I centri per la fecondazione assistita in Italia

Ultimo Aggiornamento: 940 giorni

Link sponsorizzati

In Italia, come nel resto del mondo occidentale, sono sempre di più le coppie che decidono di rivolgersi a centri che praticano la fecondazione assistita (altrimenti chiamata fecondazione artificiale); per venire incontro a questa crescente domanda è stato creato un apposito registro che raccoglie tutti i centri autorizzati a trattare i problemi di infertilità (o sterilità).

Il Registro Nazionale della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) è stato istituito con un Decreto Ministeriale del 7 ottobre 2005 come attuazione dell’art. 11 Legge 40/2004; la gestione del Registro, affidata ad un’unità operativa del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute, ha lo scopo di valutare l’efficacia e la sicurezza delle tecniche di fecondazione artificiale  per poter  garantire i migliori risultati alle coppie che vi si affidano. Il Registro raccoglie annualmente da tutti i centri italiani che applicano le tecniche di riproduzione assistita i dati anonimi sui cicli di trattamento effettuati, sui protocolli terapeutici utilizzati, sulle complicanze sui risultati ottenuti e sul follow-up della gravidanza e dei nati.

Se da un lato quindi gli operatori sanitari hanno un importante punto di riferimento nazionale per poter costantemente migliorare le tecniche di fecondazione artificiale utilizzate, dall’altro la popolazione che si rivolge ai centri specializzati ha la sicurezza di affidarsi ad un centro per la fecondazione riconosciuto ed autorizzato dal Ministero della Sanità.

Le finalità del Registro sono quindi diverse ed orientate sia ad operatori sanitari che a pazienti:

  • censimento dei centri per il trattamento dell’infertilità presenti sul territorio nazionale,
  • rilevare le caratteristiche tecniche ed i servizi offerti dai centri specializzati per il trattamento dei problemi di sterilità,
  • raccolta dei dati sull’efficacia, sicurezza ed esiti delle tecniche per consentire il confronto tra i centri,
  • consentire a tutti i cittadini scelte consapevoli riguardo ai centri ed ai trattamenti.

Il Registro Nazionale della Procreazione Medicalmente Assistita mette a disposizione un utile sito web, alla pagina http://www.iss.it/rpma/, in cui è possibile reperire diverse informazioni utili:

  • Centri autorizzati all’impiego della fecondazione assistita
  • Introduzione teorica all’infertilità e tecniche di fecondazione artificiale
  • Attività del registro
  • Segnalazione di corsi, conferenze e manifestazioni legate al mondo della fecondazione artificiale

Centri Fecondazione Assistita

I centri per il trattamento dei problemi d’infertilità vengono classificati dal Registro Nazionale su 3 livelli diversi, sulla base delle tecniche a disposizione dei pazienti:

Tecniche di I Livello

  • inseminazione sopracervicale in ciclo naturale eseguita utilizzando tecniche di preparazione del liquido seminale;
  • induzione dell’ovulazione multipla associata ad inseminazione sopracervicale eseguita utilizzando tecniche di preparazione del liquido seminale;
  • eventuale crioconservazione dei gameti maschili.

Tecniche di II Livello

(procedure eseguibili in anestesia locale e/o sedazione profonda)

  • fecondazione in vitro e trasferimento dell’embrione (FIVET);
  • iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo (ICSI);
  • prelievo testicolare dei gameti (prelievo percutaneo o biopsia testicolare);
  • eventuale crioconservazione di gameti maschili e femminili ed embrioni (nei limiti delle normative vigenti);
  • trasferimento intratubarico dei gameti maschili e femminili (GIFT),zigoti (ZIFT) o embrioni (TET) per via transvaginale ecoguidata o isteroscopica.

Tecniche di III Livello

(procedure che necessitano di anestesia generale con intubazione)

  • prelievo microchirurgico di gameti dal testicolo;
  • prelievo degli ovociti per via laparoscopica;
  • trasferimento intratubarico dei gameti maschili e femminili (GIFT),zigoti (ZIFT) o embrioni (TET) per via laparoscopica.

Per accedere all’elenco dei centri autorizzati dall’homepage del registro, http://www.iss.it/rpma/, si clicchi su Centri in Italia.
Dalla homepage del registro fare click su “Centri In Italia”.
Dalla pagina che si aprirà selezionare il collegamento Elenco dei centri in Italia.

Cliccare sul collegamento in rosso, "Elenco dei centri in Italia"

Si aprirà a questo punto una nuova finestra del browser su cui è possibile selezionare con un click del mouse la regione di interesse dalla cartina sulla sinistra.

Selezionando con un click la regione di proprio interesse, alla destra della cartina compaiono i centri autorizzati.

Si segnala infine che cliccando sull’intestazione del centro è possibile reperire ulteriori riferimenti al centro stesso,  quali numero di telefono, responsabile del centro, tipo di centro (pubblico o privato) e data di inizio attività; appare infine un ulteriore collegamento (— Apri scheda centro —) che consente di conoscere nel dettaglio i servizi offerti dal centro.

E’ possibile quindi in questo modo conoscere studi, ambulatori e centri specialistici a cui rivolgersi anche semplicemente per un colloquio.


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. GRACIELA ISABEL

    HO FATTO UNA INSIMINAZION EN EL ANNO 2006. VOGLIAMO PROVARE NUOVAMENTE, TUTTI DUE STIAMO BENE. CONSIGLIAME UN BUON GINECOLOGO.

    1. admin

      Purtroppo non occupandomi di questo campo non sono in grado di consigliarle uno specialista in particolare.

    2. laura

      sono una amica che vorei aiutare unaltra amica ma lei cia 47 anni ma si puo fare qui in italia la fecodazione a questa eta aiutatimi e fademi sapere ok grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Che io sappia non ci sono limiti di età, ma a prescindere dal luogo potrebbe non essere così facile.

  2. paula

    mio conpagnio e affeto da la fibrosicistica..e posibile aver un banbino .con la insiminazione artificiale???aspeto la vostra risposta con tanta ipazienza….grazie tanto

    1. admin

      Dipende dalla gravità della situazione, sarà probabilmente necessario rivolgersi ad uno specialista che prescriverà gli esami necessari a verificare la condizione attuale.

  3. ilaria

    salve,vorrei sapere se,anche in italia,si puo fare la fecondazione artificiale,se si è una coppia lesbo? sarei lieta di una vostra risposta…grazie mille

  4. claudia

    buonasera, vorrei avere informazione per quanto riguarda la fecondazione assistita per me che sono single e vorrei avere un figlio. Ha 45 anni (46 il 4 luglio 2011). E’ possibile qui in Italia effettuare una fecondazione senza avere un compagno? E soprattutto posso avere indicazione su come iniziare ed essere seguita ogni passo. Abito in Liguria. Grazie e attendo risposta….

  5. cinzia

    Buongiorno, Ho 49 anni e da sei mesi non ho ciclo mestruale.
    purtroppo per me l’amore è arrivato tardi e cosi’ nonostante sto’ vivendo una storia affettiva molto bella le caldane mi rovinano e la voglia di avere un figlio di entrambi rimarra’ solo una fantasia!!! Se non fosse proprio cosi’ malinconica e sterile la situazione puo’ consigliarmi qualche rimedio spedendo una mail al mio indirizzo? Grazie e…. la nomino da adesso padrino anche se solo virtuale.

    1. admin

      Purtroppo l’unica alternativa è provare a rivolgersi al suo ginecologo o, in alternativa, ad un centro per la fertilità.

  6. Mariacri

    buongiorno dottore, ho iniziato ieri il mio percorso in un centro per la procreazione assistita, ho fatto il primo prelievo del sangue e la prima ecografia al terzo giorno di mestruazione, la ginecolaga mi ha detto che nell’ovaio destro (quello che ha ovulato questo mese) vi era del liquido, residuo del corpo luteo…sul momento non ho avuto la prontezza di chiedere a cosa fosse dovuto… può aiutarmi a capire??? ho la prossima eco lunedì pomeriggio e sinceramente non riesco a restare con questo dubbio… Grazie e buon lavoro

    1. admin

      Credo che non si tratti di nulla che possa impedire un concepimento; non mi occupo di questo campo, ma credo che semplicemente il corpo luteo (una ghiandola che si forma dopo l’ovulazione e che in assenza di fecondazione viene eliminata con il flusso mestruale) non fosse (ancora?) completamente stato eliminato, d’altra parte immagino che le sue mestruazioni durino più di 3 giorni, giusto?

    2. Mariacri

      Gentile dottore, come le ho scritto in precedenza, sono seguita da un centro per la fertilità…martedì avrei dovuto fare l’isteroscopia diagnostica, tuttavia mia ha chiamato la dottoressa dicendomi che dal tampone sono risultata positiva al mycoplasma…ma cos’è? a cosa è dovuto??? la presenza di questo batterio può impedire il concepimento? la cura è: bassado 100 mg due volte al dì per me e mio marito x 10 gg, fermetti lettici, cleocin 2% crema ginecologica x 6 sere, peroxen schiuma. ma questa cura può veramente eliminare il batterio?? grazie in anticipo per la risposta

    3. admin

      La cura ha l’obiettivo (e la concreta possibilità) di risolvere l’infezione; questo le consentirà di aumentare le probabilità di successo e diminuire la possibilità di pericoli per il feto.

    4. Mariacri

      gentile dottore, a due mesi dalla fine della cura per sconfiggere il mycoplasma, ho rifatto il tampone e il risultato è stato negativo! le ultime mestruazioni le ho avute il 26 maggio…ovviamente con mio marito abbiamo avuto rapporti frequenti durante l’ovulazione. è accaduto che circa quattro giorni dopo il picco ovulatorio ho avuto (ma solo una volta) una perdita rosata, dolori ai reni (solo per due giorni), e ancora oggi dolori al basso ventre e seno gonfio con i capezzoli molto dolenti al tatto…sinotomi che so perfettamente potrebbero essere premestruali ma, avendo debellato il mycoplasma (che ho letto potrebbe impedire la fecondazione) spero si tratti di sintomi precoci di una gravidanza. che ne pensa? il mio ciclo in media è di 27 giorni, quando posso fare il test di gravidanza? posso farlo già domani?

    5. admin

      Dal primo giorno di ritardo può fare il test (con la prima urina del mattino); mi faccia sapere, io incrocio le dita.

    6. Mariacri

      caro dottore, le mestruazioni non sono ancora arrivate, secondo i miei calcoli sarebbero dovute venirmi ieri…il mio ciclo in media è di 27 giorni (ho fatto il calcolo sommando la durata di sei cicli successivi). non ho il coraggio di farmi il test, ho troppa paura di illudermi ancora una volta! inoltre ho i miei soliti sintomi premestruali: pesantezza e mal di gambe, ogni tanto mal di pancia e vertigini. ho letto che i sintomi si assomigliano ma tra i sintomi precoci della gravidanza non ho mai letto male alle gambe. non so che fare e pensare! mi consiglia di aspettare? Grazie per l’attenzione

    7. Mariacri

      buongiorno dottore, dopo tre giorni di ritardo, sabato ho fatto il test, risultato negativo. ieri mattina mi sono arrivate le mestruazioni… anche questo mese una grossa delusione. tra una settimana farò l’isteroscopia al centro per la fecondazione che mi sta seguendo… spero bene. grazie per il sostegno. Mariacri

    8. admin

      Sono sicuro che arriverà presto anche il suo momento, mi tenga al corrente.

    9. Mariacri

      Gentile dottore, dopo tutti gli esami fatti al centro per la fertilità, in cui è stata dignosticata una infertilità idiopatica di coppia e, quindi, senza una reale causa…con mio marito abbiamo deciso, per velocizzare i tempi, di sottoporci ad una inseminazione intrauterina (IUI) che abbiamo fatto lunedì. ora devo aspettare due lunghissime settimane prima di fare il test del bhcg. vorrei avere una informazione: quanti spermatozoi devono essere trasferiti per aumentare la riuscita della fecondazione? le chiedo questo perchè al centro la biologa mi ha detto che la quantità era discreta (ossia 1.200.000 di spermatozoi completamente sani!) e che l’importante era che fosse più di un milione. poi la ginecologa che mi ha fatto il trasferimento mi ha detto che andava bene come quantità…mi è comunque rimasto il dubbio… Grazie per l’attenzione! Mariacri

    10. admin

      Come sa non mi occupo di questo campo, ma ad intuito credo che le valutazioni della ginecologa fossero assolutamente ragionevoli e plausibili.

  7. diana

    sono una single vorrei èerò avere un figlio con la fecondazione artificiale a chi mi posso rovolgere?

    1. admin

      Non mi occupo di questo campo, ma temo che in Italia non sia possibile per motivi legali; a questo proposito mi permetto di suggerire di valutare a fondo la scelta da un punto di vista etico-morale.

  8. nunzia

    salve sono una ragazza di 26 anni da poco mi sono resa conto di essere sterile
    vorrei sapere informazioni sulla fecondazione assistita se e possibile farla e quando potrebbe venire a costare,in quanto il mio desiderio e avere un bambino e questo mi a portato anche a depressione non poterne avere
    non so io aspetto una vostra risposta
    e dove vi trovate di preciso con un tel in modo tale che posso contattarvi grazie saluti

    1. admin

      Premesso che non mi occupo di questo campo, e non sarei quindi in grado di aiutarla concretamente, sarebbe necessario avere qualche dettaglio in più per poterle rispondere; la diagnosi di sterilità è stata fatta da un ginecologo? Per quale causa?

  9. nunzia

    la ringrazio di avermi risposto ,io ho il ciclo regolare ma o l utero piegato percio non mi permete ti avere il seme
    si puo fare qualcosa se e si mi puo dare qualche numero o email a cui possorivolgermi grazie di tutto

  10. nunzia

    mi a consigliato la fecondazione assistita pero non ho piu chiesto niente le mi potrebbe dare qualche email su dove posso contattare qualche clinica dove fanno la fecondazione assistita ?
    mi puo contattare anche sulla mia email se le compare

  11. Andrea

    Buongiorno,

    vorrei chiedere una informazione:
    In giungo 2011 sono stata operata al lutero in senso che mi hanno trovato un polipo. Dopo il controllo e la biopsia del polipo tutto andato bene. Il mio marito fatto lo spermogramma completo e adesso sono pasati 5 mesi e il bebè non arriva. Vorrei chiedere (come che io ho 34 a il mio marito 41 anni) se devo aspettare quando la natura si dicide o provare inseminazione? Mi riesce dare qualche dritta dove devo rivolgermi?

    1. admin

      Fino ad 1 anno è assolutamente normale; si ricordi l’acido folico, abbia rapporti nei giorni giusti e si sottoponga se ancora non l’avesse fatto agli esami di routine in preparazione alla gravidanza.

  12. Andrea

    Grazie, ho provato per tre mesi di seguito usare l’accido folico dopo intervento. Vorrei chiedere se si può usare più di tre mesi?

  13. Taff

    Buongiorno
    Io sono zéro positivi, éd. Sono sposato ma mio moglio è négativa . Abbiamo gia fatto 2 volte la fecondazione artificiale a un centro di firenze ma niente. Nostri sogno è di avéré dei bimbi. Cosa possiamo fare? Aspettiamo la riposta con impazienza . Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non ho modo di aiutarla, se ha avuto la necessità di rivolgersi ad un centro di fecondazione artificiale siamo già oltre le mie competenze (limitate ad ovulazione e piccoli di problemi di ipofertilità).

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Deve valutarlo con il suo ginecologo o con lo specialista che la segue.

  14. mohamed

    volgio consiliarmi un centro per fare la seminazione artificiale in piemente

  15. Francesca

    Buongiorno, ho 40 anni e da circa 2 anni sto cercando di avere un bambino, senza riuscirci. dopo aver fatto delle analisi ho scoperto che le ovaie non funzionano, il ginecologo mi ha fatto prendere il clomid che ha risolto ma niente bimbo. Ad oggi sono 43 giorni che non mi torna il ciclo, test negativo, ho paura della menopausa, possibile’

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Una menopausa a 40 anni è poco probabile.
      Quanti cicli di Clomid ha fatto?
      Suo marito ha effettuato lo spermiogramma?

  16. deddy

    salve dottore ho 50 anni e mio marito 53, abbiamo avuto esperienza di due gravidanze con ovodonazione e tutte e due andate a male il primo alla settima settimana ho abbortito il secondo dopo quattro settimane, sia il ginecologo che avevamo che questo centro non sanno dare una risposta a questi aborti?oltre ad essersi comportati da medici superficiali non mi hanno molto seguita durante i brevi periodi e alla fine neanche cercare la causa di questi aborti facili. dico che dietro al desiderio di una coppia di coronare il sogno di avere un bambino ci sono anche tanti macellai affamati di soldi che non solo operano con scarsa etica e moralità ma non seguono e non danno neanche una risposta a chi si affida alle loro mani. secondo lei se ci rivolgiamo ad un centro di fecondazione assistita in italia potrebbero aiutarci? distinti saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non posso che confermare quanto scrive, dove ci sono soldi che girano purtroppo anche in ambito medico ci sono veri macellai senza alcun rispetto per la persona.
      Suggerirei di provare in Italia presso uno dei centri di riferimento, come per esempio potrebbe essere il S. Anna, anche se la legislazione vigente non permette l’applicazione di tutte le possibilità terapeutiche.

  17. sara

    salve io sono una ragazza di milano di 29 anni e dato che non riesco a trovare un compagno con cui fare figli e dato che li desidero molto vorrei sapere se anche in italia fanno l’inseminazione artificiale alle donne single come me xke all’estero non ci posso andare e non mi fido grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Credo di no, ma non ho mai approfondito la questione da un punto di vista legale; anche se non è questa la sede, mi permetto di invitarla a ragionarci a fondo, è ancora giovane e crescere un figlio non è una passeggiata nemmeno in due.

  18. morena

    salve dottore volevo informazione quanto costa l’inseminazione in vitro in italia?e potresti darmi qualche nome di un centro?LA RINGRAZIO

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Le variabili sono molte, ma proprio questa mattina una signora mi parlava di di circa € 500 di ticket nella regione Toscana (i ticket possono variare da una regione all’altra); per quanto riguarda i centri se riesce ad appoggiarsi ad uno vicino a casa è sicuramente utile, ma in alcuni casi conviene affrontare spostamenti più lunghi per evitare regioni con liste di attesa di due anni.

  19. lilli

    Buongiorno,
    dopo 6 mesi clomid senza nessun esito, io nessun problema specifico e mio compagno spermiogramma ok il ginecologo mi ha detto di rivolgermi ad un centro pma, volevo chiedere se sono a pagamento, quanto e se tempi attesa lunghi…grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Quelli privati sono abbastanza costosi ma hanno liste d’attesa cortissime, al contrario quelli pubblici (e ce ne sono di altrettanto validi) hanno costi decisamente inferiori ma purtroppo hanno in genere liste di attesa molto più lunghe.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dipende dal tipo di procedura che verrà scelto, ma in ogni caso non sono in grado di fornirle esempi; l’ordine di grandezza è (molto indicativamente) di qualche migliaio di euro.

  20. safaa

    bonjorno io ho menopausa da 2 anni ma prendo la pillola per farla vinire adesso il mio disiderio un bambino posso . e con che cosa ho 42 anni grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ne parli con il ginecologo che conosce tutta la sua storia clinica, ma purtroppo non sono ottimista.

  21. Luna

    Buonasera dottore. Vorrei gentilmente sapere che tipo di tecnica dovremmo utilizzare io e la mia compagna per avere un figlio? Siamo due ragazze e volevamo sapere il nome della tecnica che prevede l’iniezione nel mio corpo di spermatozoo e del suo ovulo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si tratta di fecondazione eterologa ed in Italia è vietata per legge; raccomando di valutare a fondo pro e contro della scelta con un ginecologo di fiducia e, se ancora dell’idea, servirà recarsi all’estero.

  22. Luna

    Grazie per aver risposto dottore. Quanto potrebbe costare orientativamente? Premetto che non ho bisogno di alcuna cura ormonale perché le mie condizioni sono ottime.

  23. Caterina

    Buonasera dottore, ho 52 anni, non sono ancora in menopausa e vorrei un figlio. Quali metodi e opportunità ci sono, in Italia o all’estero, per donne della mia età? La ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Le tecniche sono le stesse a disposizione delle donne più giovani, ma è importante prima valutare a fondo con l’aiuto di un ginecologo i rischi di salute legati a questa scelta sia per lei che il neonato.

  24. angioletto

    buongiorno dott, ho effettuato la mia 1°visita ad 1 centro pma ed il dott. mi ha prescritto i seguenti esami del sangue effettuati il 3°gg dall’inizio del ciclo,gentilmente Le chiederei un suo parere:
    ormone anti mulleriano 1,0
    deidroepiandrosterone solfato 180
    estradiolo 47,0
    lureotropina 4,1
    follitropina 6,3
    testosterone 0,61
    tireotropina 2,49
    delta 4 androstenedione 2,97

    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Per provare a fornirle qualche impressione (NON sono ginecologo) le chiederei i valori di riferimento (relativi al solo periodo follicolare).

  25. angioletto

    Buongiorno, come da Lei richiesto le inoltro i valori di riferimento in ordine di come glieli ho indicati:
    * 0,0-12,6
    * 35-430
    * menopausa 0,00-32,2 fase follicolare 19,5-144,2 fase luteinica 55,8-214,2 picco ovulatorio 63,9-356,7
    * fase foll 2,0-12,0 fase lut. 0.5-16,9 menop. 16.0-52,3 picco ov. 9.0-76.0
    * fase lut. 1,5-9,1 fase foll. 2,5-10,2 picco ov. 3,4-34,0 menop. 23,0-116,3
    * 0,14-0,76
    * 0,30-5,00
    * 0,30-3,30
    grazie mille, saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’ormone antimulleriano non è elevatissimo, ma probabilmente è ancora compatibile con una gravidanza naturale (quanti anni ha?) e per il resto mi sembra tutto bene.

  26. angioletto

    ho 36 anni dunque ovulo normalmente e potrei avere una gravidanza??? grazie

  27. ste

    buonasera,ho45 anni e mia moglie 42.Abbiamo fatto già effettuato 2 inseminazioni purtroppo con esito negativo, Lo specialista che ci segue, ha pero ‘ specificato che il prossimo sarà l ‘ultimo tentativo che potremo fare data l ‘età. Vorrei sapere da Lei se c ‘è qualche legge in Italia che limita i tentativi di procreazione assistita .Grazie e buonasera

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Quindi sono stati fatti attraverso strutture pubbliche?

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.