Inositolo, gravidanza, ovaio policistico ed ovulazione

Ultimo Aggiornamento: 1729 giorni

Introduzione

Inositolo, una molecola promettente per l'ovaio policistico

Inositolo, una molecola promettente per l'ovaio policistico

L’inositolo è una molecola presente in natura sotto molteplici forme chimiche (isomeri), ma la conformazione più comune è quella chiamata mioinositolo; è classificabile come carboidrato, anche se in realtà il potere dolcificante è quasi nullo ed il gusto appena percepibile.

In passato è stato chiamato vitamina B7, ad oggi questa definizione è considerata da molti autori impropria perchè, mentre le vitamine per definizione devono essere assunte con la dieta in quanto non sintetizzabili dall’organismo umano (nutrienti essenziali), è stato dimostrato recentemente che l’inositolo sempra che possa  essere prodotto autonomamente dal corpo umano a partire dal glucosio.

L’inositolo si trova anche in molti alimenti, in particolare nei cereali, nelle noci, nella frutta specialmente in meloni ed arance, oltre che nelle carni.

Le funzioni svolte da questa sostanza sono numerose:

  • regolazione del metabolismo degli zuccheri,
  • supporto nella costituzione delle pareti cellulari,
  • regolazione di alcune funzioni legati alla trasmissione di segnali cellulari (per esempio per regolazione delle concentrazioni intracellulari di calcio e del potenziale di membrana)
  • modulazione dei segnali del sistema nervoso per regolazione dei livelli di serotonina,
  • riduzione dei livelli circolanti del colesterolo nel sangue,
  • regolazione di alcuni meccanismi di espressione genica,

ma scoperte recenti ne hanno decretato l’efficacia come supplemento sopratutto in altri ambiti, primo fra tutti la terapia dell’ovaio policistico.

Antidepressivo

Alcuni studi piuttosto rigorosi hanno dimostrato l’efficacia dell’inositolo ad altissime dosi anche nella cura del disturbo ossessivo compulsivo, una patologia che si manifesta sotto forma di comparsa di pensieri continui (ossessioni) che inducono il paziente colpito a combattere l’ansia che ne deriva attraverso specifici rituali (compulsioni). Nella maggior parte dei casi i rituali finiscono col prendere il controllo delle loro vite.

Il principale studio condotto in questo senso, scientificamente abbastanza rigoroso ma purtroppo svolto solamente su 13 pazienti, sembra dimostrare l’efficacia di questa sostanza nel trattamenti dei disturbi depressivi in genere, quantomeno quelli caratterizzati da un punto di vista biochimico da alterazioni delle trasmissioni nervose fondate sulla serotonina.

Sulla base di questi risultati ipotizzo che l’inositolo possa avere, ma è solo una mia opinione, un utile effetto collaterale nelle donne affette da ovaio policistico che cercano una gravidanza, ossia un sensibile per quanto blando effetto antidepressivo in grado di diminuire le ansie legate alla ricerca ed aumentare così la probabilità di successo.

Ovaio Policistico

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS oppure sindrome dell’ovaio micropolicistico) è la causa più comune di infertilità femminile legata all’assenza di ovulazione. Molte donne non sanno di soffrire di ovaio policistico finché non cercano una gravidanza, ma senza successo, e si rivolgono quindi al ginecologo, che effettua la diagnosi principalmente sulla base delle evidenze dell’ecografia, oppure sulla base della presenza di uno o più dei sintomi maggiormente caratteristici:

  • Ciclo irregolare e spesso anovulatorio,
  • Eccessiva crescita di peli sul viso,
  • Acne,
  • Disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, che coinvolgono principalmente l’insulina.

Fino a pochi anni fa il trattamento classico prevedeva la somministrazione della pillola anticoncezionale (ed eventualmente della metformina in caso di squilibri insulinici, legati cioè all’utilizzo degli zuccheri) per qualche mese per ristabilire una situazione ottimale a livello delle ovaie, dopodichè si tentatavano rapporti mirati eventualmente coadiuvati da farmaci, come Clomid.

Più recentemente è diventato al contrario molto più comune il consiglio, da parte del ginecologo, dell’uso regolare di integratori a base di inositolo, scelta che garantisce una buona efficacia e sopratutto la totale di assenza di effetti collaterali.

Inositolo e ricerca di gravidanza

Diversi studi hanno ormai dimostrato l’efficacia dell’inositolo nel trattamento della sindrome dell’ovaio policistico (tra cui anche diversi in italiano) ed in particolare di molti disturbi ad esso associati:

  • promuove una corretta ovulazione e quindi regolarizza il ciclo mestruale,
  • migliora l’utilizzo del glucosio circolante (glicemia),
  • riduce la quantità di ormoni maschili circolanti (riduce quindi l’eccessiva crescita di peli),
  • migliora la pressione sanguigna,
  • migliora i livelli circolanti dei trigliceridi.

Osservandone gli effetti ed i benefici da un punto di vista più ampio emerge chiaramente che l’effetto dell’inositolo è diretto su una regolarizzazione ed ottimizzazione di diversi sistemi metabolici ed ormonali, tant’è che se ne è dimostrata l’efficacia anche per il trattamento della sindrome metabolica (situazione in cui il paziente ha la contemporanea presenza di diverse patologie fra cui pressione alta, diabete, colesterolo alto, trigliceridi alti, obesità).

Da sottolineare con forza è il fatto che gli effetti collaterali, ad oggi, sembrano essere del tutto trascurabili (sicurezza inositolo).

Integratori in commercio

In Italia sono ormai disponibili in farmacia diversi integratori utili alle donne che soffrono di ovaio policistico e desiderano una gravidanza; premesso che il parere del ginecologo rimane a mio avviso fondamentale per la scelta della referenza e delle dosi, citiamo i più noti (prezzi consigliati rilevati il 29 ottobre 2011, dove non diversamente indicato si intende con inositolo il mio-inositolo):

Nome Contenuto principale
Prezzo
Inofolic 20 buste 2 g inositolo, 400mcg ac. folico € 13.50
Inofolic Plus 20 buste 2 g inositolo, 400mcg ac. folico, 1.5 mg melatonina € 27.50
Inofert 20 buste 2 g inositolo, 400mcg ac. folico € 13.50
Chirofol, 20 capsule 250 mg D-Chiro-Inositolo, 200 mcg acido folico € 16.00

Sottolineiamo che, dove presente, l’acido folico in genere può sostituire quello in uso, che ricordiamo è indispensabile assumere fin dall’inizio della ricerca di gravidanza per ridurre il rischio di malattie del sistema nervoso del feto (ma si raccomanda anche in questo caso il parere preventivo del medico).

Per approfondire:

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. sara

    Capito! Grazie infinite, valuteró con il medico che dovrò vedere a breve quando ho tutti i risultati dei prelievi. La terrò aggiornata, buona giornata e ancora grazie!

  2. sara

    Mi scusi se la disturbo di nuovo ma riguardo ai dosaggi ormonali lei personalmente quando mi consiglierebbe di farli domani al 2 gg oppure venerdì al 33 gg? Ho letto un pó in rete e sono ancora più confusa…

  3. Elena

    Ciao dottore volevo chiedervi io sto cercando una gravidanza da 2 ani,fino adesso non sono rimasta incinta perché avevo itsh alto .Tuti altri risultati e analisi tutto bene,avevo sentito di SINOPOL secondo lei lo posso prendere?Sto facendo anche una cura con CLOMID si possono prendere ne lo steso tempo.Grazie mile saluti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo può sicuramente valutare con il ginecologo.

      Il TSH ora è nella norma?

  4. susi

    Salve saprebbe spiegarmi la differenza tra myo onositolo e d-chiro inositolo e quando é preferibile l utilizzo dell’uno e dell’altro? Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono due forme diverse della stessa molecola, al momento non è ancora chiaro se una sia nettamente superiore all’altra e pertanto si vedono prescritte più o meno indifferentemente.

  5. Anonimo

    Gentile dottore,
    Sto assumendo chirofert che a quanto mi risulta è a base di inositolo da 40 giorni. Io ho un problema di ovaie micropolicistiche, che mi hanno dato finora cicli abbastanza lunghi, di 33 34 giorni. La mia domanda è può questo integratore aver allungato la fase luteale? La mia è sempre stata di 14 giorni,contati dal giorno in cui sento un dolore al fianco ben riconoscibile e che quindi è il giorno dell’ovulazione. Questo mese ho avvertito questo dolore giorno 12, e ad oggi, quindi 17 giorni dopo, ancora niente ciclo. Premetto però che ho avuto rapporti solo in giorno 6 e 19, entrambi rigorosamente protetti con preservativo dall’inizio alla fine. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Improbabile, ma occasionalmente può capitare una fase luteale un po’ più lunga.

    2. Anonimo

      Però non penso possa non essere collegato al fatto che assumo chirofert! Lei come lo spiega?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Come detto, occasionalmente e senza particolari motivi può succedere.

  6. L.

    Salve, l’antibiotico augmentin puó limitare l’efficacia dell’inositolo (inofolic)?

    1. L.

      Grazie ed invece interferire con l’ovulazione nel caso di assunzione proprio in quei giorni?

  7. Anonimo

    Salve Dottore,
    ho 26 anni, assumo da due mesi dikirogen per regolare il ciclo che in questi ultimi mesi è molto irregolare, per ritorno dell’ ovaio micro-policistico
    Le volevo chiedere, visto che il dikirogen costa un po, se prendessi in alternativa inofocil o un altro hanno la stessa funzione? oppure il dikirogen è quello migliore?
    la ringrazio in anticipo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Più o meno a parità di dose di inositolo gli effetti sono paragonabili, ma ovviamente l’ultima parola spetta al ginecologo.

  8. Angela

    Salve dottore, sto assumendo inositol della long life, ma ho un dubbio, la farmacista molto velocemente mi disse che ogni compressa era di 850g, sul retro ho avuto modo di leggere varie cose che mi hanno confuso, le riporto quello che c’è scritto:
    Dose giornaliera: 2-4 compresse da 0,850 g Cad.
    Dosi giornaliere Per Confezione:50-25
    INGREDIENTI PER DUE (2) COMPRESSE
    Inositolo 1000mg
    E al lato riporta in grande 500mg integratore alimentare di Inositolo.
    Ora, quanti mg ha una compressa? 500 o 850 ?
    Le mando i miei saluti!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La compressa pesa in tutto 0.850 g, di cui 0.500 g (ossia 500 mg) sono di inositolo.

      In altre parole la dose per compressa di inositolo è 500 mg.

  9. Anonimo

    Salve, ho letto pareri positivi sull’assuzione di Inofolic. Non soffro di ovaio policistico ma dopo la sospensione della pillola non ho avuto ovulazione e ne ciclo, se non il primo mese post pillola. Che dosi? Due al giorno per 20g?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Servirebbe a mio avviso prima di tutto capire il perchè dell’assenza di ovulazione.

    2. Anonimo

      Come scritto il problema è stata la pillola. Prima di assumerla avevo cicli irregolari di 35-38 gg. Ora è già da un bel pò. Male non fa?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Male non fa, ma onestamente non condivido questi approcci, meglio sarebbe approfondire con la ginecologa le cause esatte (se è la pillola in genere si stimola l’organismo a riprendere il ciclo con altri farmaci).

  10. Anonimo

    Quali? Lo chiedo per curiosità. Si benissimo che non vanno presi farmaci se non prescritti dal Dottore.

  11. Anonimo

    Buongiorno, dopo la sospensione della pillola, oltre ad avere un ciclo quasi inesistente, noto di soffrire di secchezza vaginale. Che lubrificanti di possono usare che non contrastano la ricerca di una gravidanza? Sto assumendo inofolic in bustine una al giorno. Può migliorare la situazione? Grazie

    1. Anonimo

      Buongiorno dottore, purtoppo il prodotto che mi ha indicato non si trova. Come alternativa c’è il Mucus, può andare bene lo stesso? Non ostacola il concepimento vero?
      Altrimenti mi sa suggerire altri lubrificanti che aiutano un pochino lo sperma?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente è l’unico che conosco con certezza essere “sperm-friendly”, ma è possibile che ne esistano altri: Mucus non lo conosco, mi dispiace.

  12. Lilia

    Buongiorno Dottore,
    avevo già scritto in precedenza riguardo al farmaco Sinopol prescritto dalla ginecologa dopo la sospensione della pillola yaz per regolarizzare il ciclo. Una volta comparso il ciclo vorrei riassumere la pillola, in questo caso devo interrompere l’assunzione del farmaco?

  13. Francesc

    Buongiorno dr,le scrivo per avere un parere. A seguito di un controllo ginecologico mi è stato “diagnosticato” la pcos,premetto che ho sempre avuto cicli regolari di 28 giorni. lo specialista miha detto che probabilmente nonostante la regolarita,non ovulo mai.. Mi ha prescritto quindi sinopol,ma da quando lo assumo (cioe quasi tre mesi)il mio ciclo si è allungato,ma di gravidanza neanche l’ombra (monostante i rapporti mirati) questo mese ho monitorato l’ovulazione cheè avvenuta il 18/4,e ieri dovrebbe essee arrivato il ciclo,ma ancora nulla..ho eseguito un test ed era negativo..e qualche giorno fa ho avuto una colica renale..pensa che l’assunzione di sinopol,ritardo e colica possano essere correlati? Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se l’ovulazione è avvenuta il 18 il ciclo lo aspettiamo per il mese di maggio (circa 14 giorni dopo).
      La colica è sicuramente NON collegata.
      Probabilmente aveva ragione lo specialista, ciclo regolare senza ovulazione; con Sinopol ciclo meno prevedibile, ma con ovulazione.

  14. Anonimo

    Buongiorno, da qualche giorno sto assumendo inofolic post pillola. Oggi ho delle perdite rosse. Secondo lei può considerarsi ciclo? Stasera avrei appuntamento con il ginecologo perchè dopo la pillola il ciclo non è più arrivato (febbraio/marzo). Devo disdire? In più le chiedo come agisce questo integratore? Io pensavo migliorasse l’ovulazione ma il non l’ho vista, solo le perdite di cui le parlavo. Quello che desidero al di là di vedere il ciclo è che tutto torni a funzionare in maniera spontanea e completa (ovulazione prima, ciclo poi) E fin a quando devo prenderlo? Saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non glielo so dire, dipende dalla quantità di perdite, da come compare di solito il flusso nel suo caso, …
      2. Il funzionamento lo trova descritto nell’articolo.
      3. In genere si fa qualche mese di terapia.

  15. Anonimo

    Secondo lei è il caso di fare la visita ginecologica stasera? Grazie molto gentile

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se le perdite sono scarse sì, ma senta comunque telefonicamente il ginecologo.

  16. Laura

    Buongiorno Dottore, in cerca di una gravidanza, su prescrizione della ginecologa e dell’endocrinologo sto assumendo Chirofert compresse, prefolic, e eutirox( adesso ho valori tiroide nella norma).
    L assunzione di questi medicinali che prendo da 1 mese, pero’ ,mi sembra che invece di aiutare la mia ovulazione l’ abbia completamente compromessa, e’ vero che questo e’ stato un ciclo molto meno doloroso, ma ho riscontrato meno muco fertile ed anche il progesterone dosato con esame di laboratorio ha indicato una cattiva ovulazione al 21 esimo giorno il valore era di 5,50, mentre lo scorso mese i dolori erano forti e il valore 14. So che ogni mese il valore cambia ma io sento che questi medicinali hanno un po’ compromesso la situazione. Credo quindi di non usare piu’ chirofert e per quanto riguarda prefolic, penso di ritornare a fertifol 400. Lei che ne pensa? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il dolore non è necessariamente segno di buona ovulazione, ma a prescindere da questo continuerei almeno per 3 mesi prima di tirare le conclusioni.

  17. Maria

    Salve. Mi scusi. Mi hanno prescritto kirocomplex compresse perché ho l’ovaio policistico. Ma può funzionare questo farmaco per ovulare o è solo un integratore alimentare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È un integratore che molto spesso dà ottimi risultati, riuscendo a stimolare l’ovulazione.

  18. Anna

    Buongiorno. Ho le ovaie micropolicistiche e dopo aver assunto inofolic per un paio di meai sono rimasta incinta. Purtroppo ho avuto un as a 10 settimane. Poiché avevo glicemia a 99 durante la gravidanza, un pò alta secondo la ginecologa, era consigliabile continuare ad assumere myo-inositolo o d-chiro inositolo per contrastare l’eventuale insulino resistenza? Mi consiglia di fare una curva glicemica e insulinica prima di una nuova gravidanza?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il primo passo è a mio parere agire su questo aspetto; recuperando il peso forma potrebbe risolvere il problema delle ovaie policistiche e la conseguente insulino resistenza.

  19. vale

    Buonasera Dottore, io e il mio compagno stiamo seguendo il percorso per la fecondazione assistita: dopo la prima icsi andata male ( solo 2 ovuli prelevati di cui uno non fertilizzato e uno degenerato, perciò nessun transfer) il biologo e la ginecologa
    ci hanno prescritto due integratori prima di riprovare con la seconda icsi. Chirofert per me è Sinopol per il mio compagno: ma ho letto che sinopol si dà alle donne per l’ovvio policistico!!! Secondo lei c’è stato un errore o è possibile prescrivere il Sinopol all’uomo?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, stia tranquilla non c’è stato nessun errore, segua le indicazioni della ginecologa e in bocca al lupo!

    2. Anonimo

      La ringrazio per la Sua gentilezza e velocità nella risposta…ora siamo più tranquilli a cominciare con questi integratori, grazie e buona serata!

  20. nadia

    Buongiorno.. volevo sapere una cosa. io ho l’ovaio micropolicistico e il ginec mi aveva ordinato prima chirofol e poi in seguito inofolic comb. Quando assumevo chirofol mi trovavo bene perchè ho visto miglioramenti sui capelli, mi si ingrassavano subito dopo un giorno averli lavati invece da qnd ho preso chirofol sono migliorati. Poi ho la gine mi ha ordinato inofolc ma dopo qualche mese ho interretto la cura e ora è da aprile che ho cominciato a riprenderla (assumendo inofolic) ma siccome mi sono accorta che di nuovo i capelli si ingrassano subito, e allora da ieri ho cominciato ad assumero chirorfol. Ho domandato alla farmacista la differenza tra i due integratori e ha detto che non è tanta. Ho fatto bene ?? E vorrei sapere la differenza tra i dui integratori.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Chirofol 500 compresse?

      Posso chiedere peso e altezza?

    2. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, i due integratori sono molto simili. Probabilmente il chirofol è più completo poiché contiene anche manganese e vit B12. A mio avviso può prendere quello con il quale si trova meglio. Saluti.

    3. Anonimo

      ok grazie.. Ho ordinato in farmacia il chirofol da 1000 in compresse.. penso sia ancora meglio….

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Aggiungo solo che dipende anche da quante bustine/compresse assume al giorno, perchè in base a questo cambia la dose di inositolo assunta.

    5. Anonimo

      Di solito prendo solo una compressa.. Ma la mia gine me ne aveva ordinato 2.. non ho effetti collaterali nel ceso prendo quello da 1000??

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      2 compresse da 500 le confermo che corrispondono a una dose da 1000.

    7. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, gli effetti collaterali sono sempre possibili in caso di assunzione di farmaci, ma la invito a seguire la prescrizione del ginecologo. Saluti.

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido, si attenga alla prescrizione del ginecologo nel dosaggio, un’assunzione di una dose troppo bassa potrebbe non dare l’effetto sperato.

  21. michela

    Salve,soffro di pcos e sto iniziando l’assunzione di chirofert anche se non cerco una gravidanza,é consigliabile cambiarlo con chirofol?e quale visto che sono in sovrappeso 1.54cmx70kg ,grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Cambia poco la scelta di un integratore rispetto a un altro, quello che fa la differenza è la dose totale che poi si va ad assumere giornalmente di inositolo.

      Davvero indispensabile lavorare sul peso, spesso la causa concreta dell’ovaio policistico.

  22. grace

    salve dottore, io ho fatto un’eco e il risutato mi dice che ho ovaio multifollicolare.il dotttore mi ha dato chirofert.voglio sapere se questo mi permettera di ovulare

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, è un integratore in grado di migliorare le capacità riproduttive contrastando lo stress ossidativo per cui può essere utile nel suo caso ma non si può avere la certezza. saluti

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’inositolo potrebbe davvero essere sufficiente a risolvere.

  23. Kelly

    Gentile dottore,
    vorrei chiederle quali sono i dosaggi consigliati di myo-inositolo e d-chiro-inositolo (in combinazione o separatamente) per migliorare sia l’infertilità dovuta a mancata ovulazione/ovaio micropolicistico, che l’insulino resistenza.
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere vedo prescrivere 1-2 g al giorno, ma dipende da un caso all’altro.

    2. Ele

      Salve dottore ho 26 anni sto cercando la mia seconda gravidanza da due anni sto prendendo da pochi giorni inofert 400 migliora secondo lei l’ovulazione?

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si, è un integratore che contiene inositolo che ha la capacità di migliorare l’ovulazione. Saluti

  24. Anonimo

    buongiorno, il fatto di aver preso la pillola per molti anni, può impedire il regresso della riserva ovarica?
    in più chiedo se è possibile sapere come mai dopo l’interruzione, diversamente da quanto letto, non sono tornati ne dolori e nemmeno acne? sarà vero ciclo oppure è ancora “sotto effetto” della pillola? Sono passati 5 mesi ormai

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. In qualche modo può aver aiutato.
      2. Negli anni è normale che possano cambiare le caratteristiche del ciclo.

  25. Sara

    Buongiorno, soffro di ovaio policistico. Il ginecologo mi ha prescritto chirofert. Volevo sapere se altri integratori come inofolic o inofert possono andare comunque bene. Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, sono tutti integratori di buona qualità, ma il chirofert mi sembra più completo in quanto oltre all’ inositolo e all’acido folico contiene altre sostanza potenzialmente utili. saluti

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.