Perdite vaginali e altri disturbi

Ultimo Aggiornamento: 21 giorni

Introduzione

La presenza di secrezioni (o perdite) di muco vaginale chiaro o bianco sono normali e indice di buona salute; questo muco è fisiologicamente prodotto dal collo dell’utero (cervice uterina).

La quantità di secreto vaginale varia con il ciclo mestruale (le perdite sono marroni in genere alla fine del ciclo) e la maggior parte delle donne incinte avrà “secrezioni gravidiche”.

Le perdite sane non hanno né colori né odori pronunciati. Sarà possibile avvertire un senso di bagnato anche fastidioso (soprattutto durante l’ovulazione), ma non si dovrebbe percepire né prurito né dolore nella zona vaginale.

Capire se una perdita è fisiologica oppure no

Qualunque variazione delle perdite può indicare un’infezione vaginale. È bene essere consapevoli di come variano le proprie secrezioni durante il ciclo mestruale e quindi di cosa non è normale.

Sono ovvi segnali di infezione:

  • un cambiamento di colore o consistenza,
  • un cattivo odore improvviso,
  • perdite in quantità inusualmente copiosa,
  • sintomi associati, come un prurito esterno alla vagina o dolore nella pelvi o al pube,
  • sanguinamento dalla vagina inatteso.

In caso di dubbi sul significato delle perdite e se preoccupate, è consigliabile consultare il proprio medico o ginecologo.

Cause comuni di perdite anomale

Le possibili cause di perdite vaginali anomale sono varie, ma in genere le anomalie sono dovute a infezioni. L’infezione è dovuta a:

  • fattori che alterano l’equilibrio naturale dei batteri o lieviti vaginali, come un lavaggio interno della vagina,
  • trasmissione sessuale,
  • biancheria aderente, body con gancetti vari, rapporti sessuali particolarmente frequenti, alcune attività sportive come ciclismo ed equitazione, contraccezione ormonale, stress, diabete o l’assunzione di antibiotici.

Le cause più comuni sono:

Prurito, dolore, bruciore, infiammazione ed arrossamento nel distretto vaginale sono frequenti quanto fastidiosi sintomi di una qualche manifestazione allergica od infiammatoria delle regioni intime; i maggiori responsabili delle allergie sono i materiali sintetici con cui sono realizzati gli assorbenti e proteggislip, oltre al lattice del preservativo ed alcuni detergenti.

Di seguito, una guida che può aiutare a identificare la causa delle perdite, ma è comunque indispensabile consultare il medico per una diagnosi corretta e per avere consigli sul trattamento dell’infezione.

Perdite acquose o bianche con prurito intenso

Secrezioni fluide e acquose, o dense e bianche (come ricotta), possono indicare candida. Questa comune infezione fungina causa prurito intenso e dolore intorno alla vagina. Le perdite possono avere un leggero sentore di lievito, ma non hanno un odore intenso.

Quasi tutte le donne hanno di tanto in tanto questa infezione, che raramente compare per trasmissione sessuale. È di norma facilmente trattata con farmaci antifungini, acquistabili come farmaci da banco in farmacia.

Perdite bianche o grigie con odore di pesce

Secrezioni grigie o con un forte odore di pesce, specialmente dopo un rapporto sessuale, possono indicare una vaginosi batterica (VB). La causa più frequente è la Gardnerella, particolarmente frequente in estate.

La vaginosi indica uno squilibrio dei normali batteri residenti in vagina. In genere, non causa né dolore né irritazione.

Come la candida è molto comune e non è a trasmissione sessuale. È facilmente trattata con antibiotici. Consultare il medico per la prescrizione.

Perdite verdi, gialle o schiumose

La tricomoniasi è un’infezione sessuale frequente causata da un piccolo parassita. Può rendere le secrezioni vaginali schiumose, gialle o verdi. Le perdite possono essere molto abbondanti e possono avere un cattivo odore di pesce. Altri sintomi possibili sono dolore, gonfiore e prurito intorno alla vagina, e dolore durante la minzione.

La tricomoniasi è facilmente trattata con un antibiotico chiamato metronidazolo, prescrivibile dal medico. In caso di tricomoniasi, visitare un consultorio familiare perché può coesistere con altre ITS.

Perdite anomale con dolore o sanguinamento

Consultare tempestivamente il medico o un consultorio se le perdite sono anomale e associate a:

  • dolore nella pelvi,
  • dolore durante la minzione,
  • sanguinamenti tra i cicli o dopo un rapporto sessuale.

Potrebbe essere un’infezione da clamidia o gonorrea (ambedue ITS). La gonorrea può rendere le secrezioni verdi, anche se spesso sono soprattutto evidenti dolore o sanguinamenti. Ambedue le condizioni sono trattabili con antibiotici.

Un’infezione da clamidia o la gonorrea si possono diffondere e causare la malattia pelvica infiammatoria, gravi infezioni dell’utero, delle salpingi o delle ovaie.

Perdite anomale con vescicole intorno ai genitali

L’herpes genitale può essere doloroso, con vescicole rosse o ulcere intorno ai genitali e perdite vaginali anomale. Consultare tempestivamente il medico o un consultorio. È possibile essere sottoposte a un ciclo di compresse antivirali, che interrompono la moltiplicazione del virus herpes, ma i sintomi tendono comunque a recidivare.

Bambine e donne post-menopausa

Perdite vaginali anomale prima della pubertà sono rare. Se succede è necessario consultare il medico. Una causa frequente è un tipo di vulvite (infiammazione dell’area della vulva), causata da infezione streptococcica.

Perdite anomale sono rare anche nelle donne anziane. Perdite anomale improvvise dopo la menopausa richiedono una visita medica tempestiva. Sono possibili cause:

  • un’infezione a trasmissione sessuale (ITS),
  • polipi cervicali, ossia neoformazioni non cancerose dell’utero o della cervice,
  • un dispositivo intrauterino (spirale o IUD).

È importante anche escludere un cancro della cervice o endometriale.

Igiene della vagina

La vagina si pulisce da sé, quindi non è necessario lavarla all’interno (lavanda vaginale). Questa operazione può alterare l’equilibrio naturale di batteri e funghi intravaginali e dare origine a candida o a vaginosi batterica.

Il dolore vaginale o perdite vaginali anomale possono anche essere causate da abusi di sapone profumato, bagno schiuma e gel doccia. Non lavare mai la vagina con composti molto profumati. Usare saponi leggeri e acqua calda per lavare delicatamente l’area intorno ai genitali.

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Le perdite da impianto sono di sangue.

      Comprendo perfettamente la volontà di dare un significato a tutti i costi, ma temo che sia troppo presto per fare valutazioni certe relative ad una possibile gravidanza.

  1. Anonimo

    La disturbo x un problema intimo. Ho le perdite praticamente da sempre da quando ho iniziato col primo ciclo.. xo volevo sapere una cosa.. il colore e trasparente ma sulla mutande rimane bianca ma se asciuga con la carte e trasparente ma alle volte mi capitano giorni dove ne ho di più e le sento scendere e se annuso la mutanda hanno un odore strano .. io mi chiedo è normale?? Magari sulla mutande e così a causa del sudore? ? O mi devo preoccupare?? La avviso che la settimana scorsa ho fatto una cura cn ovuli xk devo rifare il pap test a causa di infiammazione e non ho più avuto rapporti ma oggi le mie perdite sn state così. . Mi devo preoccupare?? Onestamente sono super preoccupata del pap test xk so che le perdite sn sintomo di tumore al collo dell’utero. . Mi aiuti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Le perdite hanno mille significati ed il tumore in genere NON è tra questi; il ginecologo cosa ne pensa?

      Alcune donne hanno perdite fisiologiche sempre abbondanti, ma va verificato che non sia una banale infezione.

  2. Sara

    Premessa: prima del ciclo mestruale ho sempre avuto abbondanti perdite di muco trasparente che mano a mano che ci si avvicinava al giorno di inizio delle mestruazioni diventava più giallino, una volta concluse le mestruazioni dopo pochi giorni ricompariva muco trasparente. Premetto che per problemi legati all’ansia, un periodo difficile e il caldo di quest’estate ho perso del peso, ho fatto esami e il medico ha riscontrato parametri al limite con la denutrizione. Da agosto ho cominciato a vedere delle macchioline di muco
    Giallastro dopo il ciclo e all’Approssimarsi di questo, poi scomparivano. Così è stato fino all’inizio di novembre, quando si sono leggermente intensificate. Ho consultato il medico che mi ha dato da fare degli ovuli ad ampio spettro per 6 gg e delle lavande per 4. le perdite non sono cessate ma non sono nemmeno aumentate. Se non che adesso dopo l’ultimo ciclo sono arrivate in maniera abbondante e hanno una consistenza lattiginosa e sempre più gialla. Come sempre non ho dolore, non ho prurito (si manifesta solo alla fine delle mestruazioni, credo sia l’assorbente che mi irrita, perché poi passa) e le perdite non hanno cattivo odore, il ciclo è regolare. Ho avuto un partner, con la quale è finita da pochi mesi. Quando l’ho conosciuto si era sottoposto da appena due settimane a controlli per clamidia, epatite e Hiv, tutto negativo. Non so sinceramente se pensare che queste perdite siano causate da un discorso fisiologico o da qualche battere innocuo, come in realtà sospettava il medico oppure da qualcos’altro. Le sarei grata de potesse aiutarmi a fare chiarezza, anche per esporre al meglio il problema al ginecologo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembrano perdite del tutto fisiologiche (usi assorbenti di cotone durante le mestruazioni, se quelli tradizionali la irritano).

    2. Sara

      La ringrazio.
      Non mi avevano mai dato fastidio, ma da quando riscontro questa irritazione quando sono in casa cerco di usare quelli in cotone. Grazie per la risposta tempestiva.

  3. Serena

    Salve, soffro di perdite gialle e simili al muco da circa 20 anni. Ho provato diverse cure tra cui ovuli, lavande, e antibiotici, ma nessuna di essi mi ha curato al 100%.
    Però ci sono stati dei periodi che mi sono sentita meglio e quindi per qualche giorno non ho avuto perdite.
    Purtroppo credo di aver attaccato la stessa cosa al mio ragazzo, perchè nel primo periodo dove mi sentivo meglio pensavo di essere guarita e quindi ho avuto rapporti non protetti. Ma ad oggi che so che la cosa è recidiva abbiamo rapporti protetti.
    Le chiedo di darmi consigli utili alla guarigione perchè sinceramente non ne posso più di tutta questa situazione.
    La cosa che mi preoccupa, è che se si viene esposti per troppo tempo all’infezione, ci sta che si possa diventare sterili??
    grazie!!

    1. Serena

      si, mi sono dimenticata di scrivere che il tampone l’ho fatto circa 3 mesi fa..ed è risultato tutto negativo.
      Non riesco proprio a capire…

  4. valentina

    Salve dottore.. prima mi stavo facendo il bidè… e ho ho passato il dito tra le piccole e le grandi labbra e premendo col dito ho sentito delle ghiandole a lato del clitoride. . Sono normali quelle ghiandole o non dovrebbero esserci li??? Erano tonde e dure e si muovevano almeno così sembrava non ho dolore se non toccava li nn sapevo di queste ghiandole.. lei cosa ne pensa?? Mi devo preoccupare??

  5. valentina

    Dolore non ne ho e onestamente non saprei dirle xk se c’erano nn ciò mai fatto caso. . Lei pensa possa essere qualche ciste?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente non è nulla di significativo, ma rimanga vigile ed in caso di dubbi verifichi con il medico.

  6. valentina

    Xk le percepisco di più seduta con cambi divaricate d in piedi quasi nn le percepisco … e se premo sul clitoride non sento nulla di duro sotto ma solo laterale.. magari qualche nervi o cose simili??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Magari piccole ghiandoline leggermente infiammate e, divaricando le gambe, si tende la mucosa ed al tatto si sentono maggiormente.

  7. Ginevra

    Salve,io sono alla 14 sett di gravidanza,e prima mentre ero in bagno mi sono accorta di abbondanti perdite verdine mi devo preuccupare cosa devo fare? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si tratta probabilmente di infezione, le segnali già oggi al ginecologo per iniziare a curarla.

  8. Carolina

    Salve dottore. Ho una domanda da farle a proposito di questo argomento. E’ da un paio di giorni che ho prurito alla vagina, c’è ho arrossata, nn ho perdite attualmente di nessun tipo , di nessun colore, solo bruciore, prurito e arrossamento. Ho fatto dei lavaggi cn acqua tiepida e sale grosso , e poi ho messo una crema ELOCON . A cosa è dovuto tutto questo?? Cosa posso mangiare?? Posso proseguire cn questa cura ? Grazie mille!

  9. Carolina

    Ps. Quando metto questa crema, mi allevia il prurito sto bene, ma dopo un paio di ore ritorna.. Ahimè . Posso proseguire? Premetto nn ho avuto rapporti in QSt ultimo periodo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non applichi cortisone senza prima urina diagnosi; contatti il ginecologo od il medico per una diagnosi certa ed una terapia mirata.

  10. Carmen

    Buonasera dottore ogni tanto mi capita di avere delle piccole perdite marroncine chiaro quasi beige ho 54 anni e mi sto avvicinando alla menopausa sono un po preoccupata perché ho letto che il tumore al collo dell utero può manifestarsi con queste perdite un piccolo chiarimento da parte sua mi renderebbe un po più tranquilla grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Avvicinandoci alla menopausa può essere normale, ma raccomando di verificare con il ginecologo.

  11. giulia

    Salve dottore, già da qualche anno ho delle frequenti perdite vaginali di color giallo, tre mesi fa ho fatto il Pap test è risultato negativo. Alla ginecologa non gli ho mai parlato delle perdite..mi devo preoccupare? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Preoccupare no, ma va espressamente verificato con la ginecologa.

  12. sara

    Buonasera dottore..ho avuto l ultima mestruazione il 6/02 e aspettavo il ciclo x il 09/03 ma ad oggi ancora nulla…ho effettuato tre test di gravidanza negativi uno fatto il 12/03 l altro fatto il 14/03 e l ultimo fatto il 17/03… Ho avuto tutti rapporti protetti anche se in realtà x pochi secondi all inizio non protetto…pensa che alla luce dei test negativi posso stare tranquilla? Grazie

  13. giada

    Dottore buonasera volevo farle un domanda mi è arrivato il ciclo il 25 marzo e finito il 3 aprile stamattina ho notato delle perdite bianche non ho prurito ne bruciore uso evra cerotto cosa può essere? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Perdite fisiologiche senza particolare significato.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      In assenza di altri sintomi non dovrebbe essere un problema, in ogni caso se non passasse senta anche e soprattutto il parere del medico.

  14. alice

    Ciao dottore io da qualche mese o delle perdite gialle di muco che. Emanano un cattivo odore c e da premettere che 3 mesi fa avevo un infezione interna e il mio ginecologo mi ha dato degli ovuli adesso mi ha dato dei lavaggi interni ma non so se queste 4 boccette li devo usare x 4 giorni o solo alla occorrenza e se uan boccetta da 140 ml devo usarlo tutto con una volta ma le volevi chiedere anche come mai Vado al bagno a fare la pipi dopo 2 minuti o lo stimolo vado al bagno una goccia e niente più e poi tutta la giornata cosi

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. In genere la lavanda viene usata per qualche giorno consecutivamente, e per l’intero contenuto di ciascun flacone, ma ovviamente verifichi con il ginecologo.
      2. Sembra cistite, lo segnali al medico di base.

    2. alice

      Ho fatto da poco una visita ginecologica niente tutto OK e 1 mese fa dopo aver fatto il tampone avevo alcuni leucociti che sono andati via con gli ovuli non capisco cosa c e che non va

  15. anonimo

    Dottore Buon giorno uso evra da 5 mesi e mi sono trovata abbastanza bene mi è finito il ciclo il 3 aprile oggi ho notato del muco filamento tipo ovulazione può essere che il cerotto non sta funzionando? Ho pure dolori al basso ventre . Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se è stato usato correttamente è davvero poco probabile che non funzioni.

  16. elisabet

    Buongiorno dottore sono una donna di 56 anni ho problemi di perdite giallastro e un po di bruciore , da premettere che ho fatto una sterctomia nel 2008 cosa devo fare la ringrazio. .

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un’infezione vaginale, lo segnali al medico o al ginecologo per risolvere.

  17. Pamela

    Dottore buongiorno,
    ho avuto la visita dal ginecologo martedi, e mi ha diagnosticato ectoprion della portio sanguinante al tatto. Mi ha fatto il pap test, e in attesa dei risultati mi aveva detto di prendere degli ovuli, ma poi non mi ha scritto il nome!!! Non riesco a contattarlo, ma visto che volevo iniziare gli ovuli, ha qualche consiglio da darmi su quali prendere? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso prescrivere farmaci o altri rimedi.

  18. Giusi

    Salve dottore ho da qualche giorno delle perdite giallo-verdi inodore con qualche pizzichio e prurito in alcuni momenti della giornata ,non sempre…di cosa si tratta?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere tricomoniasi, non la trascuri e si rivolga al medico per una diagnosi certa.

    2. Giusi

      Per ora mi può dare dei consigli su cosa fare e su che medicinali senza prescrizione medica posso usare?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che non posso consigliare farmaci o altre terapie, è comunque indispensabile prima di tutto una diagnosi certa.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.