giorni a questa parte, cosa devo pensare? mi passera entro lunedì?

    Ps. mia madre forse ha contratto un virus intestinale con dissenteria, siccome non vorrei essere coinvolto anche in questo, cosa mi consiglia di fare? Attendo risposta, grazie mille.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      500 mg di levofloxacina sono più efficaci di tutti o quasi gli antibiotici da 1 g che ha preso fino ad oggi; quando si parla di sostanze diverse confrontare la dose perde di significato.

      Fatta questa premessa ritengo che fare previsioni adesso sia difficile, potrebbe esserci un’infezione virale di base (influenza stagionale?) che non risponde agli antibiotici.

      Limiti i contatti con la mamma.

  18. Fabiana

    Buongiorno dottore,
    È da giovedì che mio marito ha la febbre apre intorno ai 38, con tutti i sintomi che sembrano influenzali.
    Gli ho dato il paracetamolo 1000 che gli è l’abbassa ma appena finisce l ‘effetto o cmq verso sera e durante la notte sale.
    I sintomi sembrano quelli influenzali, tosse, naso che cola, dolori muscolari e gola infiammata. Sta prendendo veclam 500 mattina e sera e il farmacista mi ha integrato il nurofen immedia. Possibile che fino a oggi mio marito stia ancora male, siamo al quarto giorno? Grazie

    1. Anonimo

      Grazie mille per la risposta. Essendomi preoccupata ho chiamato la guardia medica, dalla visita sembra i bronchi siano liberi, ha detto deve fare il suo decorso e pure se la febbre sale a 38 non è caso di allarmarsi. Sostiene che sia virale e non batterica e non era necessario l antibiotico. Adesso la febbre è salita nuovamente a 38.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, adesso che è stato verificato direi che può davvero stare tranquilla.

  19. Mara

    Salve dottore ? Da circa una settimana combatto con un forte raffreddore sfociato alla fine in sinusite e la mia dottoressa mi ha prescritto aerosol con fluimucil antibiotico, per quanto riguarda la sinusite ora va meglio( ho fatto la cura x 3 gg ) ma mi è rimasto un dolore generalizzato alla base della lingua ed anche un po’ nel palato.. Sono ancora un po piena di catarro … Può dipendere da ciò ?.. Altri sintomi non ce ne sono … Cosa può consigliarmi di fare ?Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è sicuramente legato a quanto appena passato; purtroppo non posso suggerirle alcun farmaco, mi dispiace.

  20. Luca

    Salve dottore mi sono uscite 4 linfoadenite tra collo e cervicale ma cosa sono? Tumori? Ho 21 anni ho letto del linfoma di hodking

  21. Robert

    Gentile Dottore, io e la mia ragazza abbiamo avuto la febbre (prima io e poi lei, possibile che l’abbia contagiata io), poi a lei è rimasta una tosse stizzosa che ancora persiste e a me, a febbre passata dopo essere stato a contatto con lei (non so se possa esserne stata la causa), mi si è arrossata la gola e mi sono stati prescritti degli antibiotici che sto prendendo.
    Ora volevo chiederle se fosse possibile che continuando a stare a contatto con lei che tossisce spesso (e a volte mi capita in faccia) gli effetti degli antibiotici si annullino. Non vorrei che a cura finita venga contagiato di nuovo. Cosa mi può dire al riguardo?
    La ringrazio

  22. Marco

    Salve Dottore, domani mattina prendo l’ultima dose di antibiotico per un arrossamento alla gola (l’ho preso per 6 gg in totale), che è passato. Nella mattinata domani vorrei fare un’escursione di lieve difficoltà. Ci sono controindicazioni con l’assunzione dell’antibiotico?

  23. Andre

    salve dottore, ho avuto febbre alta 39.5 con vomito per due giorni e perdita di appetito…la febbre è durata 4-5 giorni, ho perso molti liquidi e sono calato di peso. Tuttora mi sveglio da qualche giorno molto sudato nonostante la temperatura è ormai sui 37 – 37.3 e ho una forte stanchezza. E’ normale avere questi sintomi con l’influenza? la sudorazione notturna post febbre che sto riscontrando è normale?
    Inoltre il giorno prima del manifestarsi della febbre ho mangiato in una trattoria carne di pollo che non era cotta bene tanto da non finirla…può questa malattia essere dovuta a qualche batterio ingerito? grazie. saluti.

    1. ANDRE

      salve dottore non mi ha risposta alla precedente richiesta “ho avuto febbre alta 39.5 con vomito e diarrea per due giorni e perdita di appetito…la febbre è durata 4-5 giorni, ho perso molti liquidi e sono calato di peso. Tuttora mi sveglio da qualche giorno molto sudato nonostante la temperatura è ormai sui 37 – 37.3 e ho una forte stanchezza. E’ normale avere questi sintomi con l’influenza? la sudorazione notturna post febbre che sto riscontrando è normale?
      Inoltre il giorno prima del manifestarsi della febbre ho mangiato in una trattoria carne di pollo che non era cotta bene tanto da non finirla…può questa malattia essere dovuta a qualche batterio ingerito? grazie. saluti.”

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Chiedo scusa, mi era sfuggita.

      Ha tuttora valori di temperatura superiori a 37? Da più di 10-15 giorni?

    3. Andre

      grazie dottore. In pratica dopo la febbre alta ho ripreso l’attività lavorativa (a una settimana dall’esordio della febbre con vomito) e la temperatura era sui 37-37.3 per qualche giorno ma non l’ho misurata costantemente. Più che altro nei giorni successivi a questa scomparsa di febbre alta mi svegliavo molto sudato e la mancanza di appetito è durata circa altri 5-6 giorni (ho mangiato molto poco tanto da perdere peso).
      Poi ho iniziato ad assumere antibiotico AUGMENTIN e la sudorazione fin dal giorno successivo è sparita e sto meglio anche a livello intestinale. Secondo lei che può essere stato? una forma influenzale oppure un intossicazione alimentare visto che il giorno prima dell’esordio della febbre e del vomito ho avuto quell’episodio in cui ho mangiato carne di pollo che non era cotta abbastanza? La sudorazione notturna può derivare dai postumi della febbre e debolezza visto che non mi ero ristabilito completamente? attendo una sua cortese risposta. grazie.

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Ci sono mai stati sintomi respiratori (mal di gola, tosse, naso chiuso, …)? Dolori diffusi come da influenza?
      2. In genere gli episodi di sudorazione come quelli descritti sono legati alla febbre (che scende, come normale che succeda di notte verso il mattino).

    5. Andre

      no nessun sintomo quale naso chiuso o mal di gola…l’esordio è stato direi improvviso con brividi e febbre con vomito e gli altri problemi intestinali (diarrea e nausea). La febbre molto alta per i primi tre giorni nonostante la tachipirina presa anche ogni 4 ore…Poi una volta passata la febbre sono rimasti i sintomi di sudorazione notturna e perdita di appetito (veramente non avevo voglio di mangiare) e anche con disidratazione (a causa dei primi giorni di febbre visto non riuscivo a mangiare e quello che mangiavo rigettavo). Poi per quanto riguarda dolori muscolari si ma soprattutto senso di forte debolezza e sensazione come di essere spaesato soprattutto quando ho ripreso ad uscire. Con l’antibiotico la situazione è andata migliorando soprattutto la sudorazione che è sparita. Secondo lei quale può essere stata la causa di tutto? il fatto della sudorazione post febbre ritiene sia come normale decorso in quanto causata dal fatto che ancora non mi ero ripreso completamente?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. La gastroenterite è probabilmente la causa più probabile, difficile dire se virale o alimentare.
      2. Sì, è un decorso che può essere normale.

    7. Anonimo

      grazie dottore. Mi scusi un’ultima cosa… il fatto che prendendo l’antibiotico la sudorazione notturna sia passata fin da subito e i sintomi siano migliorati di cosa può essere indicativo?

    8. Andre

      quindi ipoteticamente anche alimentare? ma una gastroenterite può dare febbre molto alta e durare negli altri sintomi più di una settimana?
      grazie e scusi per il disturbo dottore.

  24. giuseppe

    SALVE MA CON L INFLUENZA SI PUO AVERE BRUSCHI DOLORI ALLA TESTA CHE DURANO 5 -6 SECONDI SPECIFICATA IN UNA ZONA RISTRETTA

  25. Anonimo

    Buonasera dottore, volevo chiederle un informazione: il 25 marzo ho iniziato un ciclo di antibiotico, Amoxicilina e Acido clavulanico per sei giorni mattina e sera a distanza di 12 ore per placche e tosse, inizialmente mi aveva dato la Levofloxacina, ma dopo in terzo giorno ancora non era cambiato nulla, quindi mi ha fatto sospendere il tutto e mi ha dato l’Amoxicilina; a ciclo concluso le placche sono sparite, mentre è rimasta la tosse, un po’ grassa, un po’ secca, insomma, stizzosa, ma credevo comunque che con il tempo si sarebbe stabilizzata, invece, a distanza di un mese e mezzo, questa tosse mi tormenta ancora, qualche giorno di più, qualche giorno di meno, c’è da dire che il cambio di stagione mi causa sempre questo tipo di problema, ossia ammalarmi, ma mai con una tosse che rimanesse per così tanto tempo, mi sono recato dalla dottoressa e mi ha dato un altro ciclo di amoxicilina, io prendo sempre i DOC generici al posto dell’Agumentin, dicono sia la stessa cosa, ma sembra che faccia meno effetto; è solo una mia impressione? Inoltre, secondo lei, risolverò con questa cura? Non è che non mi fidi della mia dottoressa, ma lei va molto a tentativi, quindi vorrei solo il suo parere, se secondo lei risolverò o se si tratta di qualcosa di più particolare… Attendo risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La marca DOC è fra le migliori tra i produttori di generici, li assuma con fiducia.
      Purtroppo a volte la tosse può persistere settimane, di per sé non è necessariamente segno di problemi gravi.

    2. Anonimo

      Più che altro perché ho questa tosse stizzosa e da avantieri un dolore lancinante appena sotto la scapola, se abbasso la testa mi tira tutto fin sotto la scapola, non so cosa possa essere, poi questa tosse secca non dà tregua! Poi non so perché abbia questo dolore fortissimo dietro nella schiena, se sia un colpo d’aria o chissà cosa.. Dice che c’è interazione tra le due cose ? Ossia tra tosse e dolore così forte e pungente sotto la scapola sinistra?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dato il dolore che descrive forse al suo posto verificherei con la guardia medica.

    4. Anonimo

      Ho appurato che il dolore alla scapola era causato da un colpo d’aria. La tosse persiste. Oggi alle 13.00 ho preso la 5 compressa di antibiotico, quindi ho iniziato il 3 giorno, teoricamente la cura antibiotica non dovrebbe iniziare a fare effetto dopo 48 ore? Non capisco.. La tosse è proprio stizzosa, fastidiosa, senza catarro. La dottoressa mi ha detto se ho notato qualche cambiamento nella voce, nelle corde vocali, ma la voce è sempre uguale. Sto avendo proprio paura dottore, ma cosa diamine può essere? Cioè sto prendendo l’antibiotico amoxocillina e acido clavulanico teva e bronchenolo 2 cucchiai al giorno, ma cos’altro devo fare? Secondo lei passerà da oggi alla fine della cura tra tre giorni?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se fosse virale potrebbe servire più tempo, come detto la tosse talvolta ha decorsi molto lunghi.

    6. Anonimo

      A parer suo passerà? Considerando che persiste da quasi 2 mesi secondo lei è una cosa che si risolverà con l’antibiotico? Ps. la dottoressa mi ha detto di prendere anche una compressa al giorno da 0.25 mg di deltacortene e poi scalare. Non ne posso più di tutti questi farmaci

    7. Anonimo

      Buonasera dottore, scusi l’ora, ovviamente non pretendo una risposta a quest’ora. Oggi sono andato in ospedale perché mi è stato prescritto un esame ossia un torace sempre a causa di questa pessima tosse; il referto dice “Accentuazione diffusa della trama broncovasale da correlare con il dato clinico-anamnestico. Seni costofrenici normoespansi. Nella norma le dimensioni e la morfologia dell’immagine cardiovascolare” in altre parole ho una piccola bronchite. Insoddisfatti hanno decido di farmi gli esami del sangue e i valori non corretti sono questi:
      MPV: 8.7 (9.0-13.0)
      GLOBULI BIANCHI 12.60 (4.50-11.00)
      Neutrofili% 76.6 (42.0-75.0)
      Linfociti% 16.0 (22.0-44.0)
      Neutrofili# 9.70 (1.90-8.20)

      Tra parentesi ho messo i valori “corretti” che leggo nei miei esami del sangue, quindi è venuto fuori che è una cosa che va curata con antibiotico, io oggi ho concluso il 4 giorno di agumentin, la dottoressa in pronto soccorso mi ha detto che continuarlo per altri 4 giorni (così da arrivare a 8 giorni di cura) in più mi ha dato terapia Aerosol Broncovaleas 6 gocce + Prontinal 1 FL + fisiologica 2 ML (sto usando del semplice Cloruro di sodio NaCl per la fisiologica) secondo lei in questo modo passerà dottore? Sono molto spaventato, inoltre quando inizierò a sentire i benefici dell’aerosol e dell’antibiotico? poi i valori dei globuli bianchi ecc torneranno nella norma? sto davvero temendo un sacco in quanto non ho avuto ne febbre ne mal di gola, solo questa tosse strana da un mese e mezzo, vedevo tutti i dottori che mi hanno visitato un po’ straniti da ciò… secondo lei come andrà a finire?… Sia franco e sincero..

    8. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, passerà sicuramente.
      Entro 36-48 ore vedrà che avvertirà i primi benefici.
      Certamente, i globuli bianchi rientreranno nella norma.

    9. Anonimo

      Salve dottore… Sono passati altri 2 giorni, anzi, praticamente 3, e ho fatto 5 aerosol (2 giorni e mezzo) ma purtroppo ancora non noto nessun tipo di cambiamento, sono al sesto giorno di antibiotico, me ne avanzano altri due, purtroppo la situazione non è cambiata, si è un po’ attenuata, se prima da 1 a 19 la tosse la avevo 10 adesso da 1 a 10 la ho 8 e mezzo… Mi sembra davvero strano che nei prossimi due giorni si risolverà la situazione.. Cosa mi dice? Perché non va via? Domani sera avviserò il medico, ma secondo lei perché non va via? Inoltre il medico mi ha detto che mi darà il clacid da 500 (claritromicina), ma che senso ha se tanto ho già preso l’agumentin e non mi ha risolto il problema? Non capisco proprio.. Mi faccia sapere cosa ne pensa dottore.. Grazie mille

    10. Dr. Cimurro (farmacista)

      Klacid è un po’ più “forte” e condivido l’idea di verificare domani con il medico; non si spaventi, è un po’ più ostica di quanto pensassimo, ma la risolverà.

  26. Daniela

    Buongiorno dottore
    Ho una forte infiammazione alla gola senza raffreddore che coinvolge orecchie e collo, con febbre da giovedì sera, venerdì picco fino a 38,8 ieri costante sui 38,4 stamattina senza antipiretico 37. Il medico ha diagnosticato venerdì mattina faringite acuta, dal retro del naso esce muco a volte più denso con striature di sangue vivo, devo dire che l’infiammazione e’ molto forte. Un mese e mezzo fa ho avuto una infezione gestita con levoxacin che purtroppo non tollero con effetti collaterali seri e klacid; ho fatto 3 gg con uno e 3 gg con l’altro e mi sono ritrovata con un’importante rettorragia. Temo di dover prendere nuovamente antibiotici, se la febbre scende da sola da 38 a 37 posso pensare stia migliorando o è solo un caso?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il fatto che la febbre sia scesa è sicuramente un ottimo segnale.

  27. Anonimo

    E normale in questo periodo beccarsi l influenza?? Da 2 giorni sentivo dolore al naso con molto muco ora ho mal di gola e un po di febbre…ho il sistema immunitario un po debole…mangio pochissima frutta e verdura…mi potrebbe lasciare un link su come far a potenziare il sistema immunitario?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo può succedere.

      L’unico modo sicuro è migliorare lo stile di vita.

  28. Simona

    Salve. Mio marito ha da lunedì sera febbre a 39 e forti dolori muscolari e alla testa. Inoltre naso chiuso e mal di gola. Con l’assunzione di paracetamolo 1000 la febbre cala a 38 per poi risalire. Recentemente nostra figlia di 5 anni ha avuto sintomi simili e il pediatra ha diagnosticato influenza. Dato che il paracetamolo pare non fare effetto devo consultare il medico o basta andare in farmacia per prendere altro? Abbiamo anche un bimbo di 5 mesi e ho paura venga contagiato…

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.