Prolattina alta: sintomi, valori, cause, cure

Ultimo Aggiornamento: 144 giorni

Introduzione

La prolattina è un ormone prodotto dall’ipofisi, un’importante ghiandola situata alla base del cranio. Dal punto di vista chimico si tratta di una proteina e la sua funzione principale è quella di favorire la produzione di latte dopo il parto, a seguito della stimolazione che il neonato esercita sul seno durante la suzione.

L’ormone viene prodotto anche dall’uomo, a testimonianza delle numerose altre funzioni di regolazione nell’organismo, come ad esempio:

  • maturazione della ghiandola mammaria (seno),
  • comportamento (soprattutto a livello sessuale),
  • sistema immunitario,
  • metabolismo,
  • ciclo mestruale,
  • e molto altro.

In condizioni normali è presente solo in piccole quantità nel sangue e la concentrazione è tenuta sotto controllo da un altro ormone, la dopamina, che ha funzione inibitoria sulla sua produzione.

Durante la gravidanza i livelli della prolattina aumentano in modo significativo, anche e soprattutto per inibire il ciclo mestruale e per preparare l’organismo femminile alla successiva produzione di latte a seguito del parto.

L’iperprolattinemia è un disturbo caratterizzato dall’eccesso di prolattina nel sangue e può colpire sia le donne che non aspettano un figlio, sia gli uomini. È un disturbo relativamente frequente tra le donne in età fertile con ciclo mestruale assente e bassi livelli di FSH, in cui spiega circa un terzo dei casi.

È anche possibile diagnosticare un’insufficiente produzione di ormone (ipoprolattinemia o prolattina bassa), ma è una condizione estremamente rara e limitata ai soggetti con una ridotta funzionalità dell’ipofisi.

Cause

La causa più comune di un’eccessiva produzione di prolattina è un tumore, di norma benigno, che colpisce l’ipofisi (prolattinoma); quando particolarmente voluminoso può manifestarsi con molti altri sintomi (mal di testa, problemi di visione, …) che spingono la donna a rivolgersi al medico per una diagnosi. Si tratta di un disturbo più comune nei soggetto di sesso femminile e che solo raramente colpisce i bambini.

L’aumento dei livelli di prolattina può tuttavia avere anche altre cause:

  • Farmaci:
    • alcuni antidepressivi (triclici e SSRI),
    • alcuni antipsicotici (clorpromazina, aloperidolo, …),
    • alcuni farmaci per il controllo della pressione (per esempio i Ca-antagonisti come la nifedipina),
    • farmaci per l’ulcera (H2 antagonisti come la ranitidina),
    • antinausea e procinetici (metoclopramide, levosulpiride, …),
    • antidolorifici oppiacei,
    • estrogeni per il trattamento dei sintomi della menopausa.
  • Uso di prodotti erboristici, come il fieno greco, i semi di finocchio e il trifoglio rosso,
  • Irritazione della gabbia toracica (causata da cicatrici chirurgiche, dal fuoco di Sant’Antonio o semplicemente da un reggiseno troppo stretto),
  • Stress,
  • Consumo di alcuni alimenti,
  • Esercizio fisico,
  • Disturbi del sonno (i livelli di prolattina sono massimi durante la notte),
  • Eccessiva stimolazione dei capezzoli,
  • Ipotiroidismo (tiroide meno attiva del normale),
  • Disturbi epatici e renali cronici,
  • Tumori dell’ipofisi. Sono tumori molto piccoli, ma da soli provocano circa il 30 per cento dei casi di iperprolattinemia.

In circa un terzo dei casi di iperprolattinemia non si riesce a risalire a una causa.

Sintomi

Nelle donne l’iperprolattinemia

  • fa diminuire la produzione di progesterone dopo l’ovulazione, con eventuali successive irregolarità mestruali,
  • può causare oligomenorrea (ciclo mestruale più raro del solito),
  • può addirittura far cessare del tutto il ciclo mestruale,
  • può provocare galattorrea, cioè la produzione di latte al di là del post-parto,
  • può inoltre essere causa di secchezza vaginale.

Negli uomini

  • può comparire galattorrea (produzione di latte) e ginecomastia (eccessivo sviluppo della mammella),
  • impotenza,
  • diminuzione della libido,
  • infertilità,
  • diminuzione della massa muscolare,
  • riduzione della quantità di peli.

Valori

Quando presenti è necessario sempre fare riferimento all’intervallo di normalità riportato sul referto del proprio laboratorio, ma possiamo comunque provare a riportare dei valori di massima.

Nella donna adulta vanno da 2 a 29 ng/mL (nanogrammi per millilitro), mentre nella donna incinta o che ha appena partorito possono arrivare fino a 200 e oltre. Se dopo il parto la donna non allatta i valori scendono nel giro di due settimane, mentre se allatta si normalizzano entro 3 mesi.

Nell’uomo i valori soglia sono leggermente inferiori (alcune fonti indicano 18 ng/ml, con una media pari a circa 6-7 ng/ml).

Un valore superiore ai 250 ng/ml è in genere associato alla presenza di un prolattinoma.

Segnalo infine di porre attenzione alle unità di misura usate, che possono differire tra esami e fonti diverse.

Il sonno, lo stress legato al prelievo di sangue o uno sforzo fisico intenso fanno aumentare il livello di prolattina circolante, infatti in caso di un risultato alto è molto comune richiedere la ripetizione dell’esame in 2-3 tempi per verificare la concentrazione ematica annullando l’effetto dello stress legato all’entrata dell’ago nella pelle (sì, può far aumentare istantaneamente i livelli).

(Fonte: MedScape)

Diagnosi

Se il ciclo salta o le mestruazioni sono irregolari, se producete latte o avete problemi a rimanere incinta, in modo particolare se voi o il vostro compagno manifestate un qualunque sintomo dell’iperprolattinemia, il medico può prescrivervi un esame del sangue per misurare il livello di prolattina. Se è alto, il medico generalmente vi farà ripetere l’esame, a digiuno e quando sarete meno stressati.

Se il livello della prolattina risulta ancora alto, il medico vi prescriverà alcuni esami necessari per escludere problemi alla tiroide o ai reni.

Se anche la tiroide e i reni funzionano normalmente, la risonanza magnetica o la TAC (tomografia assiale computerizzata) sono in grado di identificare eventuali tumori dell’ipofisi che potrebbero causare il disturbo.

Se la risonanza magnetica o la TAC scoprono un nodulo, questo sarà classificato secondo le sue dimensioni. Se è piccolo, è detto microadenoma, mentre se ha un diametro maggiore a 1 centimetro è detto macroadenoma.

Cura e terapia

I soggetti con valori della prolattina alti, ma senza sintomi o disturbi, in genere non necessitano di alcun trattamento, diversamente la terapia dipende dalla causa alla base del problema.

Prolattinoma

In caso di prolattinoma il trattamento di prima scelta è farmacologico e i farmaci più prescritti sono Parlodel® (bromocriptina) o Dostinex® (cabergolina), quest’ultimo ormai molto più usato.

La dose viene calibrata in modo da far rientrare i valori nell’intervallo di normalità e il trattamento viene continuato per almeno due anni, dopo cui è possibile verificare l’eventuale regressione del tumore che potrebbe permettere l’interruzione della terapia. In questo arco di tempo verranno comunque prescritte periodiche verifiche, per evidenziare eventuali aumenti.

In caso di prescrizione durante la ricerca di gravidanza la terapia viene di norma sospesa al momento del test positivo, ma il tutto va ovviamente discusso con il proprio ginecologo.

Alcuni pazienti potrebbero non rispondere al trattamento o andare incontro a effetti collaterali insopportabili, in questi casi l’alternativa è rappresentata dalla chirurgia.

Molto raramente potrebbe essere necessario ricorrere a un trattamento radioterapico.

Iperprolattinemia farmaco-indotta

Nel caso in cui la ragione dell’aumento dei valori sia un farmaco assunto dal paziente, verrà cercata un’alternativa valida, nel caso questo non fosse possibile si assocerà uno dei due farmaci descritti in precedenza.

È molto importante che il paziente NON sospenda alcuna terapia in corso senza il previo consenso del medico.

Ipotiroidismo

In caso di tiroide pigra verrà prescritta una terapia cronica farmacologica per supportarne la funzione (in genere levotiroxina), questo sarà sufficiente ad abbassare i livelli di prolattina.

Iperprolattinemia idiopatica

Quando non viene trovata la causa dei valori alti si può provare a rimanere in vigile attesa per verificare se ci possa essere una regressione spontanea dell’aumento, se così non fosse si ricorrerà a farmaci (cabergolina o bromocriptina).

Gravidanza

Le donne in cura con bromocriptina o cabergolina che dovessero rimanere incinta durante il trattamento in genere vengono consigliate di sospenderlo immediatamente, a meno di situazioni particolari in cui il prolattinoma è così grosso da creare per esempio problemi di vista.

In genere durante la gestazione, quando risulti indispensabile un trattamento farmacologico, viene preferita la bromocriptina.

Raramente vengono verificati i livelli di prolattina nel sangue durante la gravidanza, in quanto normalmente più elevati rispetto i valori standard.

Fonte principale: Hyperprolactinemia

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Ho smesso di allattare un mese fa (il mio bimbo ha 18 mesi oggi), ma ho ancora piccole perdite di latte dal seno, è normale?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è piuttosto comune, ma ovviamente senta anche e soprattutto il parere del medico o del ginecologo.

  2. Anonimo

    Salve dottore, ho 21 anni e ho dovuto fare le analisi del sangue per vedere gli ormoni per via dell’acne .. ho la prolattina alta a ” 39,5 ” mentre dovrebbe essere da ” 4,79 a 23,3 ” e ho anche alta il delta 4 androstendione a ” 4,4 ” mentre dovrebbe essere da ” 0,3 a 3,5 ”
    Che significa tutto questo?
    Vorrei un’opinione per favore ..
    Per questi motivi rischio di non avere figli in futuro?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Stia tranquilla, sono situazioni curabili, ha uno squilibrio ormonale che verrà trattato dal ginecologo/endocrinologo, probabilmente chiederanno approfondimenti per il valore elevato della prolattina, anche quello curabile comunque.

    2. Anonimo

      Grazie mille, lo spero vivamente ..
      E per il fatto dei figli in futuro? Non rischio di non averli?

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Non mi pare una situazione così grave da pensare già a un problema eventuale di fertilità, ma ovviamente ne saprà di più dopo gli ulteriori accertamenti.

  3. Anonimo

    Buongiorno Dottore, mi si presenta questo quadro:
    il 4/11 ho avuto l’ovulazione e già da qualche giorno avevo notato seno gonfio e dolorante, cosa che non mi succede nemmeno all’avvicinarsi delle mestruazioni. Ho aspettato l’arrivo del mestruo che puntuale si è presentato il giorno 19/11 e pensavo che i sintomi comparsi al seno potessero scomparire con il cilo. Invece non ho riscontrato nessun miglioramento, anzi sono di nuovo verso i gg dell’ovulazione e il seno e i capezoli sono sempre più gonfi e doloranti. Nel frattempo ho fatto anche un test di gravidanza credendo che potesse essere segnale di gravidanza e invece il tet è risultato negativo.
    Non ho nessuna secrezione di liquido dai capezzoli…cosa devo pensare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il fatto che siano entrambi a essere influenzati porta a pensare a una fluttuazione ormonale, probabilmente fisiologica, ma è sicuramente ora di parlarne con il medico.

  4. Anonimo

    Salve, oggi ho fatto dosaggi di progesterone al 20esimo giorno del ciclo.
    Ho 35 anni, alta 1,75 e peso 61 kg. Fortemente in cerca di un bimbo.
    I valori di progesterone sono 20,52 – i valori di riferimento per la fase luteinica sono 2-30.
    I valori di prolattina sono 40,21 – valori di riferimento 1-15 ng/ml.
    Intuisco che i valori di progesterone siano buoni, dovevo indagare la situazione ovulatoria confermata anche dal rilevamento della tb.
    Ma i valori di prolattina sono un tantino alti, forse lo stress da concepimento. O forse sono già incinta e non lo so ancora e dunque il valore di prolattina va bene. Nel dicembre dello scorso anno ho avuto un aborto interno alla 6 settimana, era la prima gravidanza. Forse la prolattina più alta del dovuto ha inciso. Non ho secrezioni lattiginose ma a volte, nella seconda fase del ciclo, i capezzoli tendono a diventare più umidicci, non bagnati, come leggermente sudati. Sono ansiosa. Non prendo farmaci di alcun genere. Al momento prendo un integratore, inofolic, per migliorare la qualità del muco cervicale, consumo frutta secca, noci e pistacchi, non abuso di latticini, e bevo succo di pompelmo.
    Questo valore di prolattina 40,21 può facilmente rientrare nella norma o necessito di terapie particolari e tac?
    Perdoni il romanzo, evviva l’ansia e grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo stress può spiegare il moderato aumento, si potrebbe eventualmente verificare con un esame del sangue in due tempi.

  5. Anonimo

    volevo un parere ho fatti gli esami ormonali,in cerca di una gravidanza ,e ho la prolattina (s) 716 èalta?

  6. Anonimo

    Buongiorno volevo un suo parere,assumo solian da due mesi ed ora mi si e’ bloccato il ciclo da quasi un mese,puo’ essere causato dal medicinale?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile se fosse aumentata la prolattina, lo segnali al medico.

  7. Anonimo

    Salve sono una ragazza di 21 anni
    Con valori della prolattina 45,2 e sono in cerca di una gravidanza .. è un problema fra meno di 5 giorni sono inserita in una visita da uno specialista della tiroide mi devo preoccupare posso provare a concepire durante la cura ??

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, bisogna aspettare l’esito della visita e degli esami che le prescriveranno, è prematuro valutare adesso, non abbiamo sufficienti elementi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Al momento la tiroide funziona bene, ma potrebbe trattarsi di tiroidite autoimmune.

  8. Anonimo

    Dott salve ho fs9 gli esami e mi e risultato ls prolattina alta 35 invece dovrebbe essere 28 e un esame della tiroide 3358 e dovrebbe essere 100 e da preoccuparsi vi prego dott mi fics lei ho troppo paura

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. L’aumento della prolattina potrebbe essere esclusivamente dovuto allo stress, possibile che venga richiesto un prelievo in due tempi per verificare.
      2. Che esame della tiroide? Anticorpi? Il TSH com’è?

    2. Anonimo

      Allora il tsh a me e.3.73 invece dovrebbe risultate il minimo 0,20 e il massimo è 4,20 ft3 il mio è 3.11 invece dovrebbe essere il minimo 2.00 il massimo 4.40 ,ft4 il mio è 10.3 dovrebbe essere il minimo 8.9il massimo 17.0,tireglebulina il mio è 2.1 dovrebbe essere il minimo 0.2il massimo 70.0 l anti tiglebururina il mio e8 3189 e dovrebbero essere fino a 100 anti microsomiali il mio è 26.1 dovrebbe essere fino a 50 anti tpo il mio è 58.1 dovrebbe essere fino a 16.0 calciotonina 1.39 il mio e dovrebbe essere fino a 10.0 pth il mio è 11.7 il minimo dovrebbe essere 10 il massimo 69 questi sono i.miei esami

  9. Anonimo

    SALVE DOTTORE ,SONO UNA DONNA DI 41 ANNI E DA CIRCA 13 ANNI HO UN MICRO ADENOMA ALL’IPOFISI SECERNENTE PROLATTINA, DOPO UNA SERIE DI CONTROLLI QUALI : RIPETUTI ANALISI DELLA PROLATTINA, RISONAZE MAGNETICHE CON CONTRASTO, SIA L’ENDOCRINOLOGO E IL NEUROCHIRURGO MI HANNO CONSIGLIATO VISTO CHE SI TRATTA SOLO DI UN MICRO ADENOMA ,DI TRATTARLO SOLO CON IL FARMACO DUNQUE DA 11ANNI MI CURO CON IL DOSTINEX PERO’ VISTO CHE LA SITUAZIONE E’ FERMA L’ENDOCRINOLOGO MI HA TOLTO PURE IL FARMACO E DA DUE ANNI CHE NON LO PRENDO E DA UNO CHE NON FACCIO NESSUN CONTROLLO IO MI SENTO BENE E MI REGOLO CON IL CICLO VISTO CHE E’ DICIAMO PARECCHIO REGOLARE PENSO DI NON AVERE LA PROLATTINA ALTA PERCHE’ IL MIO UNICO E SOLO SINTOMO E’ STATO IL CICLO IRREGOLARE . LA DOMANDA CHE VOGLIO FARE E’ LA SEGUENTE POSSO FARE DEI MASSAGGI LINFODRENANTI POSSO POI PRENDERE TISANE CON EFFETTO DRENANTE VISTO CHE L’ENDOCRINONOLOGO ALL’EPOCA FIN DALL’INIZIO MI SCONSIGLIO’ DI PRENDERE DIURETICI , SE POTREBBE ANCHE GELTILMENTE SPIEGARMI IL PERCHE’ PERCHE’ NON L’HO CAPITO. GRAZIE BUONA GIORNATA

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, onestamente è una domanda abbastanza specialistica e sarebbe opportuno chiedere all’endocrinologo il motivo. Tuttavia è probabile , data la completa assenza di sintomi, che al momento il suo microadenoma sia spento e che la prolattina sia nella norma. I massaggi credo che possa comunque farli senza problemi. saluti

  10. Anonimo

    Dottore buonasera ho la prolattina altissima 211.8 Ts 0.02 ft3 2.51 ft4 1.46 . Prendo Efexor 150 + 37,5 mattina ed Efexor 150 pranzo solo da una settimana ho sospeso Deniban 50 che dice il mio medico causa di assenza di ciclo e produzione di latte!! Quando tornerà il ciclo? Faccio anche attività sportiva e soffro tanto di caldo ed eccessiva sudorazione Grazie anticipatamente!

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, dipende dalla risposta alla terapia, ma si è indagato sulla causa dell’iperprolattinemia?

  11. Anonimo

    Buongiorno,ho un problema in famiglia, si tratta dì mia nipote.Un paio dì mesi fa ha fatto l’analisi della prolatinna e era 367.altissima .Quando è il giorno giusto per farla ?hanno detto di farlo il terzo giorno però è capitato sempre ché il terzo giorno era di domenica visto che non sono regolare le mestruazioni. A fortissimo mal di testa.Datemi una risposta. Grazie.

  12. Anonimo

    Salve Dottore,
    sono una ragazza di 26 anni e da tre mesi ho notato un aumento del seno di circa una taglia. A ciò si unisce turgore, irritabilità costante e fastidio in tutte le attività quotidiane per non parlare di quelle sportive. Inizialmente ho collegato tale aumento a un dispenso ormonale sebbene non sia ingrassata nel resto del corpo, poi leggendo l’articolo l’ho associato all’inizio della terapia farmacologica con brintellix 20mg/ml 5 gocce /die che ho integrato con le compresse di topamax 150mg/die che invece prendo da più tempo. Secondo lei è possibile sia Brintellix la causa? In passato con Topamax non mi è capitato. Posso provare a sospendere per vedere se rientra nella norma? Certa di un suo puntuale riscontro la ringrazio anticipatamente,
    Francesca

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non dovrebbe essere il nuovo farmaco e in ogni caso non lo sospenderei senza espressa indicazione medica.

      Il ciclo è regolare?

      I disturbi vanno comunque segnalati al medico.

    2. Anonimo

      Sì il ciclo è regolare. Ho segnalato il problema alla psicoterapeuta, aspetto esprima il suo parere anche se il farmaco che già assumevo non mi aveva dato questo effetto collaterale. Di cosa potrebbe trattarsi? Un’elevata presenza di estrogeni? Quali i rimedi? Oltre a un disagio psicologico per un aspetto fisico che non riconosco, c’è anche un acuto dolore costante che si allevia soltanto con la comparsa del mestruo.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Assume altri farmaci di qualunque genere? Pillola anticoncezionale?

    4. Anonimo

      Il ciclo è regolare sì. Mi sono rivolta alla psicoterapeuta, sto aspettando un parere. Sono preoccupata perché oltre al disagio fisico (dolore) c’è anche quello psicologico legato a un seno che non riconosco e fatico ad accettare. Perché tende a escludere sia dovuto a Brintellix? È composto principalmente da lattato, non può c’entrare con un aumento della prolattina?
      Grazie, è importante

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, tenderei ad escludere un effetto collaterale della terapia e mi rivolgerei al ginecologo per approfondimento diagnostico. Saluti.

    6. Anonimo

      Salve dottore io ho fatto una iui ieri ora il ginecologo mi ha prescritto la pro lattina e lo progesterone da fare dopo 7 gg ma già da questo valori di può sapere l esito ??? Io sto prendendo il sedanam e il sedatol posso influire ? ??? Grazie mille

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. No, serve per valutare il funzionamento ormonale.
      2. Li sospenda se non espressamente avallati dal ginecologo.

  13. Anonimo

    PERDONI LA MIA IGNORANZA MA COME HA FATTO IL MIO ENDOCRINOLOGO A STABILIRE SE IL MICRO ADENOMA SECERNE SOLO PROLATTINA NON AVENDOMI MAI FATTO FARE L’ESAME DEL CORTISOLO? MI HA SEMPRE FATTO FARE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PROLATTINA E RISONANZA MAGNETICA ALL’IPOFISI .

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve di nuovo, l’endocrinologo da lei consultato si è orientato sul problema iperprolattinemia, per cui non è andato ad indagare altro. Per questo sarebbe opportuno capire se alla base del suo elevato peso c’è un problema endocrinologico/metabolico di base ( tra cui cushing ma anche ipotiroidismo). Tuttavia è bene fare una visita specialistica per farsi visitare e decidere bene quali siano le indagini opportune da fare più che iniziare a fare analisi a caso e rischiare di perdere tempo e denaro. Saluti

  14. Anonimo

    BUON GIORNO DOTTORE , SONO UNA DONNA DI 41 ANNI , ALL’ETA’ DI 27 ANNI MI E’ STATO DIAGNOSTICATO UN MICRO ADENOMA ALL’IPOFISI SECERNENTE PROLATTINA , NON HO MAI AVUTO NESSUN TIPO DI MALESSERE SE NON QUELLO LEGATO AL CICLO MESTRUALE CHE DOPO UN SUSSEGUIRSI DI BREVI RITARDI HANNO SPINTO IL MIO MEDICO GENERICO DI FARMI FARE UN CONTROLLO DA LI POI LA SCOPERTA. HO FATTO PER MOLTI ANNI UNA CURA FARMACOLOGICA CON IL DOSTINEX FINO A 2 ANNI FA ,POI SOTTO PRESCRIZIONE DI UN PROFESSORE ENDOCRINOLOGO ( MI HA AVUTA SEMPRE LUI IN CURA) HO SOSPESO IL FARMACO IN CONSIDERAZIONE CHE DOPO DIVERSE RISONANZE( ESEGUITE NEL CORSO DI TUTTI QUESTI ANNI) L’ ESITO E’ RIMASTO SEMPRE SOVRAPPONIBILE . NON FACCIO NESSUN TIPO DI CONTROLLO GA CIRCA UN ANNO PERCHE’ HO IL CICLO SEMPRE PUNTUALE DA QUESTO MI REGOLO. LA DOMANDA CHE VIGLIO PORLE RIGUARDA AL FATTO CHE HO SENTITO PARLARE DELLA SINDROME DI CUSHING ,IL ENDOCRINOLOGO NON MI HA MAI DETTO NIENTE RIGUARDO A CIO’ ORA IO MI CHIEDO PUO’ COMPORTARE QUESTA SINDROME UN MICROADENOMA SECERNENTE PROLATTINA . IO SONO UNA PERSONA MOLTO DIREI MOLTISSIMO IN SOVRAPPESO DI ANNO IN ANNO AUMENTA IL MIO PESO SONO UNA PERSONA CHE MANGIA MA NON SMODERATAMENTE ED HO MOLTA RITENZIONE IDRICA , PUO’ CENTRARE QUALCOSA LA MIA PATOLOGIA ? GRAZIE BUONA GIORNATA

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, la sindrome di Cushing è caratterizzata da un eccessiva secrezione di cortisolo per cui se il suo adenoma secerne solo prolattina non è possibile che abbia tale malattia. Ma ha mai fatto altri controlli endocrinologici per indagare un eventuale obesità secondaria? saluti

  15. Anonimo

    Gentile dottore ho ripreso gli analisi ho un valore della prolattina 32.22 mi è stato detto che è alta non ho il ciclo da tre mesi in più soffro di ovaio policistico in più assumo da quattro anni sereoupin i valori sono questi ft3 5.5 ft4 15.3 tsh 2.75 – prolattina 32.22 devo fare qualche ricerca in più ho 52 anni sono alta 165 grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Peso e altezza?
      Verrà probabilmente richiesto il prelievo in 2-3 tempi della prolattina per verificare il valore in assenza di stress.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, chiedevo perchè spesso è la causa principale dell’ovaio policistico, ma ovviamente non è il suo caso.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il sovrappeso è il principale fattore di rischio per lo sviluppo della sindrome dell’ovaio policistico.

    4. Anonimo

      Ma farmaci per l’insonnia come ad esempio il sonirem o il minians possono interferire sulla prolattina?

  16. Anonimo

    Salve Dottore, volevo chiedervi un parere sul esame che andrà’ ha fare mia madre . Ha 38 anni , alta 1,65 . In pratica dopo il parto l allattamento circa 18anni fa il suo seno anche oggi fuoriesce latte . Alla visita del ginecologico gli ha detto subito di andare ha fare l’esame di LH risulta 1,37 . FSH 4,86 .
    Il problema sta nella PROLATTINA che risulta 99,31ml nel sangue …….
    Ha problemi al utero gli hanno diagnosticato un fibroma al utero dimensione uno di 5 un’altro di 2 cm .
    Un rene dilatato
    Ha il ciclo due volte al mese
    Allergica al Nikel ferro
    Due piccoli noduli alla tiroide
    Emicrania con aura
    Gonfiore mani piedi viso 😔
    Ora il ginecologo gli ha prescritto Dostinex da una settimana
    Ora si dovrebbe fare una visita dal endocrinologo, mi sa consigliare un specialista bravo …??? Noi siamo di Reggio Calabria
    Vi ringrazio di cuore

  17. Anonimo

    Salve ho la prolattina alta. A causa di un farmaco per l ansia che da 4 giorni ho smesso. Vorrei sapere quando ritornera’ il ciclo. Grazie ambra

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, dipende è abbastanza soggettivo, probabilmente arriverà subito o ci vorrà un po’, dipende anche dal farmaco che assumeva, non possiamo pervederlo con certezza.

  18. Anonimo

    Dottore sono 9anni ke ho la prolattina Alta prendo dostinex Il 21luglio doveva arrivare Il ciclo 10giorni prima ho avuto macchie rose e marroncine poi nulla Ora ho fatto 2punture di prontogest e domani sono 8giorni ancora nulla cosa devo fare???????Grazie

  19. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
    Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

    Salve, come mai ha fatto queste analisi? in che periodo del ciclo le ha fatte? i valori di riferimento? senza nessuna informazione del genere non ha significato postarli qui. Saluti

    1. Anonimo

      Mi ha prescritto queste analisi L’endocrinologo per sospetto di iperandrogenismo. Il ciclo l’ho avuto il 7 luglio,gli esami li ho effettuati 23 luglio.
      B-HCG 0,10 mlU/ml Valori normali: donne non in gravidanza Normalmente negativo 1 settimana 15
      FSH 3,38 mlU/ml Fase foll. 3,3-11,3
      LH 7,19 ng/ml Fase foll 2,3-10,7
      17-beta-estradiolo 141,20 Pg/ml Fase foll 10-178 Metà ciclo 48-388 Fase lutein 31-247 In gravidanza 1 trimestre 38-3175
      Prolattina 70,59 ng/ml Donne 4,79-23,3 In gravidanza 1 trim 8,9-191,2 2trim 45,0-266,0
      Testosterone 0,22 0,084-0,481
      Deidroepiandr. Solfato (dhea-s) 3,03 Adulti 0,9-3,6

    2. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, le analisi mi sembrano abbastanza nella norma. Solo il valore di prolattina è sopra la norma. Stress, alterazioni tiroidee, alcuni farmaci e patologie dell’ipofisi possono influire e far aumentare i valori di prolattina.Occorre far vedere i risultati allo specialista per la corretta gestione. Saluti

  20. Anonimo

    B-HCG 0,10 FSH 3,38 LH 7,19 17-BETA ESTRADIOLO 141,20 PROLATTINA 70,59 TESTOSTERONE 0,22 DEIDROEPIANDR SOLFATO(DHEA-S) 3,03

  21. Anonimo

    Salve Dottore grazie x le sue risposte .. ho appena ritirato la prolattina, premetto che oggi è il terzo giorno di mestruazioni e il risultato è di 0,50.. secondo lei devo chiamare il ginecologo per chiedere se continuare a prendere la dostinex. . Grazie di cuore x la sua gentilezza e cordialità .

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, lo senta telefonicamente, ma credo che le consiglierà di continuare.

    2. Anonimo

      Dottore ho chiamato il ginecologo mi ha sospeso la Dostinex per due mesi😮

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, meglio così e chiedo scusa per la “previsione” errata.

    4. Anonimo

      Salve dottore sono nuova in questo settore..io ho la prolattina a 84.41 e alta ho e normale mi faccia sapere

  22. Anonimo

    Salve Dottore..Ho 37 anni e sono due anni che desideri un figlio..a novembre del 2015 ho deciso di andare dal ginecologo dove mi ha richiesto delle analisi prolattina progesterone tsh ecc..
    le risposte del prelievo sono state queste.. TSH 3.20….LH 4,56 ..FSH 6,97.. Prolattina78,72… chiamo il mio ginecologo e mi chiede una risonanza con Mdc.. risposte: Adenoipofisi di volume complessivamente nei limiti :minima bozzatura del profilo gliandolare superiore e laterale destro per la presenza di una minuta ( circa5mm ) areola rotondeggiante ipovascolare rispetto al penducolo ipofisario in asse.Regolare morfologia e segnale della neuroipofisi. Il chiama ottico e gli spazi liquori parassellari sono nei limiti…
    prescritto mezza compressa a settimana di dostinex. .
    Progesterone 16,08. Ripetuto dopo quasi due mesi la prolattina 4.4..
    Poi sono andata dal endrogrinologo mi ha prescritto una pillola a giorno di euritox 2,5 rifatto dopo un mese analisi era a 1,68.. .. assumo clositol per regolarizzare il ciclo ma non sono mai precise proprio questo mese sono arrivate a 40 giorno.
    Vi prego mi dia una risposta sto impazzendo non so se un giorno avrò la possibilità di diventare madre.. ps: domani mattina andrò a fare il prelievo x la prolattina posso prendere l euritox prima del prelievo? Grazie infinita x la sua cordiale disponibilità nel rispondere .. distinti saluti ..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, domani assuma regolarmente Eutirox se deve dosare la prolattina.

      Posso chiedere peso e altezza e se le hanno mai ipotizzato ovaio policistico?

    2. Anonimo

      Si ho l utero rvf nirmoconformato endometrio poliferativo poi ogni volta che sono andata dopo dieci gg del ciclo avevo in sede un follicolo una volta di 17.mm e l altra di 21mm.. il mio attuale e 61.8 anche se negli anni passati sono sempre stata al di sotto dei 55 alta 1,64 ..
      grazie di cuore x la risposta del euritox l ho appena assunta. Ty

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono sicuro che si riuscirà a trovare un equilibrio tale da permetterle di rimanere incinta, mi tenga al corrente.

    4. Anonimo

      Ma i farmaci per l’insonnia come ad esempio il sonirem e il minias possono influire sulla prolattina? Se si sta cercando una gravidanza conviene sospenderli e nel caso sostituirli con cosa? Grazie

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. No.
      2. Idealmente con niente, se non fosse possibile la scelta va fatta con il ginecologo.

  23. Anonimo

    Buongiorno Dottore
    Ho la prolattina basale a 36.0 e i valori di riferimento sono 3.0 – 18.6
    È un po’ alta no? Quali possono essere le cause? Ci sono degli accorgimenti che posso prendere nel frattempo prima che il mio medico veda i risultati degli esami?
    La ringrazio

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, le cause possono essere molteplici, dall’assunzione di farmaci, allo stress, alterazioni ormonali (tiroidee per esempio) e alterazioni della ghiandola produttrice della prolattina (ipofisi). Non è un valore elevatissimo, ma non può fare nulla così senza avere una diagnosi. Attenda la visita medica per ulteriori indicazioni, saluti.

    2. Anonimo

      Buonasera! Volevo sapere qual è il metodo corretto di eseguire un prelievo ematico della prolattina nei tre tempi (a T :0′; a T 15′; a T 30′). Grazie ☺️

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Solitamente i prelievi si eseguono a distanza di15-20′, evitando di sottoporre la paziente a stress durante i prelievi, cosa che potrebbe inficiarne il risultato.

    4. Anonimo

      Cosa significa evitare di sottoporre la paziente a stress durante il prelievo? In che modo va quindi eseguito?

    5. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, anche il semplice prelievo potrebbe essere causa di stress, pertanto il modo migliore per fare un test della prolattina seriato è fare un solo buco iniziale introducendo una agocannula dalla quale prelevare il sangue nei tempi successivi. saluti

    6. Anonimo

      Salve dottore mi può aiutate ho la TB alta 37 e o anche il ciclo che po essere?

    7. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Per TB intende temperatura basale? Potrebbe essere un po’ di influenza, non è una temperatura così alta comunque.

    8. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Comunque non è un valore preoccupante, la temperatura si alza solitamente in risposta a contagi esterni (virali per esempio), motivi ormonali…se dovesse peggiorare la situazione o dovessero comparire altri sintomi si faccia valutare dal medico.

La sezione commenti è attualmente chiusa.