Pianificare una gravidanza: il muco cervicale

Ultimo Aggiornamento: 2106 giorni

Il muco cervicale fertile è un indizio che l’ovulazione sta per arrivare. Per rimanere incinta è fondamentale avere rapporti durante i giorni fertili della donna, la cosiddetta finestra di fertilità. Rilevando i cambiamenti del muco cervicale è possibile prevedere l’ovulazione e pianificare i rapporti per la gravidanza.

Monitorando il vostro ciclo attraverso la rilevazione della temperatura corporea basale (BBT) ogni mattina, potrete soltanto avere conferma dell’ovulazione dopo che è avvenuta. I grafici BBT comportano la misurazione della temperatura alla stessa ora ogni mattino, prima di alzarsi, e la nota di questa temperatura basale su una tabella o un grafico. Quando la temperatura aumenta di almeno 0,2 C° e rimane alta, indica l’ovulazione).

La figura rappresenta l’andamento tipico della temperatura basale durante l’intera durata del ciclo:

  • Colore rosso – Mestruazioni
  • Colore arancio – Periodo non fertile
  • Colore giallo – Periodo Fertile
  • Colore blu – Ovulazione

Una volta superato il momento dell’ovulazione è troppo tardi per ulteriori tentativi.

Tenere traccia dei cambiamenti del vostro muco cervicale, al contrario, vi permette di predire l’ovulazione prima che accada. Alcune donne possono sentirsi troppo pudiche al riguardo, ma questo è veramente un approccio utile ed efficace.

Ovulazione e muco cervicale.

Con l’avvicinarsi dell’ovulazione il muco cervicale (che a volte viene abbreviato sui grafici BBT come MC) cambia da una consistenza non molto adatta a veicolare lo sperma ad una varietà più fertile in cui lo sperma può sopravvivere e nuotare più facilmente. Poco dopo l’ovulazione il muco cervicale cambia di nuovo e torna ad essere del tipo meno fertile.

Mentre il corpo di ogni donna reagisce in modo diverso, i cambiamenti generali visibili attraverso il muco cervicale sono piuttosto generalizzabili: il passaggio è da secco o appiccicoso, a cremoso, umido,  con la consistenza d’albume d’uovo.

Il momento migliore per avere rapporti sessuali, se si desidera una gravidanza, è quando il muco cervicale si trova nella fase di consistenza a chiara d’uovo, cioè quando l’ovulazione si sta avvicinando.

Come valutare il muco cervicale

  1. In primo luogo, lavate ed asciugare bene le mani.
  2. Trovate una posizione comoda, che sia seduta sul wc, accovacciata o in piedi, magari mettendo una gamba sul bordo della vasca da bagno.
  3. Ponete un dito dentro la vostra vagina, l’indice o il dito medio sono probabilmente i migliori, facendo attenzione a non graffiarvi. A seconda di quanto muco cervicale state producendo, potreste non aver bisogno di andare molto in profondità, ma un campione vicino alla cervice è particolarmente rappresentativo.
  4. Togliete il dito dalla vagina e osservate la consistenza di tutto il muco che trovate. Per farlo guardate sia il muco che la consistenza che notate formare tra le due dita (di solito tra il pollice dell’indice). Inoltre provate a premere insieme le dita e poi lentamente discostarle l’una dall’altra.
    Se ciò che trovate sembra appiccicoso, o riscontrate risultati scarsi, probabilmente non state ancora ovulando. In foto è possibile invece vedere un muco fertile, in grado di allungarsi facilmente all’allontanarsi delle due dita.

Ulteriori consigli nella valutazione del muco

  • Se il muco cervicale è cremoso, l’ovulazione sta per arrivare ma non state ancora ovulando.
  • Se il muco cervicale è umido, acquoso e leggermente elastico, l’ovulazione è probabilmente molto vicina. Trovate il tempo per avere un rapporto.
  • Se il muco cervicale è molto umido e si estende tra le dita per un pollice più, o assomiglia ad albume d’uovo, il vostro muco cervicale è molto fertile. L’ovulazione è proprio dietro l’angolo e questo è il momento ideale per avere rapporti.
  • Se state annotando la vostra temperatura corporea, dovreste annotare sul vostro grafico i risultati del muco cervicale. Le abbreviazioni spesso usate sono sono A per appiccicoso, C per cremoso, U per umido e CU per chiara d’uovo.
  • Non controllate il muco cervicale durante o subito dopo il sesso, o quando sentite eccitazione sessuale.
  • Potete controllare il vostro muco cervicale guardando sulla carta igienica o sui vostri slip, ma poiché potete ottenere un campione migliore dall’interno, fate come descritto sopra.
  • Se avete problemi a prelevare un campione controllate il vostro muco cervicale dopo un movimento intestinale, perché può essere più facile (non dimenticate di lavare bene le mani).
  • Alcune donne hanno campioni di muco che sembra fertile per tutto il loro ciclo. Se questa è la vostra situazione, il test per predire l’ovulazione con il muco cervicale può non funzionare. Prendere la temperatura corporea vi aiuterà ad individuare quali campioni di muco fertili sono collegati all’ovulazione.
  • Alcuni medicinali, inclusi gli antistaminici e, ironicamente, il Clomid, possono asciugare il vostro muco cervicale. In questo caso, potreste non trovare molto muco cervicale fertile prima dell’ovulazione.
  • Se non riscontrate mai o raramente muco cervicale dalla consistenza a chiara d’uovo, parlatene con il vostro dottore. L’infertilità può anche essere causata da qualcosa chiamato hostile cervical mucus.
  • Alcune donne riscontrano che il loro muco cervicale diviene umido o a chiara d’uovo proprio prima delle mestruazioni. Ovviamente questo non può essere segno di imminente ovulazione.
  • Un giorno o due dopo aver avuto rapporti sessuali, potreste confondere il seme con il muco cervicale umido. Con l’esperienza, potrete cercare di distinguere le due cose. Ma al fini di ottenere una gravidanza, si presume che possiate anche avvicinarvi all’ovulazione e quindi segnatelo sul vostro calendario o sul vostro grafico per il controllo.

Fonte: libera traduzione da about.com, a cura di Sara

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Anonimo

    Salve, ho osservato del muco abbondanto filamentoso e trasparente e tratti giallo circa otto giorni dalla data della mia ultima mestruazione.
    Il giorno precedente ho avuto un rapporto non protetto. Potrei aver ovulato prima del previsto o è solo sinonimo di infezione?
    Grazie mille

  2. Anonimo

    Salve dottore… da un Po du giorni a questa parte ho il muco molto denso quasi cremoso…. dovrebbero arrivarmi le rosse per il 28…. cosa può essere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ha particolare significato questo tipo di muco.

  3. Anonimo

    Buonasera dottore… da un Po di giorni… sento una sensazione di bagnato e il mio muco e denso e cremoso…. in più accuso tanta stanchezza.. da cosa potrebbe dipendere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente l’ovulazione è ormai superata, potrebbe quindi essere una leggera sindrome premestruale.

  4. Da

    Salve! Ho avuto le ultime mestruazioni il 26 di marzo da Ieri ho muco trasparenze e filante e ieri sera abbiamo avuto un rapporto non protetto..potrei essere in giorni fertili?☺️☺️

  5. stefy

    Buongiorno, il mese scorso ho avuto abbondanti perdite per almeno tre giorni. Cambiavano di consistenza. Questo mese ho indicato il giorno 9 come possibile ovulazione. Ieri sera ho avuto un rapporto non protetto e stamattina sulla carta igienica ho trovato un po’ di muco simile all’albume d’uovo. Si è allungato di 3cm. Però a differenza del mese scorso non ho dolori e perdite abbondanti. Può essere muco cervicale o muco da eccitazione? Qualche giorno prima ho avuto sempre rapporti non protetti. Può essere che il muco non compaia perché c’è già stato concepimento? Ho un ciclo di circa 35gg. Però è da febbraio che ho interrotto yasmin. Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se si è allungato solo di 3 cm probabilmente non era muco fertile, ma è difficile esserne certi.

    2. stefy

      Immagino sia difficile dare una risposts.Grazie per la tempestiva risposta. Vorrei sapere se l’ovulazione ogni mese ha sintomi differenti? Il fatto di aver interrotto la pillola influisce nonostante il primo mese ovulazione e ciclo siano comparsi? Esclude quindi che ci sia stato un concepimento precedente? Grazie per la disponibilità. Buona domenica

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Potrebbe anche variare leggermente, sì.
      2. Sì, a maggior ragione i primi mesi dopo la sospensione possono essere differenti.
      3. No, non escludiamo nulla, ma sarebbe comunque troppo presto per aver sintomi.

    4. Stefy

      Lei cosa mi consiglia di fare in questo caso? Ho letto che c’è un integratore Inofolic. Oppure devo fare un ulteriore visita ginecologica ( l’ultima è di due mesi fa dopo aver smesso di assumere Yasmin).
      Il fatto di aver ovulato in abbondanza il mese scorso mi aveva fatto credere che tutto sarebbe tornato regolare. Sono mlto scoraggiata.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è nulla di cui preoccuparsi, è normale che una gravidanza possa anche non arrivare subito; si dia tempo.

    6. stefy

      Capisco che la ricerca della gravidanza sia un processo lungo, ma quello che interferisce è il ciclo/non ciclo, ovulazione/non ovulazione.
      Mi consiglia, al di là della serenità con la quale devo affrontare questo percorso, di assumere Inofolic?Non voglio dover aspettare chissà quanti mesi prima di affrontare il problema che potrebbe essere risolto sin da subito.
      Buona giornata

    7. Ste

      La disturbo ancora per informarla che da due giorno ho dolori ai capezzoli. Mercoledì ho avvertito un forte dolore addominale.Simile a quello dell’ovulazione. Così ho avuto un rapporto, ma subito dopo il dolore è sparito. Solo qualche accenno ogni tanto. Ma cosa significano questi sintomi? Mi sembra di essere tornata adolescente. Non sono più padrona del mio corpo perchè non so cosa accade. Addome un pochino gonfio. Speravo in un ciclo o ovulazione ma nulla.

    8. Dr. Cimurro (farmacista)

      C’è davvero troppa ansia e questo si ripercuote anche sulle probabilità di successo; abbia 3-4 rapporti alla settimana e non si preoccupi troppo, la gravidanza arriverà presto.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Allora non assuma nulla; secondo il suo ragionamento potremmo allora pensare di procedere ad un’inseminazione artificiale, per non dover aspettare mesi per un problema che potrebbe essere risolto sin da subito…

      Si procede per gradi, un passo alla volta.

    2. Ste

      Vorrei solo aver ripreso l’attività ovarica. E’ così sbagliato? Già è difficile riuscire a concepire avendo rapporti 2-3 volte a settimana. Se poi il mio corpo interferisce non riprendendo la normale ovulazione e, di conseguenza il ciclo, ho paura che non ci riuscirò mai. Altre sono state più fortunate di me.
      Comunque la rigrazio molto. Questo forum è prezioso e lei è uno dei pochi con cui poter parlare e ricevere risposta.
      Buona giornata.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Comprendo il suo stato d’animo, ma non salterei a conclusioni, può essere che l’ovulazione avvenga regolarmente.

    4. Enza

      Salve Dott. Cimurro.
      Le scrivo per chiarire un dubbio da cui non riesco a venire a capo: informandomi sul muco cervicale in internet, non sono riuscita a capire una cosa, e cioè se in PROSSIMITA’ dell’ovulazione il muco SCOMPARE o se, semplicemente, cambia di consistenza. Su alcuni siti è scritto che diventa giallo e denso, su altri che scompare del tutto e ciò significherebbe che l’ovulazione è IMMINENTE…non so come regolarmi…

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Possono verificarsi entrambe le situazioni, in genere rimane comunque almeno la sensazione di bagnato.

    6. Enza

      Non so se faccio bene.
      Ieri ho visto muco denso e in tarda serata ho fatto test con ovulazione che mi ha dato faccino vuoto.
      Stasera ripetuto test (non ho muco ma sensazione di bagnato sì) e mi dà faccina sorridente lampeggiante, quindi credo che l’ovulazione sia più vicina ma dovrebbe mancare qualche giorno.
      Ora sulla confezione è scritto di ripetere test finché la faccina compare fissa, che indica ovulazione imminente…secondo lei è giusto che inizi ad avere rapporti da subito o devo aspettare?

  6. Giuly

    Salve dottore, ho avuto un cesareo tre mesi fa e siamo di nuovo in cerca di una gravidanza, allatto e non ho avuto capoparto. Il ginecologo mi dice che sto comunque ovulando, il problema é che non avendo ciclo non so come calcolare l’ovulazione. Ieri sera ho avuto dolori all’ovaio destro molto simili ai dolori di quando ovulavo e ho notato muco bianco fluido/cremoso. Secondo lei é ovulazione? Nell’incertezza comunque io e mio marito siamo stati insieme.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi perdoni la domanda, ma il ginecologo ha avallato da subito la ricerca? In genere per evitare rischi si preferisce aspettare un po’ più tempo per dare modo ai tessuti di guarire e recuperare la necessaria elasticità.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, per tornare alla sua domanda, se dovesse ovulare arriverà il ciclo, se così non fosse al 99% significherebbe che è incinta.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.