Perdite in gravidanza: quali e quando sono pericolose

Ultimo Aggiornamento: 541 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Il sanguinamento vaginale si può verificare frequentemente nel primo trimestre di gravidanza e non è necessariamente un segno di problemi; se le perdite ematiche si verificano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, allora può essere spesso un segno di una possibile complicazione.

Alcune cose fondamentali da sapere sul sanguinamento sono:

  • In caso di perdite di sangue si dovrebbe sempre portare un salvaslip in modo da poter controllare quanto e che tipo di sanguinamento si è verificato.
  • Non si dovrebbe mai indossare un assorbente interno od introdurre qualsiasi altra cosa nella zona vaginale, e non bisogna avere rapporti sessuali se si è verificato un sanguinamento.
  • Se si sta sperimentando anche uno qualsiasi degli altri sintomi menzionati qui di seguito in collegamento con una possibile complicazione, è preferibile contattare tempestivamente un medico.

Prima metà della gravidanza

Aborto spontaneo

Il sanguinamento può essere segno di un aborto spontaneo, ma non significa necessariamente che questo imminente. Gli studi indicano che il 20-30% delle donne sperimenta un certo grado di perdite di sangue nei primi mesi di gravidanza, circa la metà delle donne gravide che sanguinano non hanno aborti. Circa il 15-20% di tutte le gravidanze si conclude con un aborto spontaneo, la maggioranza si verifica durante le prime 12 settimane, molto più spesso di quanto si creda senza che la donna si sia accorta della gravidanza..

Tra i principali segni di aborto spontaneo ricordiamo:

  • Sanguinamento vaginale,
  • Crampi nella parte bassa dello stomaco (più forti dei crampi mestruali),
  • Espulsione del tessuto embrionale dalla cavità uterina.

La maggior parte degli aborti non può essere evitata, essi rappresentano spesso un modo attraverso cui il corpo affronta una gravidanza con dei gravi problemi o in cui qualche processo fisiologico non va a buon fine. Un aborto spontaneo non significa che non si può avere una gravidanza futura sana, o che voi stessi non siate sani, ma è spesso solo un meccanismo di protezione.

Gravidanze ectopiche

Le gravidanze extrauterine sono quelle in cui l’embrione si annida al di fuori dell’utero, nella maggior parte dei casi nelle tube di Falloppio. Le gravidanze extrauterine sono meno comuni degli aborti spontanei, e si verificano in un caso su 60.

Segni di gravidanze extrauterine:

  • crampi nella parte bassa dello stomaco (di solito più forti dei crampi mestruali),
  • forte dolore nella zona addominale,
  • bassi livelli di hCG,
  • perdite di sangue.

Le donne sono esposte ad un rischio più elevato se hanno avuto:

  • Un’infezione alle tube,
  • una precedente gravidanza ectopica,
  • precedente chirurgia pelvica.

Gravidanza molare

La gravidanza molare rappresenta una causa rara di sanguinamento precoce. Questa gravidanza  comporta la crescita di tessuto anomalo, invece che di un embrione. Ci si riferisce ad esso anche come malattia gestazionale trofoblastica (GTD).

Segni di gravidanza molare sono:

  • Perdite di sangue,
  • analisi del sangue che rivelano insolitamente elevati livelli di hCG,
  • assenza del battito fetale,
  • ecografia che rileva degli agglomerati a forma di grappoli d’uva nell’utero.

Cause non pericolose

Poiché il sanguinamento che si verifica nella prima metà della gravidanza è così comune (20-30% dei casi), molti si chiedono quali ne siano le cause, oltre ad alcune delle complicazioni già menzionate. Il sanguinamento può verificarsi in gravidanza a causa dei seguenti fattori, oltre alle complicazioni di cui sopra:

  • Le perdite si possono verificare nei 6-12 giorni dopo il possibile concepimento. Ogni donna avrà una diversa esperienza di sanguinamento: alcune avranno delle macchie per poche ore, mentre altre possono averle anche per un paio di giorni.
  • Alcuni tipi di infezione nella cavità pelvica o del tratto urinario possono causare sanguinamento.
  • Dopo il rapporto sessuale alcune donne possono sanguinare perché il collo dell’utero è molto tenero e sensibile. Si devono sospendere i rapporti fino al controllo medico. Ciò serve a prevenire qualsiasi ulteriore irritazione, avere dei normali rapporti sessuali non è causa di un aborto spontaneo.

Seconda metà di gravidanza

Cause comuni di perdite possono essere la cervice infiammata o delle escrescenze sulla cervice. Le emorragie tardive possono costituire una minaccia per la salute della donna o del feto, è quindi necessario contattare il medico tempestivamente in caso di sanguinamento nel secondo o terzo trimestre di gravidanza.

Distacco della placenta

Il sanguinamento vaginale può essere causato dal distacco della placenta dalla parete uterina, prima o durante il travaglio. Solo l’1% delle donne incinte ha questo problema e si verifica di solito durante le ultime 12 settimane di gravidanza.

Segni di distacco di placenta:

Le donne che sono esposte a maggior rischio di questa patologia sono quelle che:

  • Hanno già avuto figli.
  • Hanno giù raggiunto 35 anni di età.
  • Hanno già avuto in passato un distacco della placenta.
  • Hanno l’anemia falciforme.
  • Soffrono di alta pressione sanguigna.
  • Hanno subito un trauma o delle lesioni allo stomaco.
  • Fanno uso di cocaina.

Placenta previa

La placenta previa verifica quando questa si trova inserita, in tutto o in parte, in corrispondenza del segmento inferiore dell’utero. Si tratta d una condizione grave che richiede delle cure immediate. Si verifica in 1 gravidanza su 200. Il sanguinamento di solito avviene senza dolore.

Le donne che sono a più alto rischio per questa patologia sono quelle che:

  • Hanno già avuto figli.
  • Hanno subito in passato un parto cesareo.
  • Hanno subito altri interventi chirurgici sull’utero.
  • Portano avanti una gravidanza gemellare o trigemellare.

Parto prematuro

Le perdite possono essere anche un segno dell’avvicinarsi del momento del parto, possono comparire fino a poche settimane prima del termine sotto forma di muco, normalmente costituito da una piccola quantità di muco e di sangue. Se si verifica in anticipo si potrebbe avere un parto prematuro ed è quindi importante consultare immediatamente il proprio medico.

I seguenti sintomi, se si veirificano prima della 37° settimana di gravidanza, sono segni di parto prematuro:

  • perdite vaginali (muco o sangue),
  • pressione pelvica o sulla parte inferiore dell’addome,
  • mal di schiena,
  • crampi allo stomaco, con o senza diarrea,
  • contrazioni regolari o compressione dell’utero.

Traduzione ed integrazione a cura di Francesca Giannino


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Bietta

    Gentilissimo Dottore, ho 34 anni, sono alta 1.65 in sovrappeso di quasi 10 kg. M trovo a 19 + 1 della mia prima gravidanza, considerata a rischio perché in presenza di prediabete gestazionale e dismetabolismo basale dei lipidi. Mi è stato consigliato il riposo equivalente ad una vita tranquilla, ma io lavoro in proprio e recentemente ho dovuto reggere ritmi di lavoro anche di 12 ore consecutive in piedi. Tutto è proceduto benissimo fino a qualche giorno fa, quando mi è sopraggiunta una leggera influenza con febbre, forte tosse e starnuti importanti (sono un soggetto allergico). Sabato mattina ho avuto un rapporto completo con mio marito, reso difficoltoso da grande secchezza vaginale e dai postumi di una candidosi. Lunedì 3 / 11 sera, alle ore 19.00 senza alcun dolore né contrazione, mi sono ritrovata con un’emorragia caratterizzata da un abbondante flusso di sangue rosso vivo perdurato due ore ed in attuale esaurimento con pochi residui marroncini e leggeri fastidi vaginali ed inguinali. Al pronto soccorso mi hanno sottoposta a visita ostetrica, eco ostetrica ed eco transvaginale. L’esame constata: utero di sviluppo corrispondente all’ EG, non contratto né reattivo, BCF + regolare, ES portio normoepitelizzata, non perdite ematiche in atto, scarse residue in vagina. ECO TV cervicometria 33 mm non funneling spontaneo né provocato, ECO TA feto singolo cefalico, BCF + MAF + , placenta anteriore normoinserita, LA regolare. Alla luce di ciò cosa potrebbe essere accaduto? La cervicometria appare nella norma oppure il collo dell’utero è accorciato? A cosa devo attenermi? Riposo assoluto a letto, oppure vita tranquilla? Al Ps mi hanno tranquillizzata dicendo che potrebbe essersi trattato di capillari rotti. Lunedì 10/11 avrò la visita ostetrica con la mia ginecologa che nel frattempo ho contattato è mi ha ventilato a sua volta la possibilità della rottura di qualche vena varicosa… Posso ragionevolmente sperare? Grazie per l’attenzione

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido l’ipotesi del PS, ma in attesa della visita raccomando di rallentare i ritmi.

    2. Bietta

      Mi sono concessa una settimana di relax assoluto tra divano e letto, finché non vedrò la ginecologa di fiducia. Nel frattempo mi godo i movimenti del bimbo o della bimba e continuo ad essere fiduciosa in assenza di dolori…

    3. Anonimo

      Egregio dottore, mi scuso per l’eccessivo disturbo, ma ho grande considerazione del suo parere.
      Nonostante l’assenza di dolori, oggi percepisco la pancia un po’irrigidita e noto, rari, leggerissimi crampetti vaginali simili a blande contrazioni premestruali, accompagnati da minimo muco giallastro-marroncino.
      Continuo con riposo e Buscopan oppure sarebbe opportuna una visita al ps?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere può continuare, ma in questi casi per ovvi motivi non posso prendermi la responsabilità di garantirglielo; al suo posto sentirei telefonicamente il ginecologo od al limite (sempre telefonicamente) il PS.

  2. ale

    gent.mo,
    sono alla 12 settimana, entro nella tredicesima venerdì prossimo.
    premetto che ho sempre preso progesterone dall’inizio e ho 43 anni;mercoledì abbiamo avuto un leggero rapporto sessuale e da quella sera ho delle piccole perdite marroncine; giovedì sera ho fatto l’eco che non ha segnalato nè distacco, nè altro, il bambino sta bene.
    Mi chiedo se le perdite siano dovute al rapporto e se il prometrium che prendo, 400 mg al dì, debba prenderlo via vaginale come sempre o via orale e comunque quando si consiglia di passare al lentogest intramuscolo?Mi scusi, ma ero tranquillissima prima di queste perdite e ora lo sono meno.Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso entrare nel merito della terapia, mentre probabilmente le perdite sono dovute ad un piccolo capillare rotto a seguito del rapporto.

  3. ariana

    Salve dottore scusa per il disturbo…volevo chiederle un.informazione.essendo che sono.molto agitata e.devo.aspettare domani mattina per fare.gli analisi del sangue…l ultimo mio ciclo lo.avuto.il.nove.ottobbre mi dovevano.venire il sei e.mi e mi sono arrivate il sette delle macchioline di sangue rosa chiaro.ma poche e un liquido bianco queste perdite.le ho fino ad oggi ma sono propio poche e scarse…stamani.o.fatto.il test e risulta positivo . E che vado di due settimane ma o.una paura tremenda per queste.piccole perdite il sangue.nn ne rosso scuro ecc ma chiaro che si mischiA con perdite bianche aspetto la vostra risposta con ansia

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Senta il ginecologo, potrebbe decidere di darle del progesterone.

    2. Anonimo

      Salve dottore.mi.scusi ma e l prima.voltA cosa sarebbe quel medicinale cosa serve…dottore ma.secondo.lei sono.minacce daborto e da ieri che ste.macchiette chiare rosa sono sparite.:( nn capisco niente aspetto.una vostra risposta

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se dovessero ricomparire lo avvisi immediatamente; ha già fissato la prima visita?

  4. elisa

    salve dottore sn a 36sett più 2 e da ieri ke ho perdite bianche e dense,da premettere ke sn stata in ospedale 10gg fa xke avevo le contrazioni e con le flebo di spasmex si sn più o meno calmate,quindi queste perdite indica il parto ke si avvicina a gg ke fare grazie mille

  5. dada

    Salve dottore, sono incinta di 6 settimane e lunedì ho il controllo x sentire se c’è il battito! Lunedì scorso era presente solo camera di 1,3 cm e il sacco vitellino! oggi ho avuto 2 perdite marroncine e bruciore durante la minzione! Queste perdite preannunciano 1 aborto secondo lei? Non do ke fare e ke pensare!

  6. dada

    Mi ha dato il progesterone progestick una volta al giorno e lunedì controllo! Ho paura però!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, è tutto quello che si può fare per ora; mi tenga al corrente, rimango ottimista.

  7. giusy

    Buon giorno dottore volevo sapere io sono tra 2 3 settimana ma ho avuto delle macchi scure da3 giorni il mio ginec mi ha dato pronto gest voi che pensate grazie per li vostro consiglio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Prontogest è il massimo che si possa fare, ora non resta che attendere, ma tenga conto che è molto comune avere piccole perdite nelle prime fasi della gravidanza; mi tenga al corrente.

  8. jesy

    salve dottore sono preoccupatissima sono di 6settimane e è da quando ho scoperto di essere incinta quindi già due settimane fa che ho delle perdite marroncine avvolte più scure con dei filamenti gelatinosi pero questi solo quando mi asciugo e invece nel salvaslip trovo qualche macchia piu o meno sempre della solita consistenza premetto sono già andata al pronto soccorso e là mi hanno detto di fare l’esame della HCG che ho già eseguito e il valore corrisponde alla 6° settimana che ho fatto la settimana scorsa poi dovrò ripetere l’esame ma sono in ansia dovrei preoccuparmi? Ho parecchia nausea e attacchi di fame improvvisi ..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È stato prescritto il progesterone?
      Sono state fatte ecografie?

  9. mary76

    Buonasera..
    io sono alla 5 settimana.appena fatta eco TV e si vedeva camera gestazionale e sacco vitellino.
    ho però delle perdite marroncine da lunedì e rimangono stazionarie.
    Sul salvaslip poco,solo sulla carta igienica un pochino.
    mi han detto che possono essere da impianto.
    Ma quanto durano?
    e l embrione ancora non si vede…so che è presto…ma queste perdite possono compromettere la gravidanza?

  10. noemi

    Salve dottore scusi per il disturbo ho avuto l ultimi ciclo i primi di agosto poi fin al 19 novembre nulla il 19 sono sopraggiunte delle perdite di sangue che ancora oggi 2 dicembre persistono con dei filamenti scuri (di solito li avevo anche durante il ciclo) secondo lei potrebbe essere una gravidanza ho fatto tre test e tutti e tre sono risultati negativi in più ho sempre avuto rapporti protetti.. Cosa potrebbe essere?

  11. noemi

    Altezza 1.60 peso 65 kg.
    Vorrei aggiungere anche che stasera o avuto una grossa perdita di sangue rosso vivo con un filamento grumo non so di preciso scuro molto grande .

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che è sicuramente opportuna una visita ginecologica, le è mai stato diagnosticato l’ovaio policistico?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, raccomando in ogni caso una visita ginecologica per capire le cause degli attuali sintomi.

  12. Ilaria

    Salve dottore io sono incinta di 7+3 ho delle nausee in continuazione ho fatto la prima eco lunedì 8 dicembre ed era tutto a posto pero io 7 anni fa ho avuto un aborto spontaneo ho 26 anni e possibile avere di nuovo un altro? Ho tanta paura su questo io ho gruppo sanguigno B negativo grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile, ma non c’è motivo di pensare che debba succedere.

  13. angelica

    Buongiorno dottore,
    sono in attesa di 6+2, lunedì 8 sono andata in ps per bruciore e mi hanno diagnosticato la candida.
    Stamattina mi sono alzata dal letto, sono andata a far pipì e ho trovato sulla carta delle macchie rosso chiaro quasi trasparenti , lei cosa mi consiglia di fare? Dovrei preoccuparmi o posso aspettare lunedì la visita col mio ginecologo?
    Sono diabetica da prima della gravidanza, diabete lada, peso 60 chili e sono alta 162 cm, faccio insulina 4 a colazione 4 a pranzo di rapida e 4 a cena mista.
    Grazie mille

    1. angelica

      Buongiorno,
      purtroppo son seguita da un ambulatorio per patologie della gravidanza e lunedì ho un appuntamento tramite privato.
      Le perdite le ho riscontrate solamente le prime due volte, poche e chiarissime.
      Ho dato la colpa alla crema che magari mi son graffiata col tubicino e non me ne sono accorta.
      Lei pensa che potrebbe essere un inizio di aborto?
      oppure di cosa si potrebbe trattare?
      Se vedo altre perdite vado in ps ma la ginecologa che mi aveva visitato mi ha detto di non allarmarmi per perdite marroncine o comunque non abbondanti tipo ciclo.
      grazie mille

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido, è molto comune ed in genere nulla di preoccupante, ovviamente non posso darle alcun tipo di garanzie.

    3. angelica

      Grazie mille dottore oggi sto a riposo. Non ho avuto più perdite per fortuna, attendo lunedì il ginecologo e se riscontro problemi andrò in pronto soccorso.
      Grazie mille e buona giornata

  14. Cristina

    Buongiorno dottore, sono incinta con data ultima mestruazione 31 ottobre, ieri ho fatto ecografia e mi è stato detto che la camera gestazionale è un po’ piccolina, lunedì e giovedì dovrò fare monitoraggio beta hcg e in più da ieri sera ho perdite marrone scuro solo su carta igienica! Mi devo preoccupare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Difficile dare risposta in questa fase, dovrebbe a mio parere vivere un giorno alla volta senza illudersi nè rinunciare ad ogni speranza.

  15. rosalia

    ho perdite rosa sn al secondo mese di gravidanza lavoro anche otto ore di seguito che devo fare…..nn ho dolori addominali

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo segnali al medico e, per quanto possibile, non forzi eccessivamente i ritmi.

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.