Ecocardiogramma: funzionamento, preparazione e risultati

Ultimo Aggiornamento: 1365 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

L’ecocardiogramma è un esame che permette al medico di visualizzare le immagini del cuore, queste possono aiutarlo a scoprire se la struttura e la funzionalità del muscolo cardiaco sono normali, o se al contrario c’è qualche problema.

In questo articolo spiegheremo perché è necessario l’ecocardiogramma e che cosa avviene durante quest’esame.

Cuore

Cuore

Cuore (http://it.wikipedia.org/wiki/File:Cuore.jpg)

Il cuore è il muscolo più importante del corpo umano: la sua funzione principale è quella di pompare il sangue verso i polmoni ed il resto dell’organismo. E’ diviso in due parti, quella destra e quella sinistra e, ogni parte a sua volta è suddivisa in due cavità:

  • l’atrio,
  • il ventricolo.
  1. Il sangue proveniente dall’organismo arriva nell’atrio destro del cuore, percorrendo grandi vene.
  2. Dall’atrio destro, poi, viene pompato nel ventricolo destro.
  3. In seguito giunge nell’arteria polmonare e nei polmoni, dove riceve l’ossigeno e rilascia l’anidride carbonica.
  4. Dai polmoni, il sangue passa nell’atrio sinistro e poi nel ventricolo sinistro.
  5. Dal ventricolo sinistro viene distribuito in tutto l’organismo attraverso l’aorta, l’arteria principale del nostro organismo.

Le valvole separano ciascun atrio dal ventricolo corrispondente ed i due ventricoli rispettivamente dall’arteria polmonare e dall’aorta: il sangue, quindi, può circolare in una sola direzione

Il cuore è circondato da una sottilissima membrana, il pericardio, che gli consente di battere con ritmo regolare.

Anche il cuore è un tessuto vivente, quindi ha bisogno dell’irrorazione sanguigna come tutto il resto dell’organismo. Pompa il sangue verso se stesso attraverso diversi vasi sanguigni che irrorano direttamente il muscolo cardiaco e sono detti arterie coronarie.

Cuore ed ecocardiogramma

Il cuore può essere colpito da molte malattie diverse, le patologie cardiache sono la prima causa di morte nei paesi occidentali.

  • Alcune malattie cardiache sono causate dal fatto che i vasi sanguigni che irrorano il cuore si ostruiscono, provocando un attacco cardiaco: queste sono dette coronaropatie.
  • Altre patologie, invece, colpiscono le valvole cardiache, che possono restringersi troppo oppure non assolvere più adeguatamente alla loro funzione di sbarramento. Se si restringono per il sangue diventa difficile attraversarle, mentre se si indeboliscono il sangue può cominciare a scorrere nella direzione sbagliata provocando problemi alla funzionalità cardiaca.
  • Alcune malattie cardiache colpiscono il muscolo cardiaco indebolendolo ed anche le infezioni sono in grado di danneggiare le valvole e il cuore.
  • Il sangue può coagularsi all’interno del cuore, aumentando la probabilità di essere colpiti da un infarto.
  • Il pericardio, la membrana che riveste il cuore, può essere colpito da un’infezione, oppure riempirsi di sostanze liquide.

Il medico è in grado di ottenere molte informazioni sul cuore auscultando il battito cardiaco, misurando la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Anche l’elettrocardiogramma (ECG), cioè il tracciato del battito cardiaco, può rivelarsi estremamente utile, tuttavia l’ecocardiogramma permette al medico di ottenere un’immagine del cuore senza fare ricorso a procedure invasive, cioè senza inserire nessuno strumento all’interno del vostro corpo.

Con l’ecocardiogramma, il medico può ricavare informazioni su:

  • Funzionamento delle cavità cardiache e delle valvole,
  • Circolazione sanguigna all’interno del cuore (attraverso l’ecocardiografia doppler),
  • Eventuali infiammazioni della membrana cardiaca,
  • Funzionalità del muscolo cardiaco dopo un infarto,
  • Eventuali tumori che compromettono la funzionalità cardiaca o tumori cardiaci.

Come funziona

Per creare un’immagine del cuore le onde sonore vengono fatte rimbalzare dal cuore verso un dispositivo collocato sul petto, nella zona immediatamente sopra al muscolo cardiaco.

Quando le onde raggiungono il cuore l’eco rimbalza verso il dispositivo, la velocità e l’intensità delle stesse forniscono informazioni sul tessuto cardiaco, che sono tradotte in un’immagine.

La tecnologia usata è simile a quella dell’ecografia, l’esame che ad esempio permette di vedere il bambino quando ancora è nella pancia della madre.

Il medico è in grado di leggere le immagini per rendersi conto dell’anatomia dei muscoli, delle valvole e delle altre strutture e funzioni del cuore.

Per l’ecocardiogramma non è necessaria alcuna preparazione. È consigliabile indossare abiti comodi, con una maglia facile da sbottonare e da togliere.

L’ecocardiogramma produce immagini animate, che mostrano il cuore mentre si contrae e batte; è anche in grado di visualizzare la circolazione sanguigna all’interno del cuore.

Durante l’ecocardiogramma

Vi sarà richiesto di svestirvi dalla vita in su e di stendervi su un apposito lettino. L’ecografista vi posizionerà gli elettrodi sul petto, sui polsi e sulle caviglie per effettuare un elettrocardiogramma contestualmente all’ecocardiogramma.

Uno speciale gel lubrificante sarà spalmato sul vostro petto e sul trasduttore, l’apparecchiatura che emette le onde sonore.

L’ecografista muoverà il trasduttore sul vostro petto, esercitando una leggera pressione; vi potrà chiedere di sistemarvi meglio, oppure di respirare profondamente, oppure ancora di rimanere immobili durante l’esame.

L’ecocardiogramma non è per nulla doloroso e non comporta alcun rischio, comunque è consigliabile comunicare all’ecografista se vi sentite scomodi, a disagio o in ansia. La cosa migliore da fare è rilassarvi. Se vi interessa, potrete chiedergli se è possibile dare un’occhiata al vostro cuore!

Con gli attuali ecografi si possono eseguire ecocardiogrammi secondo almeno quattro modalità:

  1. Monodimensionale (Ecocardiografia M-mode),
  2. Bidimensionale (Ecocardiografia B-mode)
  3. Doppler (Ecocardiografia Doppler)
  4. Doppler con codifica di colore (Ecocardiografia Color-Doppler)

Mentre con le prime due modalità è possibile acquisire informazioni sulle dimensioni delle camere cardiache, spessore delle pareti, contrattilità miocardica, anomalie dei vasi venosi ed arteriosi e struttura delle valvole, con l’ecocardiografia (color) doppler è possibile valutare il flusso di sangue (conoscendo direzione e velocità) nelle camere cardiache ed attraverso le valvole.

Sfruttando l’effetto Doppler, ossia una variazione della frequenza negli ultrasuoni di ritorno, si possono conoscere informazioni su velocità e direzione del flusso sanguigno all’interno del cuore. Il Doppler può essere pulsato oppure ad onda continua. Nel caso di ecodoppler a colori si sovrappongono diversii segnali Doppler con il risultato di riuscire a rappresentare graficamente il flusso sanguigno con una codifica a colori: il sangue che fluisce verso il trasduttore appare in rosso, mentre quello che se ne allontana in blu; le alte velocità appaiono come “piume” bianche o verdi.

L’esame di solito non dura più di 45 minuti. Alla fine l’ecografista rimuoverà gli elettrodi e vi aiuterà a pulirvi dal gel lubrificante rimasto sul vostro petto.

Dopo l’ecocardiogramma

L’ecocardiogramma è un esame ambulatoriale, cioè dopo averlo eseguito è possibile ritornare immediatamente a casa e riprendere le normali attività.

L’ecografista invierà i risultati a un cardiologo, un medico specializzato nelle malattie cardiache, che li analizzerà.

Il cardiologo, infine, potrà discutere l’esito direttamente con voi oppure inviarlo al vostro medico di famiglia. Vi consigliamo di chiedere al vostro medico entro quando saranno disponibili gli esiti.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Scudo87

    Salve dottore,
    due giorni fà ho fatto l’ecocardiogramma e visita,e i sultati sono questi:
    ATRIO SINISTRO:
    mm 35
    AORTA:
    seni di valsalva 32 mm
    aorta ascendente 27 mm
    VENTRICOLO SINISTRO:
    diametro telediastolico 48mm
    diametro telesistolico 30mm
    setto interventricolare 10mm
    parete posteriore 9mm
    diam.telediast.indicizzato 25 mm/m2
    frazione di accorciamento 38%
    RWT 0,40
    massa 33,5 gr/m2.7
    massa 81,4 gr/m2
    FE sogg 55%

    secondo lei sono risultati buoni ?

    1. Scudo87

      aggiungo:
      atrio sinstro nei limiti.
      valvola mitrale con lebi sottili,mobili.
      ventricolo sinistro di normali dimensioni cavitarie e spessori parietali con conservata cinesi globale (FE sogg55%).
      assenza di chiare aree di asinergia regionale.
      cuspidi aortiche realizzanti una normale apertura.
      radice aortica nei limiti.
      sezioni destre nei limiti.
      assenza di versamento pericardico.
      mi scusi se ho scritto in due volte,attendo una sua ipotesi.grazie.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma per scelta non interpreto mai questi referti perchè non sento di avere le competenze per farlo.

  2. Scudo87

    Non si preoccupi dottore la capisco.grazie comunque per avermi risposto. Buona serata

  3. INSICURA

    SALVE DOTTORE, VOLEVO CHIEDERE UN INFORMAZIONE, è DA UN PAIO DI SETTIMANE CHE HO UNA TOSSINA ( non riesco a capire se è sitema nervoso o altro), ho paura di un tumore a livello polmonare, la mia domanda è questa, mi sono sottoposta a ecografia al cuore un mesetto fa.. da li se ci fosse stato qualche ombra sospetta nei polmoni il dottore se ne sarebbe accorto? ancora la tosse presente nel tumore polmonare si manifesta anche la notte perchè io l’avverto solo di giorno.
    grazie

  4. gianluca89

    Gentilissimo Dottore,

    ho effettuato 6 anni fa un ecocuore a causa di uno svenimento improvviso e dai risultati era tutto a posto…oggi dopo 6 anni c’è possibilità che la conformazione del cuore sia cambiata oppure i risultati se erano buoni sono rimasti buoni? spero di essermi spoegato bene, buona giornata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Le cose possono cambiare, ma data la tua età (sei nato nel 1989?) non c’è motivo di pensare a peggioramenti.

    2. gianluca89

      si dell’89,
      perchè sento sempre dolore al petto e ho aritmie importanti che sembra che mi “”sfondino il petto””,ho escluso problemi allo stomaco con esami specifici, escludo l’ansia e anche il curante il quale mi conosce da una vita la esclude in quanto sono una persona tranquillissima felice aperta e solare;il curante mi ha farà fare un esame holter 24ore ma diceva appunto che l’ecocuore non andava rifatta in quanto l’avevo già effettuata anni prima
      la cosa che un pò mi ha spaventato è che ho visto il medico un pò preoccupato, l’holter me lo farà fare privatamente per accellerare i tempi
      Onestamente ho un pò di timore

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Vedrai che andrà tutto bene, ma tienimi al corrente.

  5. gianluca89

    Buonasera Dottore
    Ho l’appuntamento dal cardiologo lunedì per l’holter e visita generale
    Nel frattempo le chiedo….lo stomaco, l’ernia iatale, il reflusso gastroesofageo…secondo alcune teorie possono causare aritmie, quale è la sua opinione a riguardo? Magari fosse questa la causa…
    Grazie e buon weekend

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non solo “secondo alcune teorie”, è ormai assodato che possano causarle (ovviamente non posso sapere se sia il suo caso).

    2. Valentino

      Dott oggi ecografia al cuore , tutto bene posso stare tranquillo con questo ? Grazie ancora e scusate il disturbo ma ultimamente sono un po’ ansioso :)

  6. Anonimo

    Salve dottore sono tre settimane circa che soffro di disturbi andiosi mancanza d aria al petto senso di smarrimento nodo in gola dolori braccio cuore….ho fatto le analisi generali e sono a posto elettrocardiogramma e ecocardiogramma idem….devo preoccuparmi? La pressione è a posto anzi bassa nella maggior parte delle volte

  7. enza

    Salve premetto che soffro d’ansia…ma è un periodo che sento sempre il cuore accelerato un pochino…oppure a volte mentre sto in comitiva mi batte all’impazzata ho fatto gli esami del cuore cioè gli enzimi e il tracciato ma sono usciti ottimi cosa potrebbe essere

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.