Aerosol: guida ragionata alla scelta ed all’uso

Ultimo Aggiornamento: 104 giorni

Introduzione

L’aerosol (e non aereosol) è una via di somministrazione di farmaci per la cura di patologie dell’apparato respiratorio: efficacia, sicurezza e facilità di terapia ne fanno uno strumento di elezione per la cura di tosse, catarro ed infiammazioni delle vie respiratorie superiori ed inferiori.

L’aerosolterapia consiste nella nebulizzazione di una farmaco liquido che viene frazionato in piccolissime particelle in grado di raggiungere anche le vie aeree più periferiche: i principali vantaggi consistono

  • nell’azione locale con effetti sistemici (quindi su altre zone dell’organismo) praticamente nulli,
  • un’efficacia particolarmente elevata specie in rapporto alle dosi necessarie
  • e la possibilità di curare in modo selettivo le vie aeree alte, medie o basse.

Aerosol pneumatici

Della famiglia degli aerosol pneumatici fanno parte

  • gli apparecchi a membrana, particolarmente economici ma piuttosto lenti e rumorosi,
  • gli apparecchi a pistone che ha il vantaggio di fornire un nebulizzato più fine ed un’affidabilità superiore dell’apparecchio.

Nei nebulizzatori a pistone, attualmente i più diffusi in assoluto per il rapporto qualità-prezzo, le ampolle di vetro stanno lentamente lasciando spazio a materiali plastici infrangibili, inerti e sterilizzabili, ma che tuttavia si consiglia di sostituire periodicamente a causa di depositi e incrostazioni di difficile rimozione.

La pressione d’esercizio risulta sempre superiore a quella garantita dagli apparecchi a membrana e ci permette di individuare quelli che sono apparecchi destinati ad un uso saltuario (solo in caso di patologie occasionali), rispetto a modelli destinati ad un uso intensivo, ad esempio per pazienti asmatici.

I modelli ad ultrasuoni

Gli apparecchi a ultrasuoni fanno della silenziosità e della velocità di esecuzione il loro cavallo di battaglia, a fronte però di una maggior difficoltà di nebulizzazione di farmaci densi come i cortisonici (ad esempio Clenil® e Prontinal®).

Sono pertanto consigliati per saltuarie applicazioni ai bambini ed in generale a pazienti poco collaborativi.

Gli accessori

La terapia ideale viene effettuata attraverso il boccaglio con bocca serrata e naso chiuso tramite le dita; la mascherina dev’essere utilizzata solo nei casi in cui l’uso del boccaglio non sia facilmente applicabile, come nel caso della somministrazione pediatrica.

Il principale svantaggio della mascherina risulta essere una dispersione del farmaco sulla pelle del viso nonché nelle mucose nasali, conosciute per la loro capacità di filtro.

La forcella nasale non trova applicazione reale, molto meglio per somministrazioni dirette alla mucosa del naso la doccia nasale (per esempio Rinowash®), da utilizzare con una soluzione salina eventualmente addizionata a farmaci, che esercita una vera e propria azione meccanica di pulizia delle cavità nasali. La doccia nasale può essere utilizzata esclusivamente con apparecchi pneumatici con adeguati flusso e pressione d’esercizio.

Aerosol in pratica

  • Una più o meno piccola parte della soluzione di farmaco introdotta nell’ampolla non verrà nebulizzata, ma resterà adesa alle pareti della stessa; è importante quindi allungare il farmaco fino ad almeno circa 3 ml totali per apparecchi pneumatici e 4 ml per quelli ad ultrasuoni per minimizzare la frazione di farmaco non somministrata. Le ampolle hanno infatti volumi ottimali di riempimento per lavorare come previsto in fase di progettazione.
  • La scelta di non utilizzare il boccaglio nei bambini, e a volte nemmeno la mascherina, per rendere meno traumatica la terapia è assolutamente controproducente.
  • A maggior ragione la pessima pratica di effettuare la terapia durante il sonno è assolutamente sconsigliata, perchè il riposo risulta caratterizzato da un flusso respiratorio insufficiente alla buona riuscita della seduta.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sì, sono cortisonici composti dallo stesso principio attivo.

  1. Anonimo

    Buonasera, sono fuorisede per un periodo abbastanza lungo e non ho un medico qui. Sono spesso soggetta a faringiti molto forti e lo scorso anno ho sofferto anche di tonsillite ed otite. DA un paio ho un fortissimo dolore alla gola, naso completamente otturato e muchi giallastri. Ricordo che altre volte una terapia che ha funzionato bene per me era quella di aerosol di fluibbro+clenil, che avrei già in casa, può essere indicata anche in questo caso o è troppo forte?

    1. Anonimo

      *la frase corretta è “da un paio di giorni ho fortissimo dolore alla gola…”

    2. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, è una terapia che può andare bene soprattutto se ha anche tosse, controlli anche la febbre. Ovviamente l’ideale sarebbe farsi visitare da un medico. saluti

  2. Anonimo

    Salve dottore, la mia dottoressa per sciogliere il catarro, (ne sono piena, sembra che fumo 5 pacchetti di sigarette al giorno quando non ne tocco nemmeno una..) che secondo lei è dovuto a allergia (secondo me no), mi ha prescritto areosol con clenil a , tilade e fisiologica … dymista spray mattina e sera e antistaminico la sera.. stamattina mi sono svegliata senza voce e con la gola piena di catarro perciò ho deciso di prendere qualcosa in farmacia .. la farmacista mi ha dato delle pasticche omeopatiche e inoltre mi ha detto che clenil a e anche tilade sono dei cortisonici e il muco lo seccano non aiutano ad espellerlo e quindi mi ha consigliato di farlo solo con fisiologica ..ora volevo chiedere a Lei se questa cosa è vera oppure no

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Tilade NON è un cortisonico.
      Clenil è un cortisonico utile a disinfiammare e ridurre la produzione di catarro, facilitando così l’espettorazione di quello accumulato.

      Prosegua con fiducia la cura prescritta *dal medico*.

  3. Anonimo

    Salve dottore sono una ragazza incinta di 4 mesi. Ieri ho mandato un sms al mio ginecologo per dirle che avevo un po’ di raffreddore e che avevo il naso chiuso e respiravo poco. Il dottore mi ha detto di fare aereosol con clenil e flumucil insieme ad acqua fisiologica. Ho un po’ paura a farla x la mia bambina posso stare tranquilla? Sto facendo solo mezza dose x paura. Grazie x una sua risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Segua tranquillamente le indicazioni avute e a dosaggio pieno, farlo male non serve a nulla.

  4. Anonimo

    buongiorno,
    la pediatra ha prescritto a mia figlia di 3 anni e mezzo aerosol di clenil+fisiologica…
    Posso utilizzare l’aerosol ad ultrasuoni visto che con quello a pistoni l’operazione è alquanto complicata?:)
    grazie!

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si, però il classico aerosol a pistoni, per quanto più rumoroso sembra essere più efficace. saluti

  5. Anonimo

    Buonasera, questa è la 4 volta in meno di 12 mesi che mi viene la bronchite e mi fa male il petto
    Ho finito l’acqua fisiologica che metto di solito con il cortisone nell’aerosol, quindi ho messo solo il cortisone.
    Va bene comunque? Oppure crea qualche problema ?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, potrebbe avere irritazione e sensazione si secchezza, è sempre bene utilizzare la fisiologica insieme.

  6. Anonimo

    Buongiorno, da più di un mese soffro di tosse. Per diversi giorni è stata secca, ora più morbida. Ho preso levotuss per dieci giorni, tosse è calata ma non scomparsa. Di notte non tossisco. Dottore mi ha dato aerosol più prontinal per cinque giorni. Oggi, al secondo giorno, ho avuto attacco di tosse, per circa mezz’ora, con catarro. È normale effetto del farmaco? Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, potrebbe anche essere l’aerosol che abbia modificato la situazione e scatenato la tosse. Continui la terapia e speriamo che la tosse scompaia. Saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Chiedo scusa, non avevo visto le risposte sopra; per concludere la risposta, le confermo che la mascherina porta con sé il problema di perdita del principio attivo sulla pelle, ma permette l’assorbimento da entrambe le vie come descritto dal Dr. Cracchiolo.

  7. Anonimo

    Salve Dottore,
    Vorrei sapere se per il catarro nelle orecchie è più indicato usare la forcella nasale o il boccaglio. Perchè ho letto che l’aerosol usando la forcella nasale è meno efficace dato che il naso fa da filtro naturale e le particelle non riescono a penetrare. Grazie anticipatamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È stato prescritto dal medico? Fluibron?
      Credo che userei la mascherina o la forcella.

    2. Anonimo

      Si, mi è stato prescritto dal medico ma non Fluibron ma il cortisonico Forbest. Crede sia più indicato Fluibron per il catarro alle orecchie?

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, io solitamente per l’aerosol consiglio l’uso della mascherina e di respirare alternativamente con bocca e naso. A mio avviso il forbest è più efficace. Lo diluisca con 2 cc di soluzione fisiologica e sciacqui bene la bocca con acqua dopo ogni seduta di aerosol. Saluti

    4. Anonimo

      Grazie per le vostre riposte. Personalmente non amo molto la mascherina perchè mi dà l’impressione che il farmaco si depositi più sulla pelle bocca/naso invece che entrare nelle vie aeree. Non crede che la forcella nasale è una via più diretta verso la tuba di eustachio e senza inutili dispersioni del farmaco?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, le confermo che la mascherina ha quel problema.

      Posso chiederle se la terapia è stata prescritta dal medico?

  8. Anonimo

    Buongiorno dottore. Io mio bimbo soffre di otiti. Ultimamente gli si é chiuso di nuovo il naso (ma nn cola), senti solo che fa fatica a respirare e di notte russa. Su consiglio della pediatra ho provato il fluirespira ma nn so se lo uso nel modo corretto. Metto il prodotto,metto il cappuccio col beccuccio più piccolo,accendo,spruzzo mia ne esce davvero pochissimo! A lui piace ma io pensavo che fosse un getto più forte dello spruzzo con l’isomar. Senza il cappuccio ha un bello spruzzo potente. Sbaglio io o effettivamente la doccia nasale é così delicata? Anche xke gli metto la soluzione isolotonica e di una filetta metà me la fa finire nella parte dove si raccoglie la parte sporca. M da un consiglio?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi faccia capire meglio; sta usando la doccia nasale con solo acqua fisiologica?

    2. Anonimo

      Si. Stamattina ho chiamato la pediatra e m ha detto di aggiungere fluibron

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è normale che il getto non sia eccessivamente intenso.

    4. Anonimo

      Buongiorno,
      da un mese ho mal di gola solo la mattina e la sera e nessun altro sintomo. Ieri, dopo una settimana di uso di Oki spray per gola che non ha migliorato la situazione, ho fatto la visita con il medico che mi ha prescritto aerosol con cortisone (non ricordo il nome del medicinale). Volevo iniziare oggi la cura perché mi dovevo procurare l’areosol, ma ieri sera e stamattina per la prima volta in un mese (!) non ho avuto mal di gola e le piccole placche che avevo ieri non si vedono più. Posso aspettare e vedere prima di iniziare il trattamento (magari evito di usare cortisone, preferirei)? Il problema è che il medico mi ha detto di fare areosol per 5gg. Io però parto fra 5gg e non mi posso portare la macchinetta dell’areosol. Se aspetto a vedere e inizio domani la cura, facendola solo per 3gg nel caso, servirebbe comunque? O il cortisone è come l’antibiotico, che va usato per un periodo prefissato, altrimenti non funziona?
      Grazie mille.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che il cortisone attraverso l’aerosol è praticamente privo di effetti collaterali, tre giorni di cura sarebbero forse un po’ pochi, meglio quindi iniziarlo oggi e vedere come va.

  9. Anonimo

    Buongiorno dottore,ma l’ acqua fisiologica va sempre messa? (In aerosol ) Il mio medico per le orecchie chiuse e naso chiuso dal catarro mi ha prescritto 1 fiala di CLENIL E 1 fiala di FLUIBRON…..ma non mi ha parlato di fisiologica! È sottinteso che va la fisiologica oppure può essere fatto anche solo con CLENIL e FLUIBRON senza fisiologica ? Grazie in anticipo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La fisiologica si usa se i farmaci prescritti non raggiungono almeno 4-5 ml di volume, usando Fluibron e Clenil assieme non c’è quindi bisogno.

  10. Anonimo

    Dottore ho 15 anni. Mi è stato prescritto per 5 giorni aerosol 2 volte al giorno con clenil e fluibron per catarro fermo nelle orecchie. Infatti da un po’ di tempo avvertivo orecchie tappate. Comunque stamattina ho fatto la prima seduta con aerosol, sento che mi risale catarro dalla gola ma dal naso non mi esce nulla e le orecchie sono tappate uguali a prima…devo aspettare ancora un po’ prima che faccia effetto dove deve far effetto?

  11. Anonimo

    Faccio l aerosol nel naso per la faringite ma devo respirare con la bocca oppure devo tenere la bocca chiusa e e respirare solo col naso?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Bocca chiusa ed utilizzi la forcella nasale se il medico le ha espressamente prescritto di assumere il farmaco per via nasale.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Farà un po’ meno effetto, perchè l’apparecchio faticherà di più a nebulizzarlo correttamente.

  12. Anonimo

    Buonasera dottore ho una brutta tosse secca da ormai 19 giorni. Prima era grassa e ho preso un intero sciroppo bronchenolo, oggi ho sentito il dottore che mi ha detto di prendere levotuss e nel caso di fare aerosol con prontinal e fisiologica visto che la tosse Nn mi fa dormire la notte è in poi ho il bimbo con bronchite asmatica. Ora la domanda è visto che in casa ho solo prontinal è un problema fare l aerosol solo con questo e senza fisiologica?

  13. Anonimo

    Dottore buongiorno, dopo una visita dall’otorino per via di raschiore alla gola mi è stato prescritto forbest da fare con aerosol 1 fiala la mattina e 1 la sera, ho comprato aerosol con beccuccio, non avendo mai usato questo apparecchio volevo sapere se deve essere usato per naso o per bocca ?
    grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il boccaglio si usa per la bocca (ed è quello che deve usare lei), poi dovrebbe trovare anche la forcella nasale se fosse necessario un trattamento nasale.

  14. Anonimo

    Ma la bollitura è necessaria solo alla fine della cura così da conservarlo pulito o serve anche durante i giorni di cura per essere sicuri che il.virus non rimanga attaccato ?cmq è un kit universale che ho preso a parte per adattarlo al mio apparecchio ,è della Angelini e non ci stanno istruzioni all interno della scatola.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, normale una maggior espettorazione (in certi casi è proprio l’obiettivo).
      2. Più probabile che sia nasale.
      3. In genere si fa soprattutto al termine della terapia, prima di riporre l’apparecchio.
      4. Servizio clienti Angelini:

      Tel: 071 809.809
      Fax: 800 862 084 (numero verde gratuito)
      e-mail: servizioclienti@angelini.it

    2. Anonimo

      Anche il numrto verde…Lei è decisamente troppo prezioso, io ormai non riesco a fare a meno dei suoi consigli !

  15. Anonimo

    Dottore come posso pulire e sterilizzare gli strumenti per l aerosol in plastica? non sono in vetro dunque sono scettica a farli bollire ….al momento li lavo sotto acqua calda, è sufficente ? Poi vorrei chiederle una cosa a proposito dei mucolitici, in pratica lo scopo è quello di fluidicare il muco ma quindi una volta fluidificato deve comunque essere espulso con tosse o starnuti o il muco fluidificato viene tipo assorbito e dunque deve smettere di fuoriuscire?questa cosa nno mi è molto chiara anche perchè sono dieci giorni che uso bisolvon e da 3 giorni anche aerosol ma il muco c era prima e continua a esserci( pur avendo i bronchi liberi a giudizio del medico ).

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Contatti il produttore, spesso è possibile farli bollire comunque.
      2. Esatto, per la maggior parte deve comunque essere espettorato attraverso la tosse.

    2. Anonimo

      Quindi durante la terapia con mucolitici (o anche appena finira la seduta di aerosol )è normale notare un aumento del.muco espulso ? Ma anche se espulso dal naso proviene dalle vie aeree inferiori o in questo caso origina solo dall interno del stesso ?

  16. Anonimo

    Rieccomi .Dunque Dottore per eliminare il catarro mi è stato consigliato l aerosol da un medico della guardia medica senza pero avermi speficicato con cosa ,pertanto sto facendo la terapia prescritta a mia madre che, grosso modo, ha i miei stessi sintomi . Si tratta di fluibron , flunitop ed 1 ml di fisiologica . Ora pero vorrei sapere se, secondo il suo parere,soffrendo di irsutismo questo cortisone nebulizzato in faccia ( anche usando il boccaccio cmq dall ampolla fuoriesce il vapore ) non possa anche minimamente incrementare la comparsa dei peli è un dubbio che vorrei chiarire anche per il futuro , secondo lei obiettivamente questo è un rischio concreto in soggetti predisposti? So gia che il cortisone nebulizzato, cosi come quello spalmato sulla pelle, ha meno effetti collaterali rispetto a quello per uso sistemico ,ma in questo caso va ad essere assorbito proprio sulla zona ”sensibile” . In ogni caso le risulta che il cortisone sia sempre prescritto nell aerosol o si potrebbero considerare anche delle valide alternative ? se nell attesa di farmi visitare dal medico ,faccio solo fisiologica e fluibron ritiene sia inefficace? Vorrei tanto rivalutare l aerosol terapia come metodo di cura ma questa paura mi ha sempre bloccata .La ringrazio come sempre per la sua pazienza

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non dovrebbe esserci questo rischio.
      2. Difficile esprimere giudizi sulla terapia, tutto dipende da “cosa” ha sentito auscultandola.

  17. Anonimo

    Buona sera , ho un bimbo di 19 mesi che ha una leggera bronchite asmatica, il pediatra ha segnato aerosol con 5 goccie di breva + cortisone 1/2 fiala prontinal nebul. La cosa difficile nn ne vuole sapere di fare L aerosol C è un altro sistema?? Prende anche un antibiotico
    La ringrazio
    Chiara

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo nulla può sostituire l’aerosol; con il mio primo figlio riuscivamo a farlo solo con lui in braccio alla mamma ed io davanti a lui che facevo il pazzo per i minuti necessari.

  18. Anonimo

    Ho una bambina di sei anni ho il prontinal più la soluzione fisiologica che dosi devo mettere per fargli l’ariosol ha una tosse

  19. Anonimo

    La ringrazio dottore, ma non mi ha detto se alla sera oltre alla soluzione fisiologica devo usare il fluimucil o il prontinal. Grazie ancora.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Questo non posso dirglielo io, ma il medico che ha impostato la cura in base alla diagnosi effettuata.

  20. Anonimo

    Buongiorno,
    Il medico per un dolore all’orecchio, mi ha prescritto l’aerosol 2 volte al giorno, mattino con fluimucil e prontinal, sera soluzione fisiologica e non ricordo se fluimucil o prontinal. Una fiala di ogni per ogni aerosol?
    Purtroppo per tutta settimana il mio medico sarà assente. Grazie

La sezione commenti è attualmente chiusa.