Prolattina alta: sintomi, valori, cause, cure

Ultimo Aggiornamento: 517 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

La prolattina è un ormone prodotto dall’ipofisi, la ghiandola situata alla base del cervello. La prolattina, oltre a essere importante per la crescita e lo sviluppo del seno, ha come funzione principale quella di stimolare la produzione del latte dopo il parto. In condizioni normali è presente in piccole quantità nel sangue (anche in quello degli uomini) ed è tenuta sotto controllo da un altro ormone, la dopamina, che ne inibisce la produzione.

Durante la gravidanza, però, i livelli della prolattina aumentano in modo significativo; poi, dopo il parto, la concomitanza tra l’aumento dei livelli di prolattina e la diminuzione improvvisa dell’estrogeno e del progesterone fa sì che l’organismo riesca a produrre il latte.

L’iperprolattinemia è un disturbo dato dall’eccesso di prolattina nel sangue e può colpire sia le donne che non aspettano un figlio sia gli uomini.

L’iperprolattinemia è un disturbo relativamente frequente, tra le donne in età fertile con ciclo mestruale assente e bassi livelli di FSH, circa un terzo soffre di iperprolattinemia.

Fino al 90% delle donne che soffrono di galattorrea, soffrono anche di iperprolattinemia.

Cause

L’aumento dei livelli di prolattina è causato da un concorso di cause:

  • Uso di determinati farmaci, come alcuni antidepressivi, antipsicotici e farmaci per il controllo della pressione prescritti frequentemente,
  • Uso di prodotti erboristici, come il fieno greco, i semi di finocchio e il trifoglio rosso,
  • Irritazione della gabbia toracica (causata da cicatrici chirurgiche, dal fuoco di Sant’Antonio o semplicemente da un reggiseno troppo stretto),
  • Stress,
  • Consumo di alcuni alimenti,
  • Esercizio fisico,
  • Sonno (i livelli di prolattina sono massimi durante la notte),
  • Stimolazione dei capezzoli,
  • Ipotiroidismo (tiroide meno attiva del normale),
  • Tumori dell’ipofisi. Sono tumori molto piccoli, ma da soli provocano circa il 30 per cento dei casi di iperprolattinemia.

In circa un terzo dei casi di iperprolattinemia non si riesce a risalire a una causa.

Sintomi

  • Nelle donne l’iperprolattinemia fa diminuire la produzione di progesterone dopo l’ovulazione, con eventuali successive irregolarità nell’ovulazione oppure oligomenorrea (ciclo mestruale più raro del solito); l’iperprolattinemia può addirittura far cessare del tutto il ciclo mestruale o provocare la galattorrea, cioè la produzione di latte.
  • La galattorrea può anche colpire gli uomini, inoltre l’iperprolattinemia maschile può causare impotenza, diminuzione della libido e infertilità.

Valori

Quando presenti è necessario sempre fare riferimento all’intervallo di normalità riportato sull’esito dell’esame, ma possiamo comunque provare a riportare dei valori di massima: nella donna adulta vanno da 0 a 20 (nanogrammi per centimetro cubo di sangue), mentre nella donna incinta o che ha appena partorito possono arrivare fino a 400. Se, dopo il parto, la donna non allatta i valori scendono nel giro di due settimane, mentre se allatta si normalizzano entro 3 mesi.

Nell’uomo i valori soglia sono leggermente inferiori (alcune fonti indicano 12 ng/ml, con una media pari a circa 6-7 ng/ml).

Segnalo infine di porre attenzione alle unità di misura usate, che possono differire tra esami e fonti diverse.

Il sonno, lo stress o uno sforzo fisico intenso fanno aumentare il livello di prolattina nel sangue.

(Fonte: Gynevra.it)

Diagnosi

Se il ciclo salta o le mestruazioni sono irregolari, se producete latte o avete problemi a rimanere incinta, in modo particolare se voi o il vostro compagno manifestate un qualunque sintomo dell’iperprolattinemia, il medico può prescrivervi un esame del sangue per misurare il livello di prolattina. Se è alto, il medico generalmente vi farà ripetere l’esame, a digiuno e quando sarete meno stressati.

Se il livello della prolattina risulta ancora alto, il medico vi prescriverà alcuni esami necessari per escludere problemi alla tiroide o ai reni.

Se anche la tiroide e i reni funzionano normalmente, la risonanza magnetica (MRC) o la TAC (tomografia assiale computerizzata) sono in grado di identificare eventuali tumori dell’ipofisi che potrebbero causare il disturbo.

Se la risonanza magnetica o la TAC scoprono un nodulo, questo sarà classificato secondo le sue dimensioni. Se è piccolo, è detto microadenoma, mentre se ha un diametro maggiore a 1 centimetro è detto macroadenoma.

Cura e terapia

La terapia dell’iperprolattinemia dipende dalla causa del disturbo, se il medico non riesce a diagnosticare una causa o se avete un microadenoma o un macroadenoma ipofisario, la terapia principale è farmacologica.

I farmaci usati con maggior frequenza sono il Parlodel® (bromocriptina) e il Dostinex® (cabergolina): il medico all’inizio prescriverà il dosaggio minimo e lo aumenterà gradualmente finché i livelli di prolattina non ritorneranno alla normalità. La terapia continuerà finché non riuscirete a rimanere incinta. Per l’eventuale interruzione della terapia durante la gravidanza è opportuno consultare il medico.

Tra gli effetti collaterali più frequenti del Parlodel® troviamo il capogiro, la nausea e il mal di testa. Come ulteriori effetti collaterali possono anche presentarsi: congestione nasale, vertigini, costipazione, crampi addominali, affaticamento, vomito e, in rari casi, sintomi neurologici come le allucinazioni. L’aumento graduale della dose riduce gli effetti collaterali.

Per cercare di diminuire gli effetti collaterali, è inoltre possibile assumere il Parlodel® sotto forma di tavolette o supposte vaginali prima di andare a letto (anche se non è approvato dalla FDA).

Dostinex® può essere assunto due volte alla settimana e ha molti meno effetti collaterali del Parlodel®, però è più costoso; inoltre i ricercatori hanno espresso dubbi su presunti problemi delle valvole cardiache causati dal Dostinex® assunto a dosaggi elevati. Il pergolide è stato volontariamente ritirato dal mercato statunitense proprio per questo problema.

La scelta di non curare le donne affette da iperprolattinemia con cause non diagnosticate o con tumori ipofisari di piccole dimensioni è accettabile. Analogamente, non sembra esserci alcun rischio se si assume la pillola anticoncezionale in caso di ciclo irregolare o per prevenire la gravidanza.

L’intervento chirurgico è necessario solo nei rari casi di tumori ipofisari di grandi dimensioni che non migliorano con la terapia farmacologica. In caso di tumore ipofisario di grandi dimensioni, è consigliabile eseguire controlli periodici con la risonanza magnetica o la TAC.

Se soffrite di ipotiroidismo, il medico vi prescriverà la terapia sostitutiva con gli ormoni tiroidei, che dovrebbe riportare alla normalità i livelli di prolattina. Se il farmaco o i farmaci che state assumendo sono responsabili dell’iperprolattinemia, il medico cercherà di scoprire se sono disponibili terapie alternative. In alcuni casi potrebbe essere necessaria la terapia ormonale sostitutiva per normalizzare i livelli dell’estrogeno.

 

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Pina

    Salve dottore,
    Sono 6 mesi che cerchiamo un bimbo ma senza risultati. Il mio ginecologo mi sta facendo assumere il Dobronex dopo esami ormonali con esito prolattina 30,05 (0-25) mentre la tiroide è ok. Mi chiedo, dopo quanto tempo si può rimanere incinta assumendo tale medicinale? Un’altra domanda: il ciclo potrebbe essere mene doloroso col dobronex visto che soffro tantissimo?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. In teoria la situazione potrebbe migliorare da subito, ma ovviamente prevedere quando rimarrà incinta è impossibile.
      2. Non credo che aiuterà per i dolori.

  2. meri

    salve volevo sapere come mai io non ho mai avuto figli anzi stiamo cercando da 11 anni di avere un figlio ma i risultati sono ok non abbiamo problemi di nulla ho fatto tutti gli esami sia io che mio marito mi sono sottoposta all’intervento di parascopia x vedere le tube e sono apposto esami di tiroide prolattina tutto ok tamponi vaginali striscio tutto e di piu’, ma volevo sapere come mai io e da 4 anni che tengo il latte al seno e avvolte mi fa male il seno e lo devo schiacciare x fare uscire il latte bilaterale in tutte e due i seni e strano ho fatto anche gli esami della prolattina e sono normali esami ormonali tutto ok … volevo sapere che problema causa il latte al seno anche se’ non ho mai avuto una gravidanza e da 4 anni che ho questo problema in tutte e due i seni grazie…

  3. meri

    dottore il latte al seno mi e spuntato dopo un intervento fatto che sono stata operata di osteoma seni prontale, sono stata operata x la prima volta ed era di 25 mm dopo 6 mesi al controllo ho riscoperto che era spuntato di nuovo ed era di 13 mm ed il medico mi disse che forse era recidivo e mi a di nuovo rioperata x la seconda volta , dopo 9 mesi ho rifatto la tac e c’era di nuovo adesso e di 15 mm e aspetto che mi contattano x fare di nuovo l’intervento e sarebbe il 3..e visto che rispunto di nuovo dice che e il mio cranio che li riproduce.. anche se ha un elevata densita… cmq io ho spiegato al mio gine.. e mi disse che non c’entra nulla con il fatto che ancora non ho avuto nessuna gravidanza, ed e d’all’ora pero’ che io ho il latte al seno mi potrebbe dire un qualcosa lei grazie dottore..cordiali saluti meri. b.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma è una situazione al di là delle mie competenze.

  4. Amanda

    Buongiorno dottore abbiamo avuto modo di poter parlare molte volte io ho fatto 4 iui con esito negativo ora dovrei passare ad altro a quello che prelevano ovuli li fecondano e li mettono in utero. Il ginecologo mi ha fatto fare esami prolattina e i risultati sono 846 normale e 369 riposo. Il biologo mi ha detto che con questi valori qua io non avrei mai concepito. Esistono terapie x abbassare prolattina? La prolattina e’ causa del non concepimento? A gennaio i valori erano nella norma…grazie dottore mi dia una buona notizia

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, esistono farmaci per abbassarla, ma prima serve capire la causa.
      2. Le confermo che una gravidanza era pressochè impossibile con questi valori.

  5. mya

    Ciao dottore sono 4 anni che provo ad avere un bambino ma niente…..vorrei sapere cm si chiamano gli analisi x sapere se ho la prolattina alta

  6. rosa inès càrdenas

    io da 3 annistò a combatere con la prolatina, e nesuno a fatto qualcosa per abassarla, quindi mi sò stufada, perq. el dolore cè mi ho fatto tutte le esame rx. tac y rm. y analisi ogni meza ora, dicono que non è nulla di male, solo un oso su la testa que è un pò groso, da poco ho preso la cura. la pastica se chiama dostinex 0,5mg. cabergolina per 2 mesi, ya scadute, quindi secondo lei que dobrai fare continuare la cura ò pure debo fae un intervento quirùrgico, mi auguro que non sia un tumore nella giandula ipofisi. grazie dottore espero pronto una la sua rp.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non conoscendo la sua situazione preferisco non esprimere giudizi.

  7. Daniela

    Buongiorno dottore, qualche giorno fa le ho scritto per avere un parere in merito ad uno stick ovulatorio ed ora a distanza di pochi giorni ho da farle una nuova domanda. In considerazione della mia carenza di progesterone, accertata da svariati dosaggi ormonali, la ginecologa mi ha prescritto prometrium 200 dal 18º giorno del ciclo. Oggi sono al 16º giorno e ci sono tutti i sintomi di un’ovulazione imminente (muco) ma lo stick dà ancora 2 linee e la tb ancora non si è alzata. Se la situazione dovesse rimanere invariata al 18º giorno, assumere prometrium bloccherebbe la mia ovulazione? On line leggo pareri contrastanti…
    La ringrazio infinitamente. Cordiali saluti, Daniela.

    1. Daniela

      Grazie infinite.
      Non avevo letto la risposta e le ho scritto anche altrove, mi scusi!

  8. Naty

    Salve dottore sn un ragazza di 29 anni e cerchiamo un bambino da un anno il mio gine mi ha fatto fare esami ormonali essendo ke soffro di ovaio policistico . Di 7 esami solo uno e risultato alto LH allora mi ha dato una cura di anticoncezionali x 3 mesi e rifare esami dopo cura io ho rifatto gli esami LH si è abbassato ma fsh, prolatina ed estrodio sn più altino specialmente prolatina che era 26,30 ora invece 55,80 come mai è dovuto hai miei ormoni o la pollo che ho preso ??? Mi spieghi un po’ perchè devo passere dei giorni x io andare dal mio gine … E voglio anke confortare quello che mi dice lei … Grazie per avermi ascoltata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Intervallo di riferimento della prolattina?
      Era agitata il giorno del prelievo?

    2. Naty

      Si dottore avevo ansia di fare questo esame … X paura che il mio corpo non reagisse e poi le fatiche quotidiane per andare avanti … Il riferimento della prolatina di ora e 55,80

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Quello è l’esito, ma l’intervallo di riferimento riportato sul referto?

    4. Anonimo

      In questo momento non ho il foglio qui con me perciò non posso leggere quale è il riferimento mi dispiace … Comunque non può dirmi se la pillola che mi ha causato o i miseri ormoni ballerini ?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      È possibile la pillola o è anche possibile lo stress del momento.

    6. elvira fico 24.11.69-

      dottore cm mai io, ho,sempre,la.prolattina al,seno.il.mio.flusso.e.abbastanza.troppo.sempre.una.settimana.prima.e.mi.dura.8.giorni..poi,mi,essuscitato.un’altro.problema.ho.una.nefride.aai.reni.sto.faccendo.tt.esami.ho.sempre.mal.di.testa.e.la.mattina.quando.mi.alzo.sempre.il.viso.le.mani.e.le.gambe.gonfie.,,cm devo fare ci sta qualcosa xr approfondire di piu’ grazie

    7. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma è una situazione che richiede una collaborazione con il medico e a distanza temo di non poter fare nulla.

  9. korky86

    Buongiorno,
    prolattina a 34,3 tsh 4,73 non ho il mestruo regolare da un po l’ultimo il 26 novembre dopo 2 mesi di assenza.
    Sono preoccupata perchè navigando su internet ho notato che richiedono risonanza alla testa ho paura.
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Le fa paura la risonanza come esame od il fatto che venga richiesta pensando a possibili malattie?

    2. korky 86

      Il fatto che se richiesta non può non escludera una malattia seria come quella in questione.Ci sono dei valori allarme?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Immagino che lei tema il tumore all’ipofisi, ma anche se il nome spaventa si tratta in ogni caso di forme benigne che raramente rappresentano un pericolo.

      In ogni caso non è l’unica spiegazione, quindi stia serena e non si faccia spaventare da quello che legge in rete.

  10. tiziana

    b.sera volevo sapere che significa o fatto l’esame della prolattina il valore e 8.83 ciclo mestruale 3,0-27 menopausa 3,0-17 gli dico che o del liquido che esce dal seno grz per la rposta sera….

  11. Laura

    Gentile Dott. Cimurro sono una signora in cerca di gravidanza da diversi anni. Gli ultimi esami dicono che la prolattina e’41,36 quindi alta anche se il tsh e’ normale(1,5). Soffro da molti anni di morbo di Basedow trattato con radio iodio ed il tsh non e’quasi mai stabile nonostante continui aggiustamenti di terapia. Le volevo chiedere:anche se in quel momento il tsh era normale la prolattina poteva essere alterata comunque per il problema costante della tiroide?

  12. Saretta

    Buonasera dottore…. a 17 anni mi si è bloccato il ciclo e 10 anni fa il mio medico mi consigliò la pillola anticoncezionale jasmine e io data la tenera e la mia superficialità età l ho presa fino a due mesi fa…il primo ciclo dopo la sospensione c’è stato. Adesso mi sono sposata e ho fatto comunque le analisi ormonali per scoprire e capire il problema. Infatti è risultato il tsh 4,514 e la prolattina a 17. Il mio medico mi ha prescritto eutirox da 50 per 3 mesi per poi rifare le analisi più specifiche. La mia domanda dottore è questa : secondo lei questa cura va bene? Cosa ne pensa? E secondo lei potrò avere figli? Mi aiuti sono un po impaurita…. grazie dottore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Età attuale, peso ed altezza?
      Intervallo di riferimento del TSH?

    2. Saretta

      Ho 27 anni peso 63 kg e sono 1,68…..dottore cosa intende per intervallo di riferimento del tsh?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Come immaginavo il valore non è elevato, ma effettivamente può valere la pena provare a portarlo sotto i 3 per vedere se in questo modo riparte il ciclo; sono fiducioso, ma potrebbe valere la pena provare anche a perdere qualche chilo.

  13. Saretta

    Grazie infinite dottore, ma secondo lei ho probabilità di avere un figlio? Io e mio marito nn abbiamo ancora provato e aspettiamo un altro po per abbassare il tsh ma secondo lei potrò avere un figlio?….la ringrazio anticipatamente per la risposta.

    1. Paola

      Salve, ho fatto il test degli ormoni per un problema di acne e l’unico valore sopra la norma è la prolattina a 26 circa anziché entro il limite di 25… Può essere considerata causa del mio problema? Grazie cordiali saluti

  14. Vera

    Dr. Cimurro, anche io soffro di prolattina alta (ciclo irregolare, a volte amenorrea) e anche io desidero avere un figlio. La mia ginecologa mi ha prescritto il Dostinex (mezza pastiglia due volte a settimana) e mi ha detto anche che posso “cercare la cicogna” durante la terapia. Il problema è che, nel foglietto illustrativo del medicinale, si raccomanda di “escludere uno stato di gravidanza prima della somministrazione” e di “prevenire un’eventuale gravidanza per almeno un mese dopo il trattamento”, per possibili anomalie neonatali. Cosa devo fare?
    Grazie infinite.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La ginecologa le ha detto di sospenderlo in caso di test positivo, giusto?

    2. Vera

      Mi ha prescritto un nuovo controllo della prolattina dopo 4 settimane di terapia. Non abbiamo parlato di sospensione del farmaco in caso di gravidanza, ma credo che l’avrei fatto spontaneamente.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      In questo caso stia tranquilla e la avverta al momento di un eventuale test positivo.

  15. Rossella

    Salve dottore io ho un problema di prolattina…cioè in 2 esami fatti uno prima e l altro dopo il ciclo sono entrambi altiil primo 710ed ilsecondo 730 il medico mi ha dato una cura di 3 mesi cn parodel clomid e inifolic.la mia domanda è la prolattina si puo abbasare e quindi restare incinta prima dei 3 mesi….. sperando al piu presto di avere un bambino…grazie infinite

  16. Gennaro

    Salve, Dottore, ho 35 anni, sovrappeso di 20kg, prendo peso pur camminando 5-7 km al giorno, ho calo notevole del desiderio, problemi di deficit di erezione (nessun problema dal punto di vista organico), abbassamento della vista, stanchezza perenne, scarsa capacità di concentrazione. Sospetto di avere iperprolattinemia. Cosa mi consiglia di fare? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si è già rivolto al medico per i controlli di rito?

  17. Iva

    Salve Dottore, circa un mese fa ho avuto un episodio di emianopsia laterale omonima dell’occhio destro e per metà dell occhio sinistro. Ho effettuato una risonanza, dove fortunatamente non si è riscontrata nessuna anomalia, e il medico mi ha prescritto altri esami, tra i vari pure il campo visivo, la dott.ssa che lo ha effettuato (anch’esso esito nella norma) mi ha detto che potrei controllare i livelli di prolattina, ma secondo lei potrebbe aver provocato un’emianopsia un eccesso di prolattina?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È solo un’ipotesi, ma potrebbe essere un modo per verificare la possibile presenza di un microadenoma ipofisario.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Credo che di solito si preferisca la RM dell’ipofisi e non dell’intero encefalo.

  18. Carlotta

    Buonasera
    Ho 40 anni e da sempre dal seno ( mese più mese meno ) esce una sostanza identica al latte materno. Ho avuto due figli una a 19 anni e una a 26. I valori prolattina etc sono perfetti …. Da cosa può dipendere questa cosa ? Il ciclo e ‘ di 30 giorni da sempre perfetto come un orologio. Grazie!

  19. claris

    Buongiorno, ho appena ricevuto i referti del prelievo al 3° gg. del ciclo con controllo ormonale. Risultati come segue:
    TSH 2.66 (valori rif.: 0.30-4.00)
    FSH 8.3 (valori rif.: 2.8-14.4)
    LH 9.0 (valori rif.: 1.1-11.6)
    Prolattina basale 38.3 (valori rif.: 1.9-25.00) ***
    Estradiolo 50 (valori rif.: 0-160)
    Progesterone: 0.5 (valori rif.: 0.3-1.2)

    Mi preoccupa la Prolattina alta. Il mio ciclo è abbastanza regolare (25-28 gg) e non è mai saltato e la durata è normale di 5 gg. ca.
    Non saprei da che cosa può essere determinata secondo lei?
    Grazie

    1. claris

      mi scusi, vorrei aggiungere: mi da un giudizio anche sul valore TSH? è (anche se nel range) troppo alto per sperare in una gravidanza con concepimento naturale? Grazie.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il TSH va bene.
      Era agitata al momento del prelievo?

    3. claris

      sì, un po’ di agitazione al momento del prelievo sicuramente. Fare l’esame del sangue mi terrorizza un po’ in effetti …
      grazie!

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sulla prolattina incide molto e potrebbe essere la causa del leggero aumento.

  20. Ros

    Buongiorno dottore, Le scrivo per chiederle un parere, soffro di prolattinoma all’ipofisi dal 2010, sono stata in cura con dostinex fino all’anno scorso quando dalla rnm è risultato essersi ridotto talmente tanto da nn esser più visibile. A quel punto l’endocrinologo mi ha fatto sospendere il farmaco. Dopo 3 mesi il livello della prl era 23 con limite del range 25. Adesso a distanza di un anno ho rifatto le analisi e la rnm. La prolattina è 32 e la rnm invariata. (Dimensioni conservate).cosa potrebbe causare l’innalzamento della prl se non l’adenoma?
    L’endocrinologo mi ha detto che il valore non è molto alto e non crede sia questa la causa della mancata gravidanza. Lei cosa ne pensa? È possibile una gravidanza con questo valore? E inoltre cosa ne pensa delle cure alternative come l’agnocasto?
    Certa della sua cortesia e disponibilità La ringrazio anticipatamente.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È un valore appena sopra la soglia che potrebbe essere spiegato da un po’ di ansia al momento del prelievo.
      Per le cure alternative valuto caso per caso, non mi piace generalizzare.

  21. Giogio

    Salve dott.
    Circa 9 anni fa dopo assenza del ciclo e perdite dal seno per un mese circa ho fatto gli esami prl e rm ed è stato diagnosticato macroadenoma ipofisario. Durante questi anni con l endocrinologo abbiamo fatto la terapia con il Dostinex che ha portato ad una riduzione del macroadenoma. Ora ho 27 anni e sto cercando un figlio. Ancora l anno scorso il dott mi ha aumentato il dosaggio dostinex portando così prl a 0 – a febbraio ho assunto dostinex per 1 compressa a sett – a marzo ho smesso di prenderla – ora ho fatto esami prl ed è 32. Secondo lei potrò esaudire il desiderio o dovrò aspettare ancora… Iniziare una gravidanza potrebbe essere pericoloso?
    Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso potrà esaudire il suo desiderio; l’endocrinologo sa della sua ricerca, giusto?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ottimo, stia serena e gli comunichi il test positivo.

  22. francesca

    ciao dottore io sto provando ad avere un bambino da 8 mesi ma nn viene ho fatto la visita ginecologika e va tutto bene

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Età, peso ed altezza?
      Quanti rapporti ha mediamente alla settimana?

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.