Vitamina B12: alimenti, usi, proprietà e controindicazioni

Ultimo Aggiornamento: 50 giorni

A cosa serve

Vitamina B12

Vitamina B12 (http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Vitamin_B12.png)

La vitamina B12 (o cobalamina) è una vitamina essenziale (cioè che il nostro organismo non è in grado di produrre) solubile in acqua, che si trova comunemente in una varietà di alimenti come pesce, crostacei, carne e prodotti caseari.

Si tratta di un nutriente di fondamentale importanza per la funzionalità di nervi e cellule del sangue, coinvolta inoltre nella gestione del DNA (materiale genetico presente nelle cellule).

Una corretta assunzione di vitamina B12 è importante per la prevenzione dell’anemia megaloblastica, una forma di anemia che può causare stanchezza e debolezza.

Due sono i passi fondamentali per permettere una corretta assunzione da parte dell’organismo:

  1. L’acido cloridrico presente nello stomaco consente di separare la vitamina dalle proteine cui è legata nel cibo,
  2. a questo punto si lega a una specifica proteina prodotta dallo stomaco (fattore intrinseco) che ne permette l’assorbimento e il passaggio nel torrente sanguigno.

I soggetti affetti da anemia perniciosa, una condizione caratterizzata dall’incapacità di produrre il fattore intrinseco, manifestano grosse difficoltà nell’assorbimento del nutriente.

Chiudiamo questa introduzione segnalando che, nonostante il fatto che le pubblicità spesso promuovano integratori di vitamina B12 come un modo per aumentare energia e resistenza, ad oggi non esiste alcuna evidenza scientifica che possa in effetti essere utile a questo scopo, ovviamente fanno eccezione i soggetti in stato di carenza.

Cibi e alimenti: dove si trova?

La vitamina B12 si trova naturalmente in una vasta gamma di alimenti di origine animale, mente non esiste negli alimenti vegetali (a meno che non sia stata aggiunta a livello industriale).

La frazione che si trova nei derivati animali (carni, latticini e uova) non viene prodotta autonomamente, ma è ricavata in parte dalla contaminazione microbica del cibo e in parte dalla sintesi dei batteri presenti a livello intestinale; è di fatto la quota che l’animale mantiene a livello di riserva.

È possibile assumere una sufficiente quantità di vitamina attraverso una dieta varia ed equilibrata, ma tra gli alimenti che ne sono più ricchi ricordiamo per esempio:

  • fegato di manzo,
  • vongole,
  • pesce,
  • carne rossa,
  • pollame,
  • uova,
  • latte e latticini.

Il fatto che qualsiasi alimento di origine animale ne contenga una quantità più o meno rilevante, mentre sia assente negli alimenti di provenienti dal mondo vegetale, pone i soggetti che decidono di seguire una dieta vegana nella condizione di diventare presto carenti, in quanto l’organismo umano non è in grado di sintetizzarla autonomamente, Questo è il motivo per cui i vegani devono necessariamente assumere regolarmente un integratore di vitamina B12, l’unico nutriente che non è possibile assumere con questo altrimenti completo e salutare modello alimentare.

Carenza

Secondo i LARN le quantità di vitamina B12 da assumere quotidianamente sono le seguenti:

  • Lattanti 0.7 μg
  • Bambini e ragazzi
    • 1-3 anni 0.9 μg
    • 4-6 anni 1.1 μg
    • 7-10 anni 1.6 μg
    • 11-14 anni 2.2 μg
    • 15-17 anni 2.4 μg
  • Adulti 2.4 μg
  • Donne in gravidanza 2.6 μg
  • Donne in allattamento 2.8 μg

Da un punto di vista generale in Italia una reale carenza della vitamina non è particolarmente frequente e si rileva più facilmente nei soggetti che per qualche motivo manifestano problemi di assorbimento:

  • pazienti anziani, con una produzione insufficiente di acido cloridrico a livello gastrico,
  • pazienti in cura per gastrite e problemi simili, in cui la produzione di acidi gastrici e ridotta dai farmaci,
  • soggetti affetti da anemia perniciosa, il cui organismo non produce il fattore intrinseco necessario all’assorbimento e che richiedono quindi elevate dosi attraverso integrazioni per via orale, oppure periodiche iniezioni,
  • soggetti affetti da disturbi gastrointestinali (celiachia, morbo di Crohn, …),
  • vegetariani e vegani.

Una carenza di vitamina B12 può causare i seguenti sintomi:

  • stanchezza,
  • debolezza,
  • stitichezza,
  • perdita di appetito,
  • perdita di peso,
  • anemia megaloblastica,
  • disturbi ai nervi come intorpidimento e formicolio alle mani e ai piedi.

In caso di carenza grave possono manifestarsi

  • problemi di equilibrio,
  • depressione,
  • confusione,
  • demenza,
  • scarsa memoria,
  • dolore in bocca o alla lingua.

Una carenza prolungata può danneggiare il sistema nervoso anche in persone che non manifestano anemia (ridotta emoglobina), quindi è importante intervenire il prima possibile.

Nei neonati i sintomi di una carenza di vitamina B12 includono

  • ritardo di crescita,
  • problemi di movimento,
  • ritardi nel raggiungere le tappe tipiche di sviluppo,
  • anemia megaloblastica.

Per verificare la quantità presente nel sangue è possibile ricorrere a un semplice esame del sangue, da cui ci aspettiamo valori compresi tra 197 e 771 pg/mL (fonte: Ospedale Niguarda); secondo i laboratori Mayo tuttavia:

  • un valore inferiore a 180 pg/mL può causare anemia megaloblastica e neuropatie periferiche,
  • pazienti con valori compresi tra 150 e 400 pg/mL sono considerati al limite e meritano qualche ulteriore approfondimento.

Da notare che l’assunzione di grandi quantità di acido folico possono mascherare gli effetti dannosi della carenza di vitamina B12, correggendo l’anemia megaloblastica, ma senza prevenire il danno neurologico. Per queste ragioni l’assunzione di dosi superiori ai 1000 mg al giorno devono essere sempre valutati con il medico.

Anemia megaloblastica

Il deficit di vitamina B12 è una causa di anemia megaloblastica. In questo tipo di anemia le cellule rosse del sangue sono più grandi del normale ed il rapporto col il nucleo citoplasmatico è aumentato. Ci sono altre potenziali cause di anemia megaloblastica, compreso il deficit di folati o vari disordini congeniti del metabolismo. Se la causa è il deficit di vitamina B12, allora il trattamento con la stessa è l’approccio standard. I pazienti con anemia dovrebbero essere esaminati da un medico per diagnosticare e affrontare la causa sottostante.

Anemia perniciosa

L’anemia perniciosa è una forma di anemia causata dalla mancanza del fattore intrinseco, una sostanza normalmente presente nello stomaco. La vitamina B12 si lega al fattore intrinseco prima che esso sia assorbito e usato dall’organismo. Una mancanza di fattore intrinseco impedisce il normale assorbimento della vitamina e potrebbe causare anemia perniciosa. Il trattamento dell’ anemia perniciosa è di solito permanente, supplementi di vitamina B12 sono dati per via intramuscolo, intranasale o per via orale.

Eccesso e interazioni

Negli integratori la vitamina B12 è in genere presente in forma di cianocobalamina, una molecola che l’organismo può facilmente convertire in forma attiva; l’assorbimento attraverso l’assunzione orale viene comunque limitato dalla quantità biodisponibile di fattore intrinseco, per esempio solo 10 mcg di una compressa che ne contiene 500 mcg  viene correttamente assorbito.

Ad oggi non si conoscono rischi o effetti collaterali associati ad un’assunzione eccessiva di vitamina B12.

Tra le interazioni più comuni con i farmaci ricodiamo:

  • l’assunzione di cloramfenicolo potrebbe ridurre l’efficacia delle supplementazioni di B12,
  • inibitori di pompa (pantoprazolo, lansoprazolo, omeprazolo, esomeprazolo, …) e antagonisti H2 (ranitidina, cimetidina, …) riducono l’acidità gastrica e, di conseguenza, la capacità di assorbimento della vitamina,
  • l’assunzione di metformina, un importante farmaco antidiabetico, potrebbe ridurre l’assorbimento della vitamina.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Buonasera dottore la scorsa settimana ho fatto delle analisi del sangue come ogni sei mesi e visto che soffri di anemia con due valori pochissimi sballati cera anche un valore sballato la creatinemia il valori sono da 0.80 a 1.50 il mio valore invece era di 0.70 allora il mio dottore mi ha dato da prendere il multicentrum uomo quello completo con la scatola blu x capirsi ma sento dolori de pancia e dolori addominali potrebbe essere quello che da fastidio e poi anche la bilirubina alta 248 Dott e da spaventarsi Dott lo sospendo il multicentrum. Mi da un consiglio gentilmente come sempre dottore grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non si spaventi della creatinina bassa, in genere non è un problema.
      2. È poco probabile che sia l’integratore la causa dei disturbi, ma provi a sospendere e vedere come va; se non passassero i sintomi senta ovviamente il medico.

  2. Anonimo

    A grazie mille dottore mi sono dimenticato che sto a prendere anchecik probinul fermenti lattici adesso provo a sospendere il multicentrum ma allora che possono essere queste fitte aria alla pancia dottore come se non riesco a fare aria grazie mille dottore mi da un consiglio

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, potrebbe essere un eccessivo meteorismo intestinale, al bagno va regolarmente? beve abbastanza acqua? mangia abbastanza fibre?

    2. Anonimo

      Buongiorno a lei dottore si mangio abbastanza cibo integrale e tante verdure a foglia e anche i legumi ieri sera ho mangiato fagiolo rossi anche la mattina appena mi sveglio sento che la pancia fa brutti suoni e poi tanta aria bevo anche fino a2,5 acqua i due caffè e un orzo a parte e vado una volta il in bagno la mattina che porrebbe esse soffro anche di reflusso infatti stanotte non riuscivo a prendere sonno dopo la Camilla mi sentivo i battiti accelerati ogni volta che cambiavo posizione.
      Gentilmente mi indica qualcosa grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Reflusso e meteorismo possono essere la causa del problema; valuti la situazione con il medico, ma raccomando attenzione a non esagerare con le fibre (frutta/verdura e cereali integrali) e legumi, sono effettivamente alimenti preziosi e necessari, ma in quantità eccessiva possono dare problemi.

  3. Anonimo

    Buonasera Dottore,

    Mio papà, 72 anni, diabetico, soffre periodicamente di intensi dolori all’anca che in passato è riuscito a risolvere con l’assunzione di benexsol b12. Purtroppo queste fiale non sono più in commercio ed in farmacia non sanno fornirci un’alternativa valida se non i complessi di vitamina B, i quali però non lo aiutano per niente. Potrebbe fornirci qualche indicazione in merito?

    Grazie mille

    Davide

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, integratori simili esistono ma non saprei se hanno pari efficacia forse il betotal o il dobetin fiale, ma credo convenga parlarne con il suo medico. Saluti

  4. Anonimo

    Dottore Buon giorno. .considerando che ho 48 anni e in premenopsusa…è possibile che dopo aver preso x15 gg di capsule contenenti B 12 e B … mi siamo ritornate le ovulazioni con sanguinamento? Il primo giorno ho temuto una emorragia…poi x tre giorni regolare …grazie mille
    E buon lavoro
    Milkiade

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, escludo sia dovuto alla vitamina B, senta comunque il parere del ginecologo. Saluti.

  5. Anonimo

    proprio stamane ho preso le a del sangue . Ho le piatrine molto basse 90.000 ,,, trova un collegamento tra carenza della b12 e questa analisi ? non mangio carne da molti anni ,, direi sono tendenzialmente vegetariano ,,, mangio poco.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Vegetariano o vegano?

      Le confermo in ogni caso che una possibile spiegazione potrebbe essere proprio la carenza di B12.

  6. Anonimo

    buonasera….ho fatto esame di emocromo completo..globuli rossi 4470……………valori di riferimento…..da 4500 a 6000………tutto il resto nella norma

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non credo che sarà ritenuto un problema da parte del medico, ma raccomando di sottoporgli i risultati (conoscendo il quadro generale sarà più preciso).

  7. Anonimo

    Buonasera Dottore, la disturbo per chiederle con assumere la Vitamina B12
    (Neo-Cytamen), in quanto prescrittamai dal medico curante per 6 settimane (una fila ogni settimana) per via orale.
    La domanda é: va bene assumerla in concomitanza dei pasti? Prima o dopo?
    Credo di ricordare con mezzo bicchiere d’acqua ma non rammento se prima, durante o dopo il pasto.
    Mi scusi, la ringrazio in anticipo.

    1. Anonimo

      Le riscrivo la domanda perchè quella precedente conteneva errori e a tratti non risultava ben comprensibile (mi scusi).
      La disturbo per chiederle come assumere la Vitamina B12
      (Neo-Cytamen), in quanto prescrittami dal medico curante per 6 settimane (una fiala ogni settimana) per via orale.
      La domanda é: va bene assumerla in concomitanza dei pasti? E’ meglio prima, durante oppure dopo?
      Mi sembra di ricordare che va diluita dentro un mezzo bicchiere d’acqua ma non rammento se prima, durante o dopo il pasto.
      Mi scusi, la ringrazio in anticipo.

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non fa molta differenza, può assumerlo ai pasti principali comunque.

  8. Anonimo

    Sono vegetariano, quindi mangio derivati animali come latticini, uova, … ma non carne. Devo integrarla anch’io la B12?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente non è necessario, le uova (ma anche i latticini) ne sono buone fonti.

La sezione commenti è attualmente chiusa.