Farmaci per la cura delle emorroidi (e non morroidi)

Ultimo Aggiornamento: 1542 giorni

Link sponsorizzati

Esistono diversi farmaci per la cura delle emorroidi, tuttavia possiamo dividerli in due grandi famiglie: farmaci ad uso topico o locale e farmaci ad uso orale.

Tra i farmaci ad uso locale troviamo poi tre forme farmaceutiche più o meno equivalenti fra loro, ossia unguenti, schiume e supposte; tutti e tre questi tipi di farmaci per la cura delle emorroidi agiscono di norma sulla sintomatologia con l’obiettivo di diminuire i fastidiosi effetti collaterali ad essa correlati (bruciore, fastidio, prurito, dolore e sanguinamento).

La maggior parte dei farmaci ad uso topico sono associazioni di un cortisone con un anestetico locale; a questa categoria appartengono ad esempio Proctolin, Emorril, Prepacort, Doloproct, Ultraproct… Alcune formulazioni prevedono poi l’aggiunta di ulteriori sostanze ad azione vasculo-trofica, disinfettante o lubrificante (ad esempio Proctosedyl, Proctosoll, …)

Tutti questi farmaci sono di libera vendita e possono essere usati con relativa tranquillità per periodi di tempo limitati ad alcuni giorni, in generale se ne sconsiglia l’uso durante la gravidanza. Il principale effetto collaterale, peraltro non particolarmente frequente, è una reazione allergica all’anestetico locale che può manifestarsi dopo alcuni giorni di trattamento continuo. Tutte gli unguenti contengono nella scatola anche un applicatore utile per l’applicazione interna del prodotto.

La principale controindicazione relativa ai prodotti contenenti cortisone è la presenza di emorroidi sanguinanti, specie quando si manifesta un vero e proprio gocciolamento; in questo caso il cortisone può essere causa di ritardo nella cicatrizzazione e si preferisce quindi l’uso di prodotti che non lo contengano, ricordiamo per esempio Ruscoroid e Preparazione H, quest’ultima utilizzabile anche in gravidanza.

Molto spesso di questi prodotti esiste anche l’equivalente in supposte, con le stesse indicazioni ed effetti collaterali.

Ricordiamo infine per dovere di cronaca la presenza sul mercato di un prodotto in crema, a nome commerciale Antrolin, contenente nifedipina, un calcioantagonista in grado di rilassare la muscolatura locale. L’uso è tuttavia limitato dalla richiesta di prescrizione medica.

Quando la terapia con un farmaco ad uso locale non risulta soddisfacente è possibile sostituirla od affiancarla ad una cura orale, attraverso l’assunzione di compresse o bustine; i prodotti più famosi in questo caso portano il nome di Venoruton, Tegens, …che non richiedono ricetta medica oppure, passando a quelli con obbligo di prescrizione, Daflon, Arvenum, Doven, Alven, …

Questi farmaci sono dotati di azione capillaro-protettrice, utile sia in caso di presenza che assenza di sanguinamento.


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Dan

    Salve Dottore, e mi scusi per i sbagli, non sono italiano. Ho una picolla hemoroida interna, dopo aver prese daflon 500 per 15 giorni (2 al giorno) sembrava di essere sparita, pero è ritornata ieiri, pero molto picola e interna. Posso riprendere con il daflon 500, magari prendendo 4 al giorno? Grazie mille!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere sì, ma le raccomando anche e soprattutto la conferma del medico.

      Attenzione alla dieta, che deve essere leggera, senza cibi piccanti, …

  2. mauro

    Salve dottore
    ho una piccola amorroide e sento un po di dolore.sto prendendo daflon 500 2 compresse al giorno.volevo sapere se devo finire tutta la scatola sono 30 compresse. e cosa cambia rispetto al prisma
    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È stato prescritto dal medico? È sicuro che le abbia detto 2 al giorno?

    2. Anonimo

      Nel foglio illustrativo c’è scritto 2 volte al giorno ma non per quanti giorni..

    3. Anonimo

      Me le ha date il farmacista sono senza obbligo di ricetta. ma non ho chiesto x quanti giorni vanni prese..

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, allora proceda con due (talvolta i medici aumentano la dose per una maggior efficacia).

      In genere si continuare fino a 7-10 giorni dopo la completa scomparsa dei disturbi.

  3. Amilcare

    Buonasera dottore, ho diciotto anni e da circa 4/5 mesi ho notato una pallina esterna sull’ano (in realtà trattasi di un piccolo puntino indolore e che “non si muove” se sollecitato con le dita). Non c’è alcun sintomo se non un bruciore che svanisce dopo alcuni minuti, specie dopo stitichezza. Cosa potrebbe essere? Grazie

    1. Anonimo

      Quindi cerco di assumere una maggiore quantità di liquidi e fibre per evitare stipsi in futuro… per ora può bastare? Grazie

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ottimo, ma raccomando il parere del medico per coadiuvare la guarigione della situazione attuale.

    3. Anonimo

      Grazie per la risposta. Quindi è possibile che, nonostante la giovane età, si possa trattare già di malattia emorroidaria? Anche in assenza di una sintomatologia?

    4. Anonimo

      Mi scuso dottore, c’è stato un malinteso. Nel post precedente ho parlato inappropriatamente di stipsi. Mi volevo riferire ad un unico episodio di difficoltà nella defecazione con emissione di feci dure. Grazie

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, chiedo scusa, in ogni caso sì, può succedere anche da giovanissimi.

    6. Anonimo

      Sono io a dover chiederle scusa per non aver specificato bene. Informandomi in internet ho letto che se fosse una infiammazione emorroidaria (esterna) essa dovrebbe essere dolorosa al tatto e muoversi e si tratterebbe di una fase già avanzata (nota come trombosi). Io sinceramente non mi riconosco in tutto questo. Lei cosa ne pensa? E se fosse davvero questo, è operabile? Buona serata

    7. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sarebbe tutto risolvibile, ma probabilmente nel suo caso è qualcosa di molto più banale.

    8. Anonimo

      Grazie mille. Per ora solo dei risciacqui con acqua calda potrebbero servire?

    9. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non credo che servirà un intervento, non usi acqua né troppo calda né fredda, pratichi semplicemente igiene intima con acqua appena tiepida.

    10. Anonimo

      Gentilissimo. Generalmente il “puntino” scompare autonomamente o vi è il bisogno di farmaci anche da banco?

    11. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi permetta di dirle che sta perdendo tempo, meglio una visita medica per avere una diagnosi esatta e, con quella, scegliere la terapia migliore (se necessaria, e comunque al 99% si tratterebbe solo di farmaci).

  4. Maria

    Ho le morridi interne.Spesso mi fanno male. Cosa devo usare e se esistono supposte

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, esistono anche rimedi in supposte, ma purtroppo non posso consigliare farmaci.

  5. Anonimo

    Ok, ma in assenza di sintomi credo che non occorra fare niente (sempre se è questa patologia). La ringrazio e le auguro una buona giornata!

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.