Aborto precoce ed ovulo chiaro: cause e sintomi

Ultimo Aggiornamento: 144 giorni

Definizione

Se una gravidanza termina prima della ventiquattresima settimana (ventesima secondo alcune società medica) si parla aborto spontaneo. Gli aborti sono purtroppo molto più comuni di quello che si pensa, soprattutto nei primi tre mesi di gravidanza, quando si stima che circa una gravidanza su cinque possa avere fine in questo modo.

La maggior parte di questi episodi avviene perché si è verificato un qualche problema nelle prime fasi dello sviluppo, ad esempio una anomalia cromosomica nel DNA nel feto, e sono quindi quasi sempre indipendenti da qualsiasi possibilità di prevenzione.

 

L’aborto precoce (o gravidanza anembrionica) è un aborto spontaneo che si verifica quando l’ovulo fecondato si impianta nell’utero, ma non si sviluppa e non diventa un embrione.

È anche detto uovo chiaro, perdita dell’embrione o aborto spontaneo precoce, ed è una causa frequente di insuccesso precoce della gravidanza. Spesso si verifica nelle primissime fasi della gestazione, quando ancora non ci si è rese conto di essere incinte (può essere una causa della gravidanza biochimica), e spiega circa un terzo delle interruzioni spontanee di gravidanza.

Quando si rimane incinta l’ovulo fecondato si attacca alla parete dell’utero e tra le 5-6 settimane di gravidanza l’embrione dovrebbe essersi formato; nella gravidanza anembrionica, invece, il sacco vitellino si forma e cresce, ma al suo interno non c’è l’embrione.

Cause

  • Perché avviene?
  • È possibile prevenirlo?

L’aborto precoce spesso è causato da problemi a livello dei cromosomi, cioè delle strutture che contengono i geni, dovuti a ovuli o spermatozoi di bassa qualità, oppure può anche essere causata da anomalie nella divisione cellulare. In entrambi i casi l’organismo interrompe spontaneamente la gravidanza perché capisce che c’è un’anomalia.

I due terzi circa degli aborti precoci sono causati da anomalie cromosomiche.

È importante sottolineare che l’aborto precoce non avviene perché la gestante sbaglia qualcosa ed è quasi impossibile da prevenire. Nella maggior parte delle donne, la gravidanza anembrionica si verifica una volta sola.

Sintomi

La gravidanza anembrionica all’inizio ha gli stessi segni di una gravidanza normale. Ad esempio il test di gravidanza può essere positivo e possono non esserci le mestruazioni. Nella gravidanza anembrionica, tuttavia, i livelli ormonali continuano a essere elevati per un certo periodo di tempo anche quando l’embrione ha smesso di svilupparsi e non esiste più, quindi i test possono continuare a essere positivi e la gestante può avvertire tutti i segni di una gestazione in atto.

In seguito, però, compaiono i sintomi dell’aborto, ad esempio:

  • Crampi addominali,
  • Spotting o sanguinamento vaginale anomalo,
  • Mestruazione più abbondante del normale.

Se avvertite uno di questi sintomi può essere l’inizio di un aborto precoce, tuttavia non tutti i sanguinamenti vaginali nel corso del primo trimestre sono sintomo di aborto. Se avvertite uno o più di questi sintomi, rivolgetevi comunque al ginecologo od al Pronto Soccorso.

Diagnosi

Un ovulo bianco spesso viene confuso con una gravidanza normale, perché il test di gravidanza rimane positivo e continuano ad esserci i segni di una gravidanza in atto.

Proprio per questo di solito è necessario effettuare un’ecografia per diagnosticare la gravidanza anembrionica, cioè per confermare che il sacco vitellino è vuoto; in genere è possibile verificarlo già a partire dalla sesta/settima settimana.

Si richiede in genere una conferma con una seconda ecografia a distanza di 7 giorni dalla prima.

Che cosa succede dopo la diagnosi?

Se avete ricevuto la diagnosi di gravidanza anembrionica, dovete concordare con il ginecologo come procedere.

  • Alcune donne si sottopongo un intervento detto raschiamento (o dilatazione e curettage). Quest’intervento chirurgico consiste nella dilatazione del collo dell’utero e nella rimozione del contenuto per rimuovere immediatamente tutti i tessuti residui, quindi può essere d’aiuto dal punto di vista psicologico e fisico. Può anche essere utile se volete far esaminare i tessuti da un patologo per capire perché si è verificato l’aborto precoce.
  • Un’altra possibilità è l’uso di un farmaco come il misoprostol, a domicilio sotto controllo medico. In questo caso, però, l’organismo può impiegare alcuni giorni per espellere tutti i tessuti. Con questo farmaco, ci può essere un sanguinamento maggiore e maggiori effetti collaterali. Con entrambe le metodologie di intervento la paziente può avvertire dolore o crampi che devono essere curati.
  • Altre donne preferiscono evitare l’intervento chirurgico o medico e scelgono di lasciar espellere i tessuti al proprio organismo naturalmente, anche se purtroppo non sempre è possibile.

Si tratta di una decisione personale, che va comunque presa con l’aiuto del ginecologo.

Prevenzione

Sfortunatamente nella maggior parte dei casi non è possibile prevenire l’aborto precoce da gravidanza anembrionica.

Alcune coppie eseguono i test genetici, se si verificano diversi casi di aborto precoce, ma si tratta in genere di un episodio che si verifica una volta sola e solo raramente si ripete.

La maggior parte dei medici consiglia di attendere almeno 1-3 cicli mestruali regolari prima di cercare di nuovo di concepire un figlio dopo questo tipo di aborto (se molto precoce può non essere necessario).

Si possono avere diversi aborti precoci?

In teoria sì, ma è un’eventualità rara. La gravidanza anembrionica è un evento occasionale e la maggior parte delle donne in seguito riesce ad avere un figlio sano con una gravidanza senza problemi.

Mi hanno detto che non c’era nessun bambino. Ma io avevo tutti i segni della gravidanza e il test di gravidanza era positivo.

I sintomi come l’ingrossamento e il dolore al seno, la nausea e la stanchezza sono causati dall’innalzamento del livello degli ormoni della gravidanza nell’organismo. Da soli non sono sufficienti per capire se il bambino si sta sviluppando correttamente oppure no. Sfortunatamente in questo tipo di aborto i livelli ormonali possono continuare a rimanere elevati per diverso tempo dopo che l’embrione ha cessato di svilupparsi, quindi i test di gravidanza possono continuare a essere positivi e possono continuare ad esserci i segni della gravidanza.

Se non c’era nessun bambino, perché mi sento così triste dopo aver abortito?

Non esistono regole che impongono come ci si debba sentire dopo un aborto precoce. Sei stata incinta, e con ogni probabilità avevi iniziato a pensare al bambino e a fare progetti per il futuro. Anche se hai scoperto che il bambino è venuto a mancare proprio all’inizio della gravidanza, la sensazione di perdita e la tristezza sono reali, specialmente se non ti sei resa conto che qualcosa non andava.

Traduzione di Elisa Bruno

Fonti principali:

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra un aumento ottimo, ma ovviamente raccomando di fare sempre riferimento al ginecologo.

  1. Anonimo

    Salve ho avuto L ultimo ciclo il 17 agosto test subito positivo il 19 settembre il mio ciclo è di 32gg ho molta nausea e tensione seno ho fatto le beta gg fa erano 32230,92 solo che ho fatto un eco oggi (dovevo farla la prox sett ma la gine ha voluto provare a vedere se vedeva qlcs visto le beta alte)solo che ha visto solo camera e sacco vitellino lunghezza 2,37cm ma non vede L embrione io ho 40 anni mi è capitata la stessa cosa nella prima gravidanza andata poi a buon fine era stata fatta L eco troppo presto però ho paura ora devo rifare eco tra una sett cosa ne pensa ?grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, può essere effettivamente troppo presto, non mi allarmerei. In bocca al lupo!

  2. Anonimo

    Salve,dopo anni di tentativi mi è capitato un mese un ciclo anomalissimo,di 41 giorni. Per scaramanzia non volevo fare presto il test,sono arrivata stra-convinta di essere incinta al 10 giorno e passa di ritardo a farlo,maera negativo e poi in giornata m’è arrivato il ciclo! Parlandone col ginecologo,mi ha detto che ho sbagliato a non fare il test dopo poco dal ritardo,perchè poteva essere una gravidanza biochimica. Non mi ha spiegato nulla,quello che sò in merito l’ho letto su internet. Secondo lei,poteva essere?Il test ha dato positivo il giorno dell’arrivo mestruale,ma magari se lo facevo prima mi avrebbe dato positivo? Se fosse stata biochimica,è un buon segno? Ad inizio anno ho affrontato una laparo,secondo il dottore passati i mesi di stop forzato dopo bisogna darsi 6-7 mesi di chances naturali,e quell’episodio risale al secondo mese di tentativi ripresi…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile che lo fosse, e sarebbe stato segno che la coppia è fertile.

    2. Anonimo

      Le prossime volte che ritarda,dopo quanti giorni è consigliato fare il test allora?
      Alla luce di questo episodio,e con 4 mesi di tentativi post-laparoscopia,considerando anche i miei 35 anni e gli anni di tentativi mai riusciti… mi consiglierebbe di darmi un’altro pò di tempo di tentativi naturali,od insistere per procedere a pma di II livello (avendo fatto già tentativi di I )?
      Ho ripreso di mia iniziativa a misurare la temperatura basale,per non sentirmi totalmente inattiva. C’è qualche cosa che può consigliarmi per provare a restare incinta,anche a livello di farmaci,integratori,cose naturali…? Non sà quanto vorrei riuscirci senza dover entrare nel tunnel della pma…ma dopo tre anni e mezzo di tentativi dubito fortemente che ci riusciremo senza farla. Ci saranno delle statistiche no?

    3. Anonimo

      tanto ma tanto tempo fà,abbiamo assunto inutilmente degli integratori entrambi. Ora è tanto che non assumiamo nulla,eccetto io acido folico e metformina per l’insulinoresistenza. Mi ha sempre incuriosita il discorso della “Maca”…lei che opinione ha in merito?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Test al primo giorno di ritardo, sapendo comunque che come abbiamo visto possono esserci delle variazioni nella lunghezza del ciclo.
      2. Aspetterei ancora qualche mese, almeno fino alla fine dell’anno.
      3. Per quanto possibile punterei ad avere 3-4 rapporti alla settimana, ma è importante che non diventi stressante.
      4. Credo poco alla maca.

      Peso e altezza?

  3. Anonimo

    Buongiorno dottore nonostante il progeffik e clexane ho le perdite marroni. Cosa posso fare ? Cercare un altro ginecologo? La visita ce l ho settimana prossima. Sono molto preoccupata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Temo non cambierebbe la situazuone, perchè in questa fase non si può fare molto di più, ma può eventualmente valutare anche il PS.

  4. Anonimo

    Buongiorno dottore tra una settimana vedremo se ci sarà l embrione. Il problema è che le perdite nn mi lasciano nonostante progesterone e clexane. Cosa posso fare? Consultare un altro ginecologo?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si credo sia necessario sentire un ginecologo. saluti

  5. Anonimo

    Salve dott.e ho 19 anni ultimo ciclo il 10 agosto con possibile ritardo di 3 gg .data del concepimento tra il 25 ed il 28,quindi vorrei sapere ad oggi le settumane di gravidanza.inoltre mi sono comparse macchie di sangue vivo e poi marrone ,ed anche liquido verde maleodorante .allora ho fatto una trasvaginale ,ma il dott.e mi diceva di vedere il sacco vitellino ma dentro strano nn notava nulla..i valori del beta 16700 dicono un po alti .le perdite le ho avute x pochi giorni.preciso che ho un ovaie micropolicistiche causata da insulina resistenza..dott.e mi dica è possibile di avere un uovo vuoto??grazie!!

    1. Anonimo

      Nn ricordo bene ma ho detto liquido,che in questi giorni nn sono presenti ,il resto come lo spiega dott.e??

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere stato ancora presto per vedere l’embrione, ma sarà determinante la prossima ecografia; alla prossima visita segnali il colore delle perdite, il verde potrebbe essere indicativo di infezione.

  6. Anonimo

    Aggiornamento della situazione. Buonasera Dott. Dall eco effettuata risulto di poco più di 5 settimane. Il progesterone mi sta aiutando, il sacco vitellino è presente ma ci sono ennesimamente minacce d aborto.ora prendero’ clexane per via del fattore mthfr. Ho una domanda da fare…tempo fa l ematolgo mi prescrisse il metotrexate che secondo lui i miei aborti erano dovuti ad un disordine immunitario. La mia domanda è : se ho minacce di aborto di nuovo ; allora il metotrexate a cosa è servito? A nulla?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non necessariamente, perchè può essere invece che siano minacce e non aborto vero e proprio grazie al farmaco.

    2. Anonimo

      Grazie al metotrexate o il progeffik? Dottore mi hanno dato il clexanne a punture ma posso berle? Perché ol gin mi aveva prescritto le fiale

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, no assolutamente non può berlo, il Clexane va fatto sotto cute, mi raccomando segua scrupolosamente le indicazioni del medico. Saluti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non saltiamo a conclusioni e, senza illuderci, viviamo giorno per giorno.

  7. Anonimo

    Buongiorno dottore. Le aggiorno la situazione…Credo che si sia fermata un altra gravidanza perché non ho più sintomi. Il ginecologo dice che i sintomi nn sono tutto…beh essendo a un altro tentativo andato male purtroppo so troppo bene come funziona. Ora nn so più che strada prendere. ..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non saltiamo a conclusioni, come detto dal ginecologo i sintomi contano poco o nulla (a meno di dolori e/o perdite molto abbondanti).

  8. Anonimo

    Certo la terrò informata! Da quando sto usando il progesterone nn ho più doloretti piccoli e simili alle mestruazioni. Nn ho nemmeno più le piccole perdite. Incrocio le dite in settimana farò l eco i sintomi ci sono ancora , vedrò nei prossimi giorni come proseguirà. A risentirci !

  9. Anonimo

    Buongiorno dottore . Il risultato delle beta dopo 5 giorni di ritardo sono a 1441 quindi sono a circa 5+1 . Sono preoccupata in quanto stanotte ho avuto delle macchioline scure e sentivo la pancia nn troppo gonfia.ora prendo progefikk200 e la pancia la sento di nuovo un po’ gonfia ma ho molta paura . Può essere successo qualcosa? ( sono al 3 tentativo le altre andate male tutte precocemente) grazie dottore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Difficile dirlo, a maggior ragione dati i precedenti.

      Quello che posso sottolineare è che numerose gravidanze del tutto normali presentano perdite ematiche nelle prime settimane, quindi rimaniamo ottimisti.

      Se mi tiene al corrente mi fa piacere.

  10. Anonimo

    Buona sera,porgo una richiesta di un parere urgente,inizio ad essere davvero stressata: Lo scorso anno ho avuto un aborto alla 9 settimana a causa di 6 fibromi uterini che ho tolto poi con laparotomia, dopo circa 9 mesi dall’intervento ho provato nuovamente a rimanere incinta ci sono riuscita ma é andata male da subito(5 settimana)ed il tutto si é risolto naturalmente…2 mesi dopo eccomi di nuovo incinta, ultimo ciclo 28 luglio(durata ciclo medio 31 gg), ho probabilmente concepito intorno al 16 agosto….il 30 agosto le beta erano 5.583…ripeto le beta il 6 settembre 43.590…ho tutti i sintomi che in precedenza non avevo mai percepito,nausee,stanchezza…ma allora perché ecografia del 5 settembre risultava solo una camera gestazionale in utero di 16×4 mm senza alcun eco embrionale? Possibile che anche questa gravidanza iniziata nel migliore dei modi non vada a buon fine? Ho solo 31 anni e mio marito ha già avuto 3 figli da una precedente compagna quindi non credo dipenda da un problema di cromosomi… Vi prego di risponder se é possibile… Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo potrebbe trattarsi di ovulo chiaro… mi dispiace davvero. La situazione andrà valutata con il ginecologo, ma è possibile che verrà ancora considerata solo una tragica fatalità (oppure potranno essere intraprese le analisi necessarie allo studio della poliabortività).

    2. Anonimo

      La ringrazio per la rapidità, facendo un calcolo dal presunto concepimento quando ho fatto l’ecografia ero probabilmente alla 4 settimana non potrebbe essere semplicemente troppo presto per visualizzare un embrione ? Le beta mi sembrano ottime … La ginecologa mi visiterà tra qualche giorno, nel frattempo l’ansia mi stá tormentando!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In effetti è proprio il valore delle beta che mi porta ad essere un po’ pessimista se non si è ancora visto l’embrione, perchè probabilmente è un po’ più avanti di 4 settimane.

      Spero con tutto il cuore di sbagliarmi, se mi tiene al corrente mi fa piacere.

    4. Anonimo

      Buongiorno, ho appena effettuato l’ecografia,é tutto a posto, il mio fagiolino misura 7 mm ed ha un cuore che pulsa…grazie per la sua consulenza

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non sa quanto mi faccia piacere essermi sbagliato! Grazie mille per l’aggiornamento.

  11. Anonimo

    Buon giorno .Dott
    vorrei un parere medico ultima Mestr 29 giugno test effettuato tre giorni dopo il rirardo positivo …le prime beta erano 892 le seconde a distanza di tre giorni 2124 successive 2882 dopo ancora tre giorni 3882 restante che alla prima ecografia di 6 settimana il ginecologo ha visto solo una camera di 4 mml senza embrione possibile sia indietro con la gravidanza perché concepito in ritardo ? grazie per la risposta
    cordiali saluti

  12. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
    Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

    Salve, va valutata la situazione dato che ci sono anche i fibromi, essendo precoce la risoluzione spontanea non è comunque da escludere. Saluti.

    1. Anonimo

      Ma alla mia età ,44 anni se ci riprovo conviene sempre con la fivet di secondo livello o altro. Mi conviene fare esami del cariotipo per evitate succeda nuovamente.Non vorrei si ripresentasse il problema visto che nel centro dove mi sono affidata non selezionano gli spermatozoi validi.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se è stata scelta la FIVET è possibile che verrà consigliata nuovamente questa strada, o al limite la ICSI.

      Purtroppo un episodio può capitare e non è detto che verranno consigliati esami per poliabortività.

  13. Anonimo

    Ieri ho fatto ecografia, dopo un impianto(fivet ) di un ovulo fecondato il 13 luglio e messo il 14. L’ultimo ciclo era del 2 di luglio. Il dott mi ha detto che sarei stata a 6 + 3 settimane. Purtroppo nell’ecografia si vedeva la camera gestazionale vuota. Allora mi ha detto di fare le beta e mi sono recata in ospedale. Lì mi hanno fatto ecografia e anche loro facevano fatica a vedere embrione e hanno detto che l’utero fibromatoso non permetteva una valutazione della camera gestazionale . Mi hanno fatto le beta e rispetto al 4 agosto che erano 987.03 erano salite al 13 agosto a 2958 circa perche gli esami mi han detto che erano parziali. Mi hanno detto che probabilmente e’ una gravidanza che non andra’ a buon fine ma di ripetere esami beta ed eco dopo una settimana. Io sono molto provata da tutti questi esami che ho ripetuto ogni settimana e avendo gia’ 44 anni ho paura che non riusciro’ piu’ ad avere altre opportunità .

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo le confermo che ci saremmo aspettati un valore più elevato; se non dovesse andare bene non disperi, con la sua età c’è sicuramente modo di riprovare.

    2. Anonimo

      La ringrazio e ripeterò ecografia ed esami per capire il da farsi …in quanto non so in questi casi si fa il raschiamento oppure l’espulsione della camera avviene in modo naturale?

  14. Anonimo

    La ringrazio per la sua tempestiva risposta e spero di riuscire a trovare una soluzione.

  15. Anonimo

    Buongiorno Dottore, vorrei un suo parere sui miei problemi…
    Ho 37 anni cerco un secondo figlio da 4 anni, sono affetta da endometriosi da quando avevo 24 anni e non ostante i tanti problemi ,dopo una cura a 29 anni, sono rimasta incinta del mio bambino con una gravidanza difficile ma terminata nel migliore dei modi.
    Il bambino quand’è nato ha avuto dei piccoli problemi e tra i vari esami mi hanno comunicato che aveva un isoimmunizzazione materno fetale anti-A.
    Dopo la gravidanza sono stata benissimo, non ho più avuto problemi e dolori che avevo prima.
    Da poco prima della mia ricerca di un altro figlio, ho problemi di forti infiammazioni vaginali che precedono il mestruo (si verificano sempre l’utima settimana del ciclo tranne quando rimango incinta).
    In questi anni ho avuto 5 aborti precoci (si verificano tra la 4° e la 7° settimana)
    Ho fatto molte cure, mi sono rivolta anche ad un centro PMA , tanto che già al primo tentativo sono rimasta incinta ma ho abortito subito dopo il test, ho fatto un altro tentativo, ma con tutti i problemi che mi ha portato la cura ormonale non voglio continuare per questa strada anche perchè non ho problemi a rimanere incinta ma a mantenerlo.
    Nessuno riesce o vuole capire dove sta il problema…
    Dopo una mia ricerca, ho trovato che, in alcuni casi l’utero riconosce l’ovulo fecondato come un corpo estraneo e lo rigetta e penso che questo si possa ricollegare all’isoimmunizzazione riscontrata in mio figlio.
    Cosa posso fare? ho letto che ci sono delle cure che possono proteggere l’eventuale ovulo fecondato da forme di rigetto, è così?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo temo che sia una situazione al di là delle mie competenze, mi dispiace, ma non vedo alternative a un centro di eccellenza come il S. Anna di Torino o simili.

  16. Anonimo

    Ho letto ora che è un farmacista va bn lo stesso ogni parere va bene nella vita è che sono molto giù con il morale e vorrei un parere tutto qui.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace molto per quanto accaduto, purtroppo so cosa di prova; in linea di massima il flusso dovrebbe partire a breve, ci aspettiamo che nel giro di qualche giorno al massimo le perdite diventino mestruazioni.

      Solo un dubbio, l’impianto questa volta è avvenuto in utero?

    2. Anonimo

      Si è avvenuto in utero c’è la camera ma dentro è vuota il così detto uovo chiaro. Per ora perdite nn ne ho anche se mi si sono diminuiti i sintomi da gravidanza. La pross ho un eco per vedere come va e poi si decidè. Sono in buone mani ma devo dire che la fortuna non è dalla mia parte. Essendo giovane e consapevole che nn é una malattia come sentiamo nella quotidiedanietá la prendo così. Prima di fare un altro intervento nn si potrebbe passare con farmaci ed aspettare? Infinitamente grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Data la situazione non c’è particolare urgenza di intervenire ed ho speranza che l’organismo si renda conto di quanto successo e provveda autonomamente alla mestruazione.

    4. Anonimo

      Scusi x le ecreative domande ma sono una ragazza che piace informarsi ma più o meno il così detto sanguinamento o ciclo in quanto tempo avviene ci vogliono giorni o settimane? Io avrei fatto subito l intervento perché così inizio subito a lavorare a stare con i colleghi insomma a prendere una vita regolare uscire visto che sono quindici giorni in mutua. Grazie mille per lè risposte le sono veramente grata.

  17. Anonimo

    Salve vorrei una risposta da un ginecogo/a. Mi hanno diagnostimato un aborto interno e due anni fa una gravidanza ecstrau terina e mi hanno tolto la tuba sx. Ora la mia domanda è quasta ieri ho fatto un eco e si vedeva il cosiddetto uovo chiaro e nella serata ho avuto crampi e piccole perdite marroni dopo quanto tempo o avviene il sanguinamento? Grazie mille ma sonore terrorizzata ad andare sotto i ferri. Grazie mille attengo risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma purtroppo nessun ginecologo collabora al momento con il sito; può fare riferimento al sito medicitalia.it.

  18. Anonimo

    Buongiorno dottore. Vorrei se possibile un parere in più. Ho avuto tre aborti precoci. L ultimo era chiaro. Dopo il secondo aborto la terza gravidanza l avevo curata con cardioaspirina e acido folico per via di un problema di trombosi risultata da vari esami. Ora mi sto curando con immunosoppressori , Perché secondo l ematologo ho un disordine che mi porta ad abortire precocemente e mi provoca anche trombosi di conseguenza. La mia domanda è al quarto tentativo se andrà male ennesimamente..dove posso rivolgermi? Un altro problema è che dopo il.ciclo continuo ad avere perdite curate con tranex ma che si ripresentano. Il ginecologo non risponde.alla visita effettuata due settimane fa c era qualcosa che non convinceva il ginecologo ” vedeva un sacco vetellino. Ho fatto le beta e sono negative e comunque dopo due giorni è arrivato il ciclo. Cosa può essere? Perché ho questo spotting? Dove posso rivolgermi se al 4 tentativo va male. La prego mi aiuti ormai sono stressata e nn riconosco più il mio corpo . Grazie anticipatamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Centro di infertilità.
      2. Per il secondo problema aspetterei di vedere come va il prossimo ciclo, ma ovviamente continui a cercare il ginecologo per avere il suo parere.

La sezione commenti è attualmente chiusa.