Attacchi di panico e sintomi correlati: un rimedio naturale

Ultimo Aggiornamento: 216 giorni

Gli attacchi di panico rientrano nel novero delle patologie ansiose acute e colpiscono una percentuale piuttosto alta della popolazione; questo disturbo infatti non è così raro come si potrebbe pensare, si calcola infatti che una persona su sessanta, almeno una volta nella vita, abbia sofferto di un attacco di panico.

Come si manifesta un attacco di panico? Di solito è di breve durata e si presenta in modo improvviso senza alcun segno premonitore, la maggioranza delle persone che si è ritrovata in questa situazione li descrive come un’improvvisa paura di morire, di perdere il controllo di se stessi; il terrore si manifesta con palpitazioni, senso di soffocamento e nei casi più gravi può portare alla perdita momentanea dei sensi.

Spesso chi soffre di attacchi di panico nutre anche altre paure tra cui aracnofobia (paura dei ragni), claustrofobia (paura dei luoghi chiusi e bui), etc.

La floriterapia può risultare di notevole aiuto nel trattamento degli stati di ansia, essendo disturbi di origine psicologica; nel caso specifico degli attacchi di panico il fiore indicato è Rock Rose, l’Eliantemo. Il suo colore giallo intenso rievoca il sole ed infonde luce e positività. E’ il fiore di coloro che si trovano appunto in uno stato di panico ed angoscia paralizzante, la sua assunzione infonde coraggio, equilibrio e lucidità mentale. Chi soffre di questo disturbo, oltre a soffrire durante l’attacco, soffre di ansia anticipatoria, vive spesso con la paura che questi attacchi si ripresentino; in queste situazioni è spesso indicato anche un altro fiore da associare al precedente: Aspen, il pioppo, le cui foglie tremanti anche senza vento evocano i segnali della paura senza un perché. Questa pianta e i suoi fiori rappresentano le paure dell’ignoto, i sentimenti di presagio che gli ansiosi sentono quotidianamente, spesso senza rendersene conto tanta è l’abitudine a conviverci.

Romina Marroni

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

    1. Anonimo

      si ho letto perchè in questi giorni ho giramenti di testa il medico dice che è birintinite mi ha dato vertiserc peggio sto male io soffro d ansia ho paura che sia quella sto prendendo sereupin e xanas da 25 ma io non sto bene sono andata anche al pronto mi hanno fatto un flebo di valium sono stata bene ma io lavoro 40 gocce di valium dormo durante il giorno non so piu che fare oggi sto male tanto

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, deve lavorare sulle cause del suo malessere aiutata da un bravo psicoterapeuta, questi problemi non si risolvono mai solo coi farmaci, che possono essere un piccolo aiuto in più, ma alla base ci deve essere un lavoro più strutturato. Saluti.

  1. Anonimo

    buonasera, vorrei conoscere quali sono le basi scientifiche e relative fonti della floriterapia. grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non esistono, è una medicina alternativa senza alcuna base, fondamento o dimostrazione di efficacia; aggiungo che personalmente non ci credo, ma rispetto chi ne fa uso in questi casi perchè talvolta grazie all’effetto placebo si riescono ad evitare psicofarmaci.

  2. Anonimo

    è inesatto affermare che non esista fondamento scientifico. Esami casistici hanno dimostrato una larga risposta alla terapia, ma bisogna entrare nell ordine di idee che il metodo di guarigione che noi conosciamo ed è valido per la medicina allopatica è completamente rovesciato quando si parla di medicine alternative. Aggiungo inoltre, avendo una particolare esperienza oltre che personale (ho sofferto di disturbi ansiosi e sono ricorsa a floriterapia e omeopatia) anche sceintifica (ho fatto oggetto di studio di questi aspetti della medicina per anni), che cercare su un sito dei “suggerimenti” su come affrontare un avvenimento tanto complesso e di difficile lettura, per il soggetto coinvolto, come un attacco di panico, è già l approccio sbagliato.
    Non correte in farmacia a procacciarvi dei fiori “fai-da-te” perchè la dinamica d intervento dei fiori è piu complessa di quanto si creda e la risposta dell organismo può non essere quella desiderata (pur essendo dei rimedi privi di effetti collaterali).
    Rivolgetevi ad un buon medico omeopatico esperto di floriterapia (non necessariamente un omeopata ricorrerà a questo metodo) e seguite una terapia completa. La prima cosa è non chiedersi quale “prova” di efficacia sia stata offerta, siate privi di pregiudizi e ascoltate gli effetti su voi stessi, senza cacciarli sui manuali.
    Siate perseveranti, le medicine alternative hanno un effetto piu lento ma certamente piu profondo e duraturo delle troppo note benzodiazepine.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido totalmente questo aspetto:

      “cercare su un sito dei “suggerimenti” su come affrontare un avvenimento tanto complesso e di difficile lettura, per il soggetto coinvolto, come un attacco di panico, è già l approccio sbagliato.”

      mentre la penso diversamente sulla valutazione scientifica della floriterapia, ma rispetto la sua opinione ed anzi la ringrazio per il suo intervento argomentato, pacato e costruttivo.

  3. Anonimo

    Buongiorno,

    è da più di un anno che mi succede una cosa che nessuno in realtà sa spiegarmi. (aggiungo che ho 20 anni, non fumo, non bevo, non mi drogo, non sono obesa, sono alta). è iniziato quando avevo degli esami a scuola, quelli proprio finali. La sera quando mi mettevo a dormire, il cuore iniziava a battere velocemente, da solo, pure senza pensare a nulla. Sono andata dal medico, ho fatto l’elettrocardiogramma, l’ecografia del cuore, poi anche Holter 24 ore ed era tutto a posto. Poi succedeva che quando salivo sull’autobus questi “attacchi” iniziavano senza la mia volontà. Battito accelerato, mancanza di respiro… Avevo paura di morire in mezzo alla gente. I medici hanno risposto che era colpa dello stress e dei miei pensieri, che se successo una volta poi incosciamente ci pensavo e quindi la situazione si ripeteva nello stesso posto o nello stesso momento. Mi hanno consigliato di prendere magnesio e così facevo. Con il passar del tempo questa cosa ha iniziato a ripetersi solo la sera, prima di addormentarmi. Però il battito accelerato si è trasformato in un “salto” di cuore, un solo battito forte (dopo un pò poteva anche ripetersi, era cmq sempre solo un battito). Il cardiologo mi ha detto che per colpa dello stress può darsi che il mio cuore è diventato più sensibile e allora sono nel gruppo di poche persone che sentono i cambiamenti del funzionamento del cuore. è possibile una cosa così? Ora ci sono i periodi in cui non provo nulla del genere, e poi un giorno quel battito torna, anche quando non provo nessuno stress.
    Poi qualche volta mi è pure successo di inginocchiarmi per esempio e mentre mi alzavo il cuore all’improviso iniziava a battere velocemente come impazzito e questo durava anche 40 minuti precisi, senza sosta. L’altro giorno stavo per scivolare sul marciapiede e pure il cuore faceva la stessa cosa, solo che per 5 min e quando mi sono seduta e ho bevuto un pò d’acqua, si è calmato..
    Vorrei sapere se queste cose sono normali e se è come mi hanno detto i vari medici, cioè non sono ne malattie ne patologie ed è questione di ansia.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ovviamente non posso formulare diagnosi del suo caso, ma le confermo che è un quadro assolutamente compatibile con l’ansia e gli attacchi di panico.

  4. Anonimo

    Buonasera. Io ho provato a curare l ansia con i fiori di bach…ma devo dire che i miei attacchi sono molto peggiorati… li ho presi per quasi tre settimane…ma poi ho deciso di smettere perché stavo davvero troppo male… È normale??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente non credo alla floriterapia, raccomando di valutare la psicotorapia e/o i farmaci classici.

  5. Anonimo

    buongiorno…io ho dei sintomi analoghi anche se x ora non tanto gravi come su scritto,da premettere che in quest ultimo anno di stress ne ho accumulato parecchio,x via degli esami e x una patologia psichiatrica che ha colpito mia madre,cmq all’improvviso mi viene una sensazione forte di paura d’impazzire,paura profonda di essere affetto da ogni forma di patologia psichiatrica,però senza sintomi fisici,è solo una questione di pensieri che evocano paura…sapreste dirmi di che si tratta?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Con tutta probabilità sono paure legate alla situazione della sua mamma, anche se ovviamente è solo un’ipotesi.

  6. Anonimo

    Salve x la depressione ansiosa c a fior di bach c’è qualcosa grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sicuramente sì, anche se personalmente nutro qualche perplessità in proposito.

  7. Anonimo

    Salve vorrei chiederle un consiglio tramite un nuovo farmaco prescritto a mia figlia per un’ ansia depressiva da fissazione ,dopo essersi lasciata varie volte con il suo ragazzo che la ridotta una nullita’,infatti piano piano stanno diminuendo i farmaci che prendeva (ciprialex compressa 10 mg 1 ore 8 e 1 ore 14,e lorenz 2,5 mg 1 la sera è un quarto la mattina, ore 8 , è un quarto alle 14 ).Adesso stanno dando EN 1 mg mezza compressa mattina ore 8 e mezza sera ore 20 poi mezza ciprialex da 10 mg ,la mattina è in piu’ anno iniziato Abilify da 10 mg mezza compressa la mattina ore 8. Questa e quella che mi preoccupa perchè ho letto effetti collaterali molto pericolosi, cosa posso fare? Essendo che mia figlia è giovane è avendo consultato vari medici che mi hanno detto tutti la stessa cosa :Che piu’ che medicine avrebbe bisogno di un corso pscoterapeutico per fare su se stessa un punto di centro di gravita .Mi Aiuti la prego a capire, perchè mi preoccupano gli effetti collaterali di questo farmaco anche se avendo chiesto al medico che glielo ha prescritto. Mi ha detto di stare tranquilla. (Anche se devo dire che lei sta meglio). (premetto pure che mia figlia soffre di un prolasso mitrale e fa prevenzione per l’endocardite).Aspettando al piu’ presto una sua gradita risposta la ringrazio.Chiedo solo che qualcuno si immedesimi come se fosse una figlia sua e mi dica la verita’ su cosa è meglio fare per poterla aiutare a venir fuori da questa situazione senza dover dipendere dalle medicine.Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Tutti i farmaci hanno effetti collaterali e la bravura dei medici sta nel valutare sempre correttamente il rapporto rischio beneficio di ciascuna prescrizione; lei mi ha scritto che sembra stare meglio, quindi in questo momento potrebbe valere la pena continuare, ma condivido la necessità di affiancare un supporto psicologico.

    2. Anonimo

      Salve a tutti volevo sapere se riuscirò ad uscirne da questo incubo nn posso continuare a prendere il daparox e pasaden anke se sto meglio mi tiene vincolato tutto il giorno al lavoro a guardare l orologio e a prendere pillole ora e da tre mesi ke li prendo e sto meglio ma quando ne potrò uscire a fare a meno e se si può uscire prima o poi ?grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, se ne esce, ma potrebbe valere la pena associare ai farmaci della psicoterapia per velocizzare il percorso.

  8. Anonimo

    gent.dott.mi e stato prescritto xanax 5 gc.mattina e 10 sera assumo oligoelementi specchiasol t x ansia e magnesio prima di andare am letto ha funzionato fino a l.altra sera poi ieri sera il cuore ke batteva forte …non riuscivo a dormire poi la guardia medica consultata di notte mi ha consigliata di agg.15 goccie anche ORA MI VOLEVO UN PO RIP.DI NUOVO QUEI BATTITI. IL MIO MEDICO DICE CHE E UNA TERAPIA CHE NON FUNZIONA PIU.IO NON VOGLIO PRENDERE PSICOFARMACI… COSA MI DICE LEI GRAZIE

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Deve fidarsi del suo medico, in certe situazioni si sceglie il male minore.

  9. Anonimo

    GENT.MO DOTT. HO RIPENSATO ….. E HO FATTO UN GUAIO METTENDO DELLA GRAPPA NEL FLACONE DEI FIORI DI BACK.IERI SERA E CONTEMPORANEAMENTE PRESO XANAS 10 GOCCE…..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Al limite potrebbe dare un po’ di sonnolenza, ma in futuro eviti l’associazione di alcool è Xanax.

  10. Anonimo

    vorrei provare pur rimanendo per ora con pos,xanas con un prodotto omeopetico che aiuta il sonno anche ieri sera preso 10 piu 10 gocce…….e il sonno e venuto poi

  11. Anonimo

    SALVE SONO UN RAGAZZO DI 25 ANNI CIRCA 4 MESI Fa ho avuto il mio primo attacco di panico , qualche sera precedente al primo attacco mi sentivo strano mal di testa ho preso un oki dopo qualche ora sono arrivato a casa febbre a 39 di conseguenza prendo una tachipirina da mille dopo neanche un ora avevo 36 e 4 e nei giorni dopo nnt febbre diciamo nn la classica influenza questa cosa mi ha lasciato pensieroso
    Dopo circa una settimana sono andato a fare un torneo di poker a casa di amici, qualche ora prima avevo fumato del fumo forte forte , mentro giocavo mi sentivo le stesse sensazioni di quella sera che avevo la febbre ho smesso di giocare sono andato a casa da li ho misurato la febbre ,non l avevo mi e salito il panico ho chiamato il 118 che mi ha detto che era una attacco di panico.
    Dopo quel giorno sono finito altre 3 volte al pronto facendo tt gli accertamenti del caso e tutti mi hanno detto che poteva essere uno stato ansioso
    Quindi sono andato dal cardiologo perche avevo i battiti alti e mi ha detto che era tt apposto quel periodo non facevo nnt e avevo i battiti ad 85 ,avendoli sempre avuti sui 50 55 lui ha detto che era normale lo stesso 85 poi sono andato dal gastroenterologo endenologo e infine neurologo che mi aveva prescritto 1 cp di cipralex la mattina e 10 gocce di lexotan alla matt ,pomeriggio e sera inizialmente ho seguito la cura anche se nn credevo che erano crisi d ansia ho comminciato a levare le gocce prendendo solo matt e sera ,per farla breve nel giro di meno di due mesi ho levato competamente le medicine e lavorando mi sono sentito meglio
    Premetto che da quando 17 anni fumo almeno uno o due spinelli al giorno dopo il primo attacco ho smesso per 2 mesi ora fumo cira 2 3 a sett perche ho preferito cosi che continuare cn gli psicofarmaci
    Volevo sapere se secondo voi mi ha causato tt cio la cannabis o se in modo saltuario puo alleviare l ansia perche ora a distanza di 4 mesi da quando ho sospeso la cura mi sento qualche lieve sintomo ho paura che ritorni
    Un ultima domanda lavoro come ortofrutticolo da marzo in un supermercato e nn faccio sport l altro giorno avevo 46 batt al min puo essere normale che sforzo o e eccessivo nn capisco questa cosa dei battitii irregolari anche se ora e circa una settimana che prendo kestine 2 compresse da 10 perche sn un soggetto allergico

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Le confermo che uno degli effetti collaterali della cannabis è proprio l’ansia; tralasciando qualsiasi altra considerazione, purtroppo anche solo un consumo occasionale può essere causa di nuovi episodi.
      2. Probabilmente è un soggetto bradicardico (frequenza cardiaca bassa), ma in genere non è un problema; verifichi comunque con il suo medico.

La sezione commenti è attualmente chiusa.