Sintomi ovulazione: i giorni per cercare una gravidanza

Ultimo Aggiornamento: 107 giorni

Introduzione

Quando si cerca volontariamente una gravidanza è senz’altro utile saper riconoscere i sintomi dell’ovulazione, per individuare con buona approssimazione i giorni fertili in cui avere rapporti.

I segni dell’ovulazione non sono difficili da notare una volta capiti alcuni cambiamenti fisiologici dell’organismo femminile, costantemente sotto l’azione di diversi ormoni in grado di regolare il ciclo mestruale.

Alcuni segnali del corpo anticipano l’imminente ovulazione, mentre altri indicano l’avvenuta ovulazione. Anche se di seguito verranno descritti tutti i principali metodi per individuare il periodo dell’ovulazione, e quindi i giorni fertili, nella maggior parte dei casi non è consigliabile prestare eccessiva attenzione a questi aspetti; può essere infatti utilissimo per imparare a conoscere e capire il proprio corpo, ma esiste il concreto rischio di aumentare ansie e stress se la gravidanza non dovesse arrivare subito.

È bene ricordare che anche in una coppia perfettamente sana possono servire fino a 12 mesi per concepire e solo nel caso di donne con più di 35 anni si anticiperà a dopo 6 mesi di ricerca infruttuosa una visita ginecologica di approfondimento.

Il modo migliore per cercare una gravidanza rimane quindi avere regolarmente 3-4 rapporti alla settimana, al limite intensificandoli durante i giorni più fertili.

Vediamo ora i principali metodi per il riconoscimento dei giorni fertili, che si basano su alcune premesse fondamentali:

  1. L’ovulo muore se non viene fecondato entro 24 ore dall’ovulazione.
  2. L’ovulazione è di norma associata a cambiamenti nella temperatura basale, nella composizione del muco della cervice o nella sua posizione.
  3. L’ovulazione può avvenire una sola volta a ciclo; quando si parla di doppia ovulazione questa è da intendersi sempre contemporanea.
  4. Gli spermatozoi sono in grado di fecondare l’ovulo per un periodo fino a cinque giorni successivo all’eiaculazione, ma solo in condizioni ideali (per esempio in assenza di muco cervicale la sopravvivenza viene drasticamente ridotta).

Metodo del calendario

Questo è probabilmente il metodo più conosciuto, anche se in realtà raramente viene applicato in modo corretto.

La maggior parte delle donne pensano che l’ovulazione avvenga sempre al 14esimo giorno, ma non è sempre così. L’ovulazione cade in genere circa 14 giorni PRIMA della mestruazione successiva, che corrisponde al quattordicesimo giorno del ciclo solo per cicli di 28 giorni (e anche in questo caso sono possibili variazioni di 1-2 giorni).

È bene poi sapere che il giorno dell’ovulazione non è il giorno più fertile del mese, hanno infatti maggiori probabilità di permettere il concepimento i due giorni prima dell’ovulazione e una donna è comunque fertile fino a 5-6 giorni prima del rilascio dell’ovulo (5-6 giorni sono la sopravvivenza in condizioni ideali degli spermatozoi in vagina).

Vantaggi:

  • metodo gratuito;
  • affidabile solo per cicli regolari (anche se non necessariamente di 28 giorni).

Svantaggi:

  • inutilizzabile per cicli non regolari;
  • in alcune donne può portare a considerazioni errate nonostante un ciclo regolare (per esempio in caso di fase luteale più lunga o più corta).

Alterazioni del muco cervicale

Se non siete in ovulazione il muco cervicale appare appiccicoso o cremoso, o può essere addirittura completamente assente.

Con l’avvicinarsi dell’ovulazione il vostro muco cervicale cambia nella quantità e nella consistenza, diventando più abbondante, assumendo una consistenza cremosa o a bianco d’uovo ed in grado di elasticizzarsi per tre o quattro centimetri tra le dita.

Photo Credit: http://es.wikipedia.org/wiki/Imagen:Cervical_mucus1.jpg

In alcune donne potrebbe non essere presente in quantità abbondanti, ma si riesce in genere a percepire ugualmente sensazione di bagnato e lubrificazione.

Vantaggi:

  • gratuito al 100%;
  • è considerato uno dei metodi più efficaci ed accurati;
  • conoscerete meglio il vostro corpo.

Svantaggi:

  • ad alcune persone non piace l’idea;
  • non è un segnale accurato, è possibile avere muco cervicale che sembra indicare un periodo fertile e non ovulare (situazione molto frequente in caso di ovaio policistico);
  • alcuni antistaminici, o un farmaco chiamato Clomid, possono asciugare il vostro muco cervicale, il che può rendere difficile individuare l’ovulazione.

Aumento del desiderio sessuale

La natura sa cosa sta facendo (lo sa sempre!); la ricerca ha dimostrato tutto ciò che molti di noi hanno già notato, ossia che le donne manifestano un aumento del desiderio sessuale quando si trovano nei giorni più fertili.

Si tratta in particolare di un paio di giorni prima dell’ovulazione, quando anche il muco è in genere presente in quantità rilevante, proprio nei giorni più fertili del mese (il giorno più fertile non è infatti quello dell’ovulazione, come spesso si pensa, ma i due che la precedono).

Vantaggi:

  • non richiede esperienza o particolari conoscenze per poter essere applicato.

Svantaggi:

  • lo stress lavorativo, la stanchezza e l’ansia legata alla possibile difficoltà di concepimento possono mascherare questo sintomo;
  • non ha altissima specificità, una donna può avvertire un aumento del desiderio anche in altre fasi del ciclo.

Variazione della temperatura basale del corpo

Il monitoraggio della temperatura basale è forse il metodo più popolare usato dalle donne che vogliono rimanere incinte. La temperatura basale del corpo aumenterà di pochi decimi di grado e rimarrà elevata dopo l’ovulazione, Quest’aumento di temperatura è causato da un ormone, il progesterone, che aumenta immediatamente dopo l’ovulazione. Con un grafico della temperatura basale del corpo è possibile rilevare l’aumento della temperatura.

Temperatura basale

Temperatura basale (http://en.wikipedia.org/wiki/File:MenstrualCycle2_en.svg)

La figura rappresenta l’andamento tipico della temperatura basale durante l’intera durata del ciclo.

È quindi bene notare che questo metodo permette di evidenziare l’avvenuta ovulazione, ossia ci permette di capire quando avere rapporti non è più necessario ai fini della ricerca di gravidanza.

Vantaggi:

  • è un metodo a basso costo e quasi gratuito (ad eccezione dell’acquisto di un termometro, che probabilmente avete già);
  • permette di verificare l’avvenuta ovulazione;
  • può aiutare il medico a fare una diagnosi (in caso per esempio di insufficienza luteale).

Svantaggi:

  • conferma solamente l’avvenuta ovulazione una volta passata, non aiuta a capire in che giorni concentrare la ricerca;
  • se avete ritmi di sonno irregolari, o se lavorate durante la notte, la temperatura basale del corpo probabilmente non funzionerà correttamente per la diagnosi di ovulazione;
  • alcune donne si sentono ossessionate dalla propria temperatura e la misurano ogni mattina. Inoltre si preoccupano di ogni piccola oscillazione di temperatura, il che può renderle più preoccupate di quanto già non sono.

Cambiamenti nella posizione della cervice

Così come il muco cervicale fornisce informazioni sul avvicinarsi dell’ovulazione, la posizione della cervice si modifica allo stesso modo. Quando siete più fertili, la vostra cervice si trova più in alto, è più morbida e più aperta.

Photo Credit:http://es.wikipedia.org/wiki/Imagen:Cervix_checkup_(no_description).svg

Alla figura precedente, relativa alla temperatura basale, aggiungiamo le modifiche alla cervice (numero 6).

È un metodo che non ci sentiamo di consigliare, in quanto in genere non aumenta le informazioni rispetto all’osservazione del solo muco cervicale e può aumentare il rischio di sviluppare piccoli disturbi vaginali.

Vantaggi

  • è gratis;
  • conoscerete meglio il vostro corpo;
  • può aiutarvi a capire se siete in ovulazione anche quando il muco cervicale è più asciutto a causa degli antistaminici o del Clomid.

Svantaggi:

  • bisogna avere pratica per capire le sottili differenze;
  • alcune persone non gradiscono l’idea;
  • non è un segno preciso di ovulazione. Come per il muco cervicale, potreste dimostrare segni di fertilità ma non avere veramente ovulato.

Consistenza del seno

Alcune donne sperimentano una accresciuta morbidezza del loro seno appena prima  e dopo l’ovulazione. Ciò è dovuto all’aumento dei livelli ormonali nel corpo, per la preparazione di una potenziale gravidanza.

Vantaggi:

  • è gratis;
  • vi aiuta a conoscere meglio il vostro corpo.

Svantaggi:

  • non è un indicatore accurato dell’ovulazione;
  • il seno può diventare più morbido prima o dopo l’ovulazione, e anche come effetto secondario di alcuni farmaci per la fertilità;

Test di ovulazione

Un altro metodo comune per individuare l’ovulazione è acquistare i test da eseguire sulle urine. Si utilizza attraverso uno stick monouso da immergere in un campione di urina, una volta al giorno, a partire da una settimana prima della prevista ovulazione. Ci sono due linee sulla striscia del dispositivo, quando la linea di test è più scura della linea di controllo, il test ha rilevato un aumento dell’ormone LH (lo stesso ormone che produce il muco cervicale nel periodo fertile) indicando l’imminente ovulazione.

Vantaggi:

  • affidabile e obiettivo, anche in caso di muco cervicale assente.
  • al contrario del metodo della temperatura basale, avete solo bisogno di effettuare il test per una settimana nel momento in cui pensate di dover ovulare.

Svantaggi:

  • è un metodo costoso rispetto ai precedenti;
  • determinare se la linea del test è più scura rispetto alla linea di controllo non è sempre facile (per aiutarvi in questo sono usciti test digitali di più facile lettura).
  • non è un segnale preciso, potreste avere risultati positivi e non ovulare (per esempio in caso di ovaio policistico). È anche possibile avere più di un aumento di LH rilevato per ogni ciclo, ma solo l’ultimo di quelli ottenuti può essere correlato una possibile una ovulazione.

Saliva forma di felci

Un metodo unico e raro di rilevare l’ovulazione consiste nel fare attenzione alla forma microscopica della saliva, un aspetto a forma di felci può essere un possibile segno di ovulazione. Ci sono degli speciali microscopi venduti a questo scopo, ma tecnicamente si potrebbe utilizzare qualsiasi microscopio, anche giocattolo. Un aspetto a felce assomiglia al disegno del gelo su una finestra, appare nel corso dell’aumento dell’ormone LH nel corpo, che si verifica da 24 a 48 ore prima dell’ovulazione.

Photo Credit: http://www.fertile-focus.com/

Vantaggi:

  • è meno costoso dei test di ovulazione, anche perchè l’acquisto va fatto un’unica volta e poi il microscopio potrà essere usato per sempre.

Svantaggi:

  • molte donne trovano difficile capire le differenze di forma;
  • come per il monitoraggio di muco cervicale e per il test, il motivo a felce della saliva non garantisce effettivamente che l’ovulazione si verifichi.

Lieve dolore durante l’ovulazione

Alcune donne sono potenzialmente in grado di capire con facilità il momento dell’ovulazione, perché accompagnata da piccoli dolori alla pancia, simili a quelli provati durante il ciclo mestruale. I dolori sono causati forse da un’irritazione peritoneale in seguito allo scoppio del follicolo e prendono il nome di mittelschmerz (dolore di mezzo, in tedesco); addirittura in alcune donne il mittelschmerz è abbastanza localizzato da permettere loro di riconoscere quale delle due ovaie fornisce l’ovulo in quel mese. In realtà, poichè non si ha la certezza della causa di questa manifestazione dolorosa, non è chiara la correlazione cronologica con l’ovulazione: il dolore potrebbe indicare l’imminente ovulazione o l’avvenuta ovulazione.

Vantaggi:

  • è gratis;
  • non richiede particolare esperienza.

Svantaggi:

  • è poco accurato;
  • non tutte le donne lo provano;
  • le cause del dolore possono anche essere indipendenti dal ciclo mestruale.

Ispirazione a partire da verywell.com, altre fonti: Wikipedia

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Immagino che intenda dire che vede muco fertile da 4 giorni, in questo caso sì, vale la pena continuare ad avere rapporti fino a 1-2 giorni dopo la sua scomparsa.

La sezione commenti è attualmente chiusa.