Vitamina A: alimenti, fonti, usi, proprietà, pericoli

Ultimo Aggiornamento: 30 giorni

Introduzione

Con il termine “vitamina A” si indicano in genere sia il retinolo che i suoi analoghi, ossia molecole simili dette retinoidi (di cui si conoscono almeno 1500 tipi diversi, tra naturali e sintetici). Anche i carotenoidi posseggono l’attività biologica della vitamina A in quanto possono fungere da precursore chimico della vitamina stessa (provitamina).

Rappresentazione grafica della molecola di vitamina A

Vitamina A

La vitamina A è una vitamina liposolubile (ossia che si scioglie in solventi grassi come l’olio e non nell’acqua) disponibile in numerosi alimenti; la sua presenza è necessaria per un gran numero di processi biologici come la vista, la crescita cellulare, il sistema immunitario, … Coadiuva inoltre la funzione del cuore, dei polmoni e dei reni.

A livello chimico (e anche di fonti alimentari) distinguiamo principalmente due forme di vitamina A:

  1. I retinoidi, come il retinolo, si trovano nelle fonti di origine animale (carne, pollame, pesce e latticini).
  2. I carotenoidi come il beta-carotene (che presenta la maggiore attività biologica della vitamina A) si trovano nelle fonti di origine vegetale (frutta e verdura).

Nel formulare gli integratori in genere viene scelto il betacarotene.

Cibo e alimenti: dove si trova?

Ottime fonti di vitamina A sono i latticini (formaggio, uova, latte e yogurt), ma soprattutto il fegato ne è particolarmente ricco, tanto che le donne in gravidanza dovrebbero evitarne il consumo per scrupolo. Anche carne, frattaglie e alcuni pesci ne contengono quantità significative.

È possibile incrementare l’apporto attraverso il consumo di frutta e verdura, spesso ricche di beta-carotene, che verrà poi convertito direttamente dall’organismo; ne sono buone fonti:

  • verdure: spinaci, broccoli, carote, zucche, patate dolci e peperoni;
  • frutta gialla come mango, papaya e albicocche.

A cosa serve?

Acne

I derivati della vitamina A, i retinoidi, vengono utilizzati per il trattamento dei disturbi della pelle come l’acne. Sono disponibili per il trattamento dei farmaci topici e orali sotto prescrizione medica, come la tretinoina (Airol®,  Retin-A®, …) e l’Isotretinoina (Roaccutan®, Aisoskin®, …). L’isotretinoina può causare effetti indesiderati gravi e dovrebbe essere utilizzato solo per le forme gravi di acne resistente; non deve essere usata nelle donne in gravidanza, che stanno pianificando una gravidanza, o per le quali c’è la possibilità di essere incinta, poiché c’è il rischio di gravi malformazioni. Questi farmaci devono essere prescritti da un medico. Gli integratori di vitamina A non devono essere usati contemporaneamente, altrimenti può aumentare il rischio di tossicità.

Leucemia acuta promielocitica (trattamento, acido all-trans retinoico)

L’acido all-trans retinoico sotto prescrizione (Vesanoid®) è un derivato della vitamina A ed è usato per il trattamento della leucemia promielocitica acuta, permettendo di migliorare la sopravvivenza media. Il trattamento deve essere seguito sotto stretto controllo medico. Gli integratori di vitamina A non devono essere usati contemporaneamente a questa cura, o può aumentare il rischio di tossicità.

Disturbi oculari

La carenza di vitamina A può portare alle macchie di Bitot, o all’accumulo di detriti di cheratina nella congiuntiva. Le macchie di Bitot sono un segno di xeroftalmia e possono essere trattati con dei supplementi di vitamina A.

Viene inoltre prescritta e utilizzata nella popolazione anziana per la sua funzione antiossidante, che sembra essere in grado di rallentare la degenerazione maculare, una delle principali cause di riduzione della visione legata all’età.

Morbillo

La vitamina A deve essere somministrata ai bambini con diagnosi di morbillo nelle aree in cui è comune una condizione di carenza. Il morbillo è una malattia virale che può portare a complicanze gravi come diarrea, polmonite ed encefalite. I supplementi di vitamina A nei bambini con il morbillo possono essere utili perchè diminuiscono la durata e l’impatto della malattia. Effetti collaterali come diarrea, polmonite e la morte sono stati ridotti grazie al suo uso. La gestione del morbillo dovrebbe essere tenuta sotto stretto controllo medico.

Xeroftalmia (secchezza oculare)

La xeroftalmia richiede un trattamento per via orale a causa di una prolungata carenza di vitamina A; deve essere somministrata subito dopo che viene riscontrata la malattia.

Dosi

La dose giornaliera raccomandata (RDA per la vitamina A) assunta per via orale è stata stabilita dalla Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU) attraverso i LARN, un acronimo che designa i “Livelli di Assunzione giornalieri Raccomandati di energia e Nutrienti per la popolazione italiana”. Alle dosi raccomandate la vitamina A viene generalmente considerata non tossica. Un eccessivo dosaggio può condurre alla tossicità acuta o cronica.

Per bambini e adolescenti il fabbisogno giornaliero medio prevede l’assunzione di:

  • 1-3 anni, 200 μg
  • 4-6 anni, 250 μg
  • 7-10 anni, 350 μg
  • 11-14 anni, 400 μg

Dopodichè vengono consigliati

  • per l’uomo, 500 μg
  • per la donna, 400 μg
    • che salgono a 500 μg in gravidanza
    • e 800 μg in allattamento.

L’assunzione raccomandata prevede invece:

  • 1-3 anni, 300 μg
  • 4-6 anni, 350 μg
  • 7-10 anni, 500 μg
  • 11-14 anni, 600 μg

Dopodichè vengono consigliati

  • per l’uomo, 700 μg
  • per la donna, 600 μg
    • che salgono a 700 μg in gravidanza
    • e 1000 μg in allattamento.

L’integrazione di vitamina A in gravidanza deve tuttavia avvenire solo dietro espresso parere del ginecologo, in quanto dosi eccessive sembrano essere legate a un possibile rischio di malformazione del feto.

Carenza

Le carenze di vitamina A sono piuttosto rare nei paesi industrializzati, mentre resta qualche preoccupazione nei paesi in via di sviluppo ed in particolare nelle zone dove la malnutrizione è comune.

Una carenza prolungata può portare alla xeroftalmia (secchezza oculare) e, infine, alla cecità notturna o alla cecità totale, nonché a disturbi della pelle, a infezioni (come il morbillo), a diarrea e a disturbi respiratori.

Una carenza può inoltre essere un fattore di rischio per l’anemia sideropenica (da carenza di ferro).

La vitamina A è necessaria per la crescita sana e lo sviluppo e la quantità giornaliera raccomandata (RDA) deve essere garantita, in particolare nei bambini.

Effetti collaterali ed eccesso

Poiché la vitamina A è liposolubile, il corpo ne immagazzina le quantità in eccesso principalmente nel fegato, dove si può facilmente accumulare.

Eccedere con l’assunzione di questa vitamina può avere gravi conseguenze, mentre l’assunzione di grandi quantità di beta-carotene e altri carotenoidi non sembra essere legata pericoli significativi (può per esempio comparire un colorito giallo-arancione della pelle, non associato a rischi per la salute).

I sintomi legati a un’eccessiva assunzione della vitamina in quanto tale dipendono dalla quantità e dai tempi di somministrazione; a parte situazioni anomale e occasionali che causano intossicazioni acute (come il consumo di carni di orso polare da parte delle popolazioni artiche), in genere si tratta di fenomeni da accumulo dovuti a un’errata assunzione di integratori che possono causare mal di testa, vertigini, stanchezza, malessere, visione offuscata, dolore alle ossa e gonfiore, nausea e/o vomito.

Secondo alcuni lavori in letteratura un eccessivo consumo nel tempo potrebbe causare la comparsa di osteoporosi, soprattutto nelle donne e/o negli anziani.

La tossicità da vitamina A può portare a colestasi intraepatica, una condizione in cui la bile non può fluire dal fegato nell’intestino. Il trattamento con acido ursodesossicolico ha dimostrato di migliorare notevolmente i sintomi di colestasi.

Le persone che soffrono di malattia epatica o che consumano elevate quantità di alcol possono essere più esposti al rischio di epatotossicità da vitamina A. I fumatori che consumano alcol e beta-carotene possono essere esposte ad aumentato rischio di cancro polmonare o malattie cardiovascolari.

Gravidanza

Una carenza di vitamine nelle madri è comune nei paesi in via di sviluppo e. in questi casi, il beta-carotene può ridurre le complicanze legate alla gravidanza e la mortalità in tali individui.

Un’eccessiva assunzione aumenta tuttavia i rischi di possibili malformazioni (soprattutto a livello del sistema nervoso) del feto quindi, a meno di diverso parere del ginecologo, per le donne di gravidanza si raccomanda di:

  • Evitare l’assunzione di integratori di vitamina A,
  • evitare il consumo di fegato (alimento che ne è ricchissimo).

Interazioni con farmaci e integratori

Gli integratori di vitamina A non devono essere assunti contemporaneamente all’ acitretina (Neotigason®), agli anticoagulanti (fluidificanti del sangue) come il warfarin (Coumadin®), All-Trans-Acido Retinoico (Vesanoid ®), l’isotretinoina (Roaccutan®, Aisoskin®), o la tretinoina (Retin-A®, Airol®) a causa di un aumentato rischio di tossicità da vitamina A.

La colestiramina (Questran®) e il colestipolo possono diminuire l’efficacia della vitamina A, riducendo l’assorbimento di questa vitamina liposolubile. La neomicina può interferire con l’assorbimento della vitamina A, sebbene non questa interazione è stata dimostrata essere clinicamente significativa. I contraccettivi orali (pillola anticoncezionale) aumentano i livelli plasmatici di vitamina A.

La vitamina A può ridurre i tassi di sieroconversione al virus del morbillo/vaccino, rendendo meno efficace il vaccino. Altri vaccini possono essere migliorati con la vitamina A, compresi il vaccino per la malattia da Haemophilus influenzae di tipo B e il vaccino difterite. E’ stato dimostrato che anche altri vaccini sono influenzati dall’assunzione di supplementi di vitamina A. Tra questi il vaccino antipolio orale (OPV), il vaccino antitetanico, per la pertosse, e per l’epatite B.

L’orlistat (farmaco per l’obesità, Alli®, Xenical®) riduce l’assorbimento delle vitamine liposolubili, anche se alcuni studi suggeriscono che la vitamina A non sia particolarmente influenzata dall’orlistat come le altre vitamine liposolubili. Tuttavia, i produttori raccomandano a tutti i pazienti di prendere un integratore multivitaminico contenente tutte le vitamine liposolubili (tra cui le vitamine A, D, E e K se non altrimenti controindicate), distanziando il tempo di somministrazione di almeno due ore dall’orlistat.

I pazienti che prendono la tetracicline, specialmente la minociclina (Minocin®), più la vitamina A sono a rischio di sviluppare un’ipertensione endocranica benigna (pseudotumor cerebri), che può verificarsi con la tetracicline e l’intossicazione da vitamina A. Pertanto, alte dosi di vitamina A devono essere evitate nei soggetti che assumono la tetracicline cromica.

Si può verificare un aumento della tossicità dovuto al’uso concomitante di vitamina A e alla chemioterapia.

La carruba può aumentare il rischio di tossicità da vitamina A.

La vitamina A può migliorare l’anemia nelle persone che presentano una carenza di ferro e di vitamina A. Non vi è probabilmente nessun beneficio nelle persone che non soffrono di carenza di vitamina A.

Una carenza di zinco può modificare lo stato della vitamina A, anche se il meccanismo con cui ciò può verificarsi non è chiaro.

Fonti principali:

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Gentile Dottore,
    volevo una precisazione riguardo l’interazione del Cumadin e della vitamina A. Non biìsogna assumerli insieme cioè alla stessa ora, quindi a distanza di 3 ore, per esempio, dall’assunzione di una dall’altra
    si può tranquillamente, oppure in nessun caso?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sarebbe preferibile evitare proprio; ovviamente se è una prescrizione medica indispensabile va semplicemente rivalutato con il medico il dosaggio di entrambi.

  2. Anonimo

    Ci sono degli integratori di vitamina A? Ho letto che può essere usata x l acne. Dopo aver interrotto la pillola,sono comparsi i brufoli come anni fa(allora usavo isotretinoina) e inoltre ho la ferritina molto bassa. Me la consiglia? Che tipo di integratori posso acquistare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non è un approccio che consiglio; meglio rivolgersi ad l dermatologo.

  3. Anonimo

    Gentile dott. Cimurro,
    assumo due compresse di Tiobec 400mg al mattino insieme a una capsula di Saluvision mrtillo qualche altro integratore. Secondo Lei potrebbe andar bene Visucomplex capsule…oppure, considerando che questi integratori hanno tante vitamine in comune, rischio di assumere dosi eccessive di vitamine A, B2 e carotenoidi?

  4. Anonimo

    Dottore, è saltata una parte del testo. Aggiungo la parte mancante.
    Essendo abbastanza miope, oltre al mirtillo associo sempre un altro integratore. Chiedevo se potesse andar bene il Visucomplex insieme al mirtillo Saluvision e al Tiobec 400mg due compresse prese insieme. Mi scuso per l’errore e la ringrazio.

  5. Anonimo

    Il Tiobec, lo prendo da tanti anni su indicazione dell’ortopedico e poi, successivamente, dalla dermatologa. Il mirtillo lo prendo a cicli da anni…sempre su indicazione dell’oculista. Ma poichè ho anche problemi di fragilità capillare alle gambe ed emorroidi, con questo della Saluvision ho avuto ottimi risultati. Recentemente ho avuto un attacco di emorroidi e ho dovuto ricorrere a Daflon. Passati ho deciso di riprendere il mirtillo. L’oculista mi ha dato Visucomplex…ma mi sono dimenticata di informarlo che prendo anche 2 cmp di Tiobec da 400mg e 1cps di Saluvion. Ho poi notato che hanno in comune le vitt. A, E e B2. Diciamo che quella che mi preoccupa di più è la A…contenuta nel Saluvision e nel Visucomplex. Perchè quest’ultimo contiene olio di Krill (200mg) ricco di vit.A e carotenoidi. Non vorrei fosse una dose esagerata di vit.A…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le ho chiesto se sono stati prescritti perchè non sono un grande fautore degli integratori e tra l’altro condivido i suoi dubbi su possibili sovradosaggi; valuterei magari di alternare i prodotti a cicli.

  6. Anonimo

    Ho scoperto via Internet che ho Melasma e ho letto che necessito di una lozione Glicosal e di un acido retinoico…Ma Vesanoid sara’ quello adatto per me ? Non credo di avere la leucemia ma sembra che sia l’unico farmaco con acido trans retinoico…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non so cosa sia peggio, se un’autodiagnosi od un’automedicazione.
      Eviti il fai da te e si rivolga con fiducia ad un medico.

  7. Anonimo

    Salve, ho assunto la pillola della Vitamina A con isotetrinoina per 4 mesi fino a Giugno 2014. Durante il periodo della cura era vietato fare uso di cerette in qualsiasi parte del corpo (compreso il labbro superiore e le sopracciglia). A distanza di altri 4 mesi dalla fine della cura, posso riutilizzare la ceretta? La mia estetista ha paura di farmi qualche lesione in quanto la pelle si è molto assottigliata. Grazie

  8. Anonimo

    buonasera dott. cimurro,
    sono alla 21esima settimana di gravidanza e, date le voglie, da un paio di settimane bevo 3 o 4 bicchieri di succo di pompelmo rosa al giorno.. mi e’ sorto pero’ in dubbio in merito al contenuto di vitamina A.. e’ pericoloso? posso aver arrecato danni al mio bambino? grazie per il suo aiuto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si preoccupi di quanto consumato, ma sicuramente da oggi ne riduca le quantità.

  9. Anonimo

    salve dottore, assumo aisoskin da 3 mesi…durante questo tre mesi ho avuto un ciclo irregolare. Il mio solito era di 28 giorni, ma con questa cura mi è sempre anticipato di 3-4 gg. oggi mi sarebbe dovuto arrivare ma niente…ho fatto il test di gravidanza 11 giorni fa ed era negativo, devo preoccuparmi????

    1. Anonimo

      Che io abbia notato no…..”metodo contraccettivo” coito interrotto…. non saprei…oggi vorrei fare un test di gravidanza…è possibile che subito dopo le anali sia rimasta incinta? e se fosse, dovrei abortire obbligatoriamente vero? so che ci sono moltissime probabilità di gravi malformazioni fetali.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il coito interrotto è a rischio per definizione ed assolutamente da evitare in cura con Aisoskin; sì, faccia un test di gravidanza.

  10. Anonimo

    Salve dottore vorrei sapere una cosa se è possibile ho preso per un periodo la pillola sibilla da 4 mesi che ho smesso di assumerla e ho notato che l acne mi é passata. E da un po di giorni che assumo l integratore multivitaminico ( vitamin360) con questo secondo lei mi torneranno i brufoli o posso star tranquilla!?? La ringrazio!

  11. Anonimo

    salve dottore, a breve finirò la cura con aisoskin… quanto devo attendere prima di poter cercare una gravidanza?

    saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ultima parola al ginecologo, ma almeno un mese intero dopo la sospensione del farmaco.

  12. Anonimo

    Salve dottore vorrei sapere se si può prendere la vitamina A assieme alla pillola anticoncezionale grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non vedo controindicazioni, ma attenzione alle dosi perchè la pillola può aumentare la concentrazione circolante di vitamina A.

  13. Anonimo

    Gentile dottore,
    Ho letto che in gravidanza vanno evitate creme contenenti vitamina A, come quelle antirughe al retinolo… Ho acquistato una semplice crema idratante bio contenente olio di rosa mosqueta ma scopro che quest’olio contiene vitamina A! Quindi può far male lo stesso? Eppure l’olio di rosa mosqueta è indicato in gravidanza! Sono confusa e spero mi possa chiarire le idee!
    Grazie

  14. Anonimo

    I Provenzali Bio crema viso idratante 24 ore all’olio di rosa mosqueta. [CUT]

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere non è un grosso problema per le scarse quantità in gioco, senta comunque anche cosa ne pensa il ginecologo.

  15. Anonimo

    buon giorno,gradirei un suo parere di quanto segue,ho assunto su consiglio del dermatologo isdiben 20mg per dermatite dopo averne prese 9 ho interrotto la cura per diversi effetti collaterali tutti risolti tranne uno,calo della vista occhio sinistro,ma e normale che dopo 10 giorni dalla sospensione del farmaco ancora la vista non si sia normalizzata?DOVRO SOTTOPORMI A VISITA OCULISTICA?grazie per la cortese risposta.

  16. Anonimo

    Buon pomeriggio dottore io sto prendendo la vitamina A però facendo la ceretta al baffetto mi sono strappata un pezzo di pelle ed ora ho una macchia rossissima e non riesco a parlare molto bene in quanto mi sento tirare !! La domanda che vorrei farle è la macchia sparirà o rimarrà x sempre ??….la ringrazio molto

  17. Anonimo

    Gentile dottore, per mia abitudine assumo succhi biologici di barbabietole, e a volte anche succhi con altre verdure (ad esempio di carote) pensando di fare una cosa sana. Leggendo il suo articolo mi sorge un dubbio, la quantità di vitamine (in particolare la A) contenuta in questi succhi, che essendo da spremitura sono molto concentrati, è eccessiva? il fisico è in grado di smaltirla o fa male? La ringrazio anticipatamente.

    1. Anonimo

      non so se la quantità contenuta nella marca che uso io (Biotta) sia eccessiva o meno.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se fa ruotare i gusti (cioè le verdure) non dovrebbe essere un grosso problema; sulla confezione è riportato a quante barbabietole/carote equivalga una bottiglia da 250?

    3. Anonimo

      La bottiglia è da 500 ml. In quella di sola barbabietola dice che ci sono 3 barbabietole, in quello misto (barbabietole, sedano e carote) 672 g di verdure. specificatamente non viene riportato nulla.

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se non esagera e ruota i gusti non dovrebbero esserci grossi problemi.

    5. Anonimo

      avevo iniziato ad assumerlo in quanto non sempre riesco, per motivi di lavoro, a preparare verdure fresche a avendo la tendenza ad avere l’acido folico basso me l’avevano consigliato e avevo tratto beneficio. seguirò il consiglio su varietà e quantità 🙂

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Confermo il consiglio dato sopra, il principio da tenere a mente sempre è che il troppo è nemico del bene.

    7. Anonimo

      Buongiorno sono una mamma di un bimbo di circa 9 anni. Uso nei cambi di stagione, vitamine come tonigen 500. Trovata bene. Ma sono mesi che non si riesce a trovare. Io uso invece Ristabil, nel periodo invernale. Posso darlo anche a mio figlio? Cioè è adatto per i bambini?? Grazie.

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo vedo prescrivere dai pediatri anche ai bambini, ma contenendo eleuterococco, è appunto utile l’avallo del pediatra.

    9. Anonimo

      Mi può allora consigliare un buon integratore per bambini a parte toni gen 500 che non si trova?? Grazie.

    10. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare alcun prodotto; ne parli con fiducia al suo farmacista, saprà indirizzarla verso uno dei validi integratori disponibili.

  18. Anonimo

    Mi scusi soffro di retinite pigmentosa, mi hanno prescritto vitamina A palmitato gocce da 150.000 UI/ml in preparazione galenica ma non trovo nessun farmacista nella mia zona che la prepara; in passato prendevo arovit gocce che non trovo più in farmacia può per piacere consigliarmi un prodotto uguale o simile le sarei molto grata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo al momento non mi risultano ulteriori formulazioni commerciali, mi dispiace.

  19. Anonimo

    Buongiorno sono affetta da malattia di darier mi hanno consigliato di fare una cura a base di retinoidi volevo sapere se questa cura possa risolvere il problema.
    Grazie.
    Saluti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Risolvere nel senso di guarire temo di no, in genere si usano per trattare le singole lesioni.

  20. Anonimo

    è vero che la vitamina A attiva o migliora l’attività dello a Zinco

  21. Anonimo

    Salve,
    circa 26 anni fa per curare l’acne giovanile ho assunto acido retinoico (Roaccutan), sotto consiglio di un dermatologo. Da allora ho ipersensibilità alla luce che mi provoca mal di testa anche dopo brevi esposizioni al sole, frequente arrossamento della pelle, un paio di macchie senili sul viso (nonostante cerchi di evitare il sole) e necessità di portare occhiali scuri anche col cielo nuvoloso. Ci sono rimedi?

  22. Anonimo

    Vorrei un consiglio in quanto sono in cura con isotretinoina da circa 8 mesi con dose di 40mg, da due o tre mesi ho problemi agli occhi che sono andati man mano peggiorando con secchezza oculare, bruciore, arrossamento, lacrimazione..ora so che é anche normale la secchezza delle mucose infatti ne ho parlato con la dermatologa e mi ha consigliato di usare delle lacrime artificiali, ma non hanno risolto il problema andando sempre a peggiorare ciò mi ha portato una congiuntivite che ho cercato di sopportare e calmare con gocce antistaminiche che mi davano un po di sollievo ma che non potevo usare sempre…ora però ho un sintomo ancora più allarmante del quale vorrei un opinione l’offuscamento della vista ma solo all’occhio destro..non è fisso ma peggiora fappena faccio qualcosa che richiede attenzione alla vista come guardare la tv, il cellulare, il pc, anche in questo momento mi sta dando difficoltà a scrivere…ho fatto una cura antibiotica per la congiuntivite che mi ha dato sollievo solo sul momento, pochi giorni dopo è tornato tutto come prima. Vorrei sapere se é un sintomo grave da dover interrompere l’ assunzione del farmaco per possibili problemi a lungo termine o no.
    Naturalmente ne parlerò anche con la mia dermatologa alla prossima visita ma credo che prenda un po sottogamba questi effetti collaterali, in fondo sono io alla fine che ho la congiuntivite da tre mesi, è non credo che faccia bene hai miei occhi, ma per lei il farmaco è sicuro e senza rischi a parte quello della gravidanza.

  23. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
    Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

    Buongiorno ,non sono un esperto dell’argomento , ma nella scheda tecnica del farmaco tra gli effetti collaterali più comuni ci sono disturbi oculari come irritazione oculare, secchezza degli occhi e congiuntivite. Per cui è opportuno, a mio avviso, sentire la dermatologa per rivalutare la terapia e fare una visita oculistica. Saluti

  24. Anonimo

    Ho una bimba di 9 mesi e sto allattando ho comprato un integratore multivitaminico con dentro anche la vitamina A é preferibile nn assumerlo potrebbe farle male ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Usi integratori specifici per l’allattamento (anche se il problema della vitamina A è legato solo alla gravidanza).

  25. Anonimo

    Salve, sono alla 9° settimana di gravidanza e fino a qualche giorno fa utilizzavo una crema corpo contenente Vit A con dosaggio ovviamente non indicato sul foglietto illustrativo, ma veicolata da liposomi, applicandola sul seno e sull’addome. La marca della crema corpo è Seacret – con sali del mar morto (nota marca cosmetica a base appunto di sali del Mar Morto). Vorrei sapere se il quantitativo di Vit A (ed anche di Vit C) contenuta in tali creme potrebbe superare il dosaggio ritenuto tossico in gravidanza. Grazie per la disponibilità.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso no, ma non posso darle garanzie e in generale consiglio di usare solo prodotti approvati per la gravidanza (anche se topici).

  26. Anonimo

    Salve, sono incinta di 7 settimane. Fino a pochi giorni fa ho usato un siero viso alpha H a base di vitamina A a sere alterne. Ovviamente non conosco la concentrazione, ma essendo un siero temo che sia abbastanza alta. Posso aver arrecato un danno al mio bambino?
    Grazie mille,
    L.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente no, ma condivido la decisione di sospenderlo precauzionalmente. Senta comunque il parere del ginecologo.

  27. Anonimo

    buona sera,
    ho 39 anni e dalla pubertà fino al 2012 ho sofferto di acne curata poi con isotretinoina. Ora sta riaffiorando ma per eventuali effetti teratogeni non voglio ripetere il trattamento. Che dosaggio potrei assumere per evitare l’effetto ma avere benefici sull’acne? grazie
    ps ho comprato il rovigon ma credo il dosaggio sia eccessivo comunque.

La sezione commenti è attualmente chiusa.