Dieta per reflusso gastroesofageo e gastrite: cosa mangiare?

Ultimo Aggiornamento: 127 giorni

Infografica

Stampa la seguente infografica e condividila con chi soffre di questi problemi, si tratta di una guida pratica per valutare di volta in volta il grado di rischio di cibi ed alimenti.

Infografica riassuntiva

Scarica e stampa l’infografica riassuntiva, da tenere sempre con te o da appendere al frigorifero.
(Versione PDF, dimensione 426 kB)

Introduzione

Prima di allungare la mano per prendere un’altra manciata di patatine fritte, fermatevi un momento a pensare: e se mi facessero venire bruciore di stomaco?

Anche se l’effetto dei diversi alimenti cambia da persona a persona, esistono alcune regole generali. Ci sono infatti cibi e bevande che, a causa di un alto tasso di acidità (oppure grazie alla capacità di rilassare il cardias, la valvola che impedisce all’acido di risalire nell’esofago), sono in grado di causare i sintomi della gastrite e del reflusso più di altri.

Diverse testimonianze confermano che limitare il consumo degli alimenti più problematici è in grado di diminuire la frequenza degli attacchi; anche se i fattori legati al bruciore di stomaco sono diversi e comprendono

  • consumo di alcol,
  • gravidanza,
  • ernia iatale,
  • fumo,
  • determinati medicinali,

chi soffre di questo problema in genere concorda sul fatto che il cibo sia la causa principale.

Il segreto per convivere con gastrite, reflusso gastroesofageo ed ernia iatale è inserire nella propria dieta il giusto mix di cibi e bevande.

In questa guida abbiamo suddiviso alcuni cibi e bevande comuni in base alla loro tendenza a creare acidità, irritare la mucosa gastrica e/o rilassare la valvola dell’esofago causando reflusso. È possibile determinare il grado di probabilità di un attacco di bruciore di stomaco basandosi sulla categoria di appartenenza.

Maggiore è il numero di cibi a rischio nella propria dieta, maggiore la probabilità di bruciore di stomaco e sintomi correlati.

Attenzione

La capacità di tollerare i cibi presenti nell’elenco seguente varia da persona a persona. Un bicchiere di limonata può essere tollerato molto bene da alcuni soggetti e causare un attacco di bruciore di stomaco devastante in altri. Occorre prestare molta attenzione alle porzioni che si consumano e ricordarsi le quantità che il nostro stomaco è in grado di tollerare. Come guida usate le vostre porzioni personalizzate. Se la quantità è eccessiva spesso il cibo consumato passa alla categoria di rischio superiore.

Frutta

  • Alto rischio
    • Succo d’arancia
    • Limone
    • Limonata
    • Succo di pompelmo
    • Succo di mirtillo rosso
  • Rischio medio
    • Succo d’arancia a basso tenore di acidità
    • Sidro di mela
    • Pesca
    • Mirtilli
    • Lamponi
    • Fragole
    • Uva
    • Mirtilli rossi secchi
  • Basso rischio
    • Mela fresca
    • Mela secca
    • Succo di mela
    • Banana

Verdura

  • Alto rischio
    • Purè di patate
    • Patatine fritte
    • Cipolla cruda
    • Insalata di patate
    • Pomodoro
  • Rischio medio
    • Aglio
    • Cipolla cotta
    • Porro
    • Crauti
    • Scalogno
  • Basso rischio
    • Carote
    • Cavolo
    • Piselli
    • Broccoli
    • Fagiolini
    • Patate al forno

Carboidrati

  • Alto rischio
    • Maccheroni al formaggio
    • Spaghetti al pomodoro
  • Rischio medio
    • Muffin
    • Muesli ai cereali
  • Basso rischio
    • Pane integrale
    • Pane bianco
    • Pane con farina di mais
    • Riso integrale
    • Riso bianco
    • Cuscus
    • Gallette
    • Cracker
    • Pretzel
    • Dolce di riso
    • Cereali a base di farina d’avena
    • Corn flakes glassati
    • Cereali a base di crusca

Latte e derivati

  • Alto rischio
    • Panna acida
    • Frullato
    • Gelato
    • Fiocchi di latte
  • Rischio medio
    • Yogurt
    • Latte parzialmente scremato
    • Latte scremato
    • Yogurt gelato
    • Fiocchi di latte magri
    • Formaggio a pasta dura
    • Mozzarella
  • Basso rischio
    • Formaggio spalmabile magro
    • Feta
    • Formaggio di capra
    • Panna acida magra
    • Formaggio di soia a basso contenuto di grassi*

Carne ed altri secondi piatti

  • Alto rischio
    • Manzo tritato, spalla
    • Bistecca di controfiletto
    • Crocchette di pollo
    • Alette di pollo
  • Rischio medio
    • Manzo tritato, magro
    • Insalata di pollo
    • Uova strapazzate al burro
    • Uova al tegamino
    • Frittura di pesce
    • Insalata di tonno
    • Hot dog di manzo o di suino
    • Prosciutto
    • Burro di arachidi
    • Fagioli al forno
  • Basso rischio
    • Manzo tritato, magrissimo
    • Roast beef
    • Petto di pollo senza pelle
    • Albume d’uovo (o sostituto dell’uovo)
    • Pesce fresco cotto senza aggiunta di grassi

Grassi, olii e dolci

  • Alto rischio
    • Cioccolata
    • Patatine di mais
    • Patatine fritte
    • Biscotti al burro ad alto contenuto di grassi
    • Biscotti tipo brownies
    • Bombolone
    • Condimento cremoso per insalata
    • Condimento per insalata a base di olio e aceto
  • Rischio medio
    • Biscotti a basso contenuto di grassi
    • Ketchup
  • Basso rischio
    • Patatine cotte al forno
    • Biscotti senza grassi
    • Caramelle gelatinose
    • Rondelle di liquirizia
    • Condimento per insalata a basso contenuto di grassi

Bevande

  • Alto rischio
    • Liquori
    • Vino
    • Caffè
    • The
  • Rischio medio
    • Aperitivi analcolici
    • Birra
    • Birra analcolica
    • Bevande dolci gassate
  • Basso rischio
    • Acqua minerale

*Si segnala ai lettori che il formaggio di soia, pur non appartenendo ai latticini, è stato mantenuto in questa categoria come sul documento originale, ai fini di una più agevole consultazione. Ringrazio la Dr.ssa Napolitano per la cortese segnalazione.

Diario alimentare

Un diario alimentare è un buon sistema per tener traccia delle proprie scelte alimentari e identificare le cause scatenanti del bruciore di stomaco. Il bruciore di stomaco può essere tenuto sotto controllo, e non è necessario subirlo passivamente: è fondamentale farsi carico delle propria dieta e bloccare il disturbo prima che si manifesti.

Fonte: National Heartburn Alliance, traduzione a cura di Elisa Bruno

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo

    C’è uno specifico pane che potrebbe farmi bene? Soffro di reflusso che tipo di pane posso prendere tranquillamente?

    1. Anonimo

      Salve mi pui dare un consiglio fa alcuni giorni o dolori alla bocca dello stomaco e nausea e non aver voglia di mangiare un dottore mi a detto che secondo lui conoscendomive tutta ansia e se mi voglio passare un capricciodi fare la gastroscopia un altro medico sopra la visita mina detto una forte gastrite che se non la curo se ne va a colite e mi a dato dei farmaci e una dieta e poi una cestite forte con sanque lei che dice a chi devo ascoltare premetto che acqua non ne bevi mai e mangiò invmido sbagliato mi dia un cosigliibio o paura se non se ne accorgono e sia una cosa brutta

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è motivo di pensare a qualcosa di brutto; potrebbe inizialmente provare con la cura prescritta, se non fosse sufficiente a risolvere valuterà la gastroscopia.

      La decisione ultima spetta comunque al suo curante.

    3. Anonimo

      Lo so pero io non so che cosa e giusti quale dottoressa a ragione quella che mi a visitato e mi a detto gastrite e mi a prescritto la cura o il dottore che senza visitarmi mi a detto gastroscopia la gastrite e una cose grave?

    4. Anonimo

      Grazie per le sue risposte lei pensa che il dottore con la visita se ne accorge che e gastrite questi sintomi non sono associate con malattie brutta scusi soni troppo ansiosa io penso troppo

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, ribadisco che non c’è motivo di pensare a nulla di grave, provi la cura prescritta e faccia eventualmente la gastroscopia, la gastrite può dare sintomi molto fastidiosi, ma non è necessariamente indice di una situazione grave.

    6. Anonimo

      Salve dottore!! È da tre settimane che ho un problema alla gola e cioè che quando sto seduto sul divano o vado a letto ho come una sensazione di carenza respiratoria con necessità di colpi di tosse e magari liberazione di catarro chiaro!! Però durante la giornata se sto in movimento è come se non avessi nulla!! Questo si verifica tutte le sere!! Ho voluto evitare di andare dal dottore pensando fosse passeggera, il che non sembra!!! Cosa mi consiglia fare?

    7. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso che consigliare di verificare con il medico, la visita è proprio l’unico modo per capire di cosa si tratti (reflusso, ansia, …).

  2. Anonimo

    Soffro da un mese di dolore allo stomaco, parte alta addominale, sento il dolore alcune volte in mezzo in alto a sinistra e anche nella parte destra. Soffro da due anni di reflusso che mi veniva non spesso due o tre volte l anno con periodi che arrivavano anche a durare un mese. Per questo dolore molto più forte delle altre volte ho fatto una ecografia sugli organi addominali e andava tutto bene più una radiografia, comunque alla fine di tutto sospettano di una gastrite, siccome dopo mangiato sento il dolore allo stomaco che si accentua maggiormente è soprattutto mi sento la pancia molto gonfia. Ho iniziato una cura durata due settimane con una bustina di glaviscon la sera e una pillola di lucen da 20 mg la mattina, senza però ottenere risultati, tanto che da due giorni ho iniziato una nuova cura con il mio medico più pesante, composta da 40 mg di lucen la mattina 40 mg di lucen la sera e la busta di glaviscon dopo i pasti principali. Tutto da seguire per altri 15 giorni. Volevo chiedere se qualcuno che conosce meglio questa patologia poteva darmi un consiglio siccome sono molto preoccupato siccome il fastidio non passa

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, è presto per esprimersi, i farmaci come il Lucen hanno un effetto cumulativo, nel senso che l’effetto di miglioramento si manifesta quando il farmaco ha raggiunto una certa concentrazione nello stomaco e se ne è appunto accumulato abbastanza per ridurre i sintomi; prosegua la cura come prescritta, è già di per sè abbastanza forte. Saluti.

    2. Anonimo

      Grazie per la risposta, avevo un ultima domanda è normale che il bruciore lo sento di più quando sono in piedi e fermo? Spesso quando mi siedo rannicchiato o mi stendo il bruciore si allevia notevolmente alcune volte arriva quasi a sparire e non capisco il perché…

    3. Anonimo

      Ah probabile allora, siccome il bruciore è partito qualche giorno dopo che ho iniziato a lavorare, può darsi che sia causato o aggravato dallo stress del lavoro? È il mio primo lavoro siccome mi sono diplomato quest’anno e già dal primo giorno ho sempre fatto non meno di 10/11 ore lavorative arrivando anche a 13 ore con una pausa che arriva a stento ad un ora

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente sì, è plausibile; ovviamente se non passasse senta comunque il parere del medico (ci siamo passati tutti iniziando a lavorare, anche se ognuno somatizza a modo proprio, quindi non si spaventi).

  3. Anonimo

    Mio figlio adesso ha tre anni ed ha sempre sofferto di reflusso adesso e’ al primo anno d asilo mi sconsiglia di farlo mangiare nella mensa scolastica??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È da valutare con il pediatra (in alcuni casi è possibile accedere a diete personalizzate).

  4. Anonimo

    Pure io soffro di male di pangia e dei bruciori forti e non so che fare il dottore mia dato delle pillole e non mi aiutano tanto

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Bisognerebbe capire di cosa soffre e che terapia fa, probabilmente però è ancora presto per valutare una risposta ai farmaci prescritti.

  5. Anonimo

    Salve ho 20 anni soffro da anni la gastrite acuta. In queste ultime 2settimane non sono riuscita a mangiare bene perche soffro di nausea vomito.sento lo stomaco pieno di gas ed é gonfio.questa mattina ho vomitato tanti liquidi do color verde con un sapore acido. la mia dottoressa mi ha consigliato megaltop 4volte al giorno ma non funziona. Sto veramente male lo stomaco mi brucia tanto. Cosa devo fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se nella prossima settimana non vedesse miglioramenti lo segnali al medico, ci sono eventualmente farmaci più forti.

  6. Anonimo

    salve e da una settimana che sto malissimo ho dolori allo stomaco avvolte nn capisco dove mi fa male e anche mi fanno male i reni sono stata al pronto soccorso mi hanno fatto un po di esami e alla fine hanno detto gastrite mi trovo in germania i farmaci che il dottore mi ha prescritto sono una bustina di tepilta la prendo dopo 2 ore che ho finito di mangiare e la mattina pantoprazol tad da 40 sono spaventata e ansiosa quando tempo ci vuole per passare una castrite e se la cura prescritta va bene

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La cura prescritta va benissimo, ma i farmaci richiedono fino a 2 settimane prima di esplicare completamente il loro effetto.

  7. Anonimo

    Salve dottore, io soffro di reflusso acido, e vorrei farle alcune domande su cosa mangiare: ho notato che i legumi mi fanno male,anche i pomodori, quindi se mangio un semplice piatto d spaghetti a pomodoro o pasta e fagioli mi sento subito il fuoco nello stomaco. le vorrei chiedere oltre alla pastasciutta, cosa posso mangiare come primo piatto? va bene pasta con zucchine bollite e pasta con patate in bianco?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, vanno bene entrambi, solo due appunti:
      1. È corretto sperimentare personalmente, in modo da capire le proprie “tolleranze” personali.
      2. Pasta con patate non è consigliabile dal punto di vista nutrizionale, troppi carboidrati tutti insieme.

    2. Anonimo

      la ringrazio per la risposta, le volevo chiedere un altra cosa, come formaggi vanno bene groviera e grana è meglio evitarli?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Tra i consentiti ricordiamo quelli freschi, come primo sale, fiocchi di latte, mozzarella di vacca, Grana Padano.

  8. Anonimo

    salve io soffro di reflusso da 2 anni ho fatto tempo fa una cura con peridon e bustine antireflusso noremifa mi sono sentito meglio e ho sospeso la cura adesso e da un po di tempo che la notte mi sento soffocare mentre dormo appena mi prendo la bustina noremifa mi sento meglio cosa mi consiglia grazie.e che cibi mi dice di evitare

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Valuti con il medico di ripetere un ciclo di cura in modo sistematico.
      2. Per le indicazioni dietetiche le trova descritte nell’articolo.

    2. Anonimo

      BuonA sera, potrebbe essere la lingua con patina biancastra legata alla gastrite con reflusso ?

  9. Anonimo

    Salve. Da una settimana ho scoperto di avere la gastrite un po’ avanzata. Vorrei sapere se posso bere i succhi di frutta e in particolare quali.
    Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      I succhi andrebbero evitati a prescindere, troppo ricchi di zuccheri; in particolare in ogni caso vanno evitati quelli a base di agrumi.

  10. Anonimo

    Buona sera sono una paziente che da un po’ di anni soffre di reflusso gastrico, risultato di una gastroscopia è risultato che oltre a quella ho una ernia iatale di 4 cm, il medico curante mi ha dato il lucen20,e prima di coricarmi la sera prendo 10 ml di gaviscon advance ho notato che mi da solievo, volevo sapere il lucen20 ha un periodo limitato per assumerlo oppure si può prenderlo sempre? Mi ha detto una amica che la pastiglia mi copre per 2/3 giorni è vero? Tempo fa ho preso anche il Gerdoff ma non mi trovo sento che l’ acido dello stomaco si fa sentire, volevo sapere che diversità ha dal Lucen20! Grazie!

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, sì la terapia in questi casi è cronica, cioè si fa per molto tempo, possono essere necessari a volte aggiustamenti del dosaggio o variazioni dei farmaci, ma senza non si può stare e va assunta ogni giorno, non è vero quello che dice la sua amica, può anche darsi che se sospende per 2-3 giorni non ha sintomi, ma ciò non significa che può sospendere la terapia, che funziona poi per accumulo del principio attivo con questo tipo di farmaco, per cui segua la prescrizione datale e stia tranquilla.

  11. Anonimo

    Salve dottore, mi avvicino ai 50 e soffro da sempre di reflusso, mai diagnosticato da gastroscopia (della quale ho terrore), ma da diversi gastroenterologi, in base a semplice descrizione dei sintomi, nonché da alcuni otorinolaringoiatri, in seguito a laringoscopie per faringiti persistenti. Da anni ormai assumo una compressa da 20 di pantoprazolo al mattino e così tengo ottimamente sotto controllo i sintomi (gonfiore, bruciore, eruttazioni) che, purtroppo, riprendono dopo pochi giorni ad ogni tentativo di sospensione del farmaco (c’è da dire che non seguo alcuna dieta e mangio in maniera piuttosto sregolata, anche se non soffro di obesità, ma solo di un leggero sovrappeso). La mia domanda è sulla durata del trattamento con il pantoprazolo: è un problema aver prottatto così a lungo l’assunzione del farmaco? Dovrei sospendere? Quali possibili conseguenze? Grazie per la risposta.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, l’assunzione di un inibitore di pompa per un periodo prolungato secondo recenti studi sembra: poter ridurre l’assorbimento di vitamina b12 , ferro e magnesio, poter facilitare infezioni intestinali, aumentare il rischio di fratture e forse aumentare il rischio di demenza. Tuttavia sono farmaci che molte persone li assumono senza problemi. Ovviamente l’ideale è seguire tutti i consigli igienico-alimentari del caso per poterne fare a meno o comunque usarli solo a richiesta magari alternandoli a prodotti barriera (es. gaviscon , riopan..) saluti

  12. Anonimo

    Buon pomeriggio ho dolore di stomaco (alla bocca dello stomaco se mi tocco la schiena ) e istinto al vomito.
    Cosa mi consiglia di fare e di mangiare durante il giorno?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Stia leggera e, se non avesse fame, non è un problema digiunare.

  13. Anonimo

    Buongiorno dott. Vorrei sapere se l’ aglio e la cipolla sono da evitare anche cotte

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Entrano in gioco sensibilità individuali, ma non sono mai alimenti semplici da digerire purtroppo.

  14. Anonimo

    Salve è da un mesetto che sento dolore nella bocca dello stomaco, e nel fianco destro, sia nella parte del colon ma anche un po più sotto, ho fatto le analisi del sangue, ecografia e visita ginecologica perchè ho un ciclo irregolare da 2 mesi, ma erano negative e mi hanno semplicemente consigliato di mangiare in bianco, ma vorrei capire cosa di preciso devo mangiare? e per quanto tempo? sarebbe troppo presto effettuare una gastroscopia o è meglio iniziare una cura farmacologica? ps: ho problemi anche di stipsi e colon irritabile

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Con tutta probabilità i sintomi sono quindi imputabili al colon irritabile, nessuno meglio di lei sa cosa può farla stare meglio o peggio, segua una dieta leggera e non si sforzi di mangiare se non le va, l’intestino non deve essere “stressato”; se invece persistono i sintomi alti, da riferire per lo più allo stomaco, magari si potrebbe effettivamente pensare alla gastroscopia.

  15. Anonimo

    Salve, soffro da diversi mesi di infiammazione intestinale rilevata dalle analisi di Calprotectina. In seguito al breth test che ha evidenziato una intolleranza al lattosio non sto mangiando latte e derivati, ma l’ infiammazione persiste e nell’ ultimo mese ho la pancia più gonfia e dolorante al tatto. ( Le analisi rilevano anche valori di Sideremia e Ferritina bassi e Vitamina D bassa ). La gastroenterologa mi ha parlato della Sindrome del colon irritabile. È questo o potrebbe essere altro ? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente plausibile che sia questo.
      Se l’intolleranza al lattosio fosse severa è necessario evitare anche tutti gli alimenti che lo contengono, anche se non latte/latticini, imparando a leggere le etichette.

  16. Anonimo

    Salve, esofagite diagnosticata 3 anni fa con gastroscopia. A volte l’acidita abbonda in gola e sale in bocca arrossandomi la gola. Come posso aver sollievo o evitarla? La cura è sempre pantoprazolo e riopan. Grazie mille

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, se non fa una visita da 3 anni intanto le consiglio di ripeterla, la terapia deve essere modificata nel tempo, non è detto che vada bene sempre la prima impostata; per i fastidi da iperacidità ci sono rimedi momentanei ma efficaci come per esempio Gaviscon e simili, può chiedere al suo medico se assumerlo contestualmente alla terapia attuale, al bisogno o in che tempi.

  17. Anonimo

    Una domanda forse insolita: da anni soffro di gastrite ed esofagite da reflusso diagnosticata anche da gastroscopia. da tre anni mi è comparsa rinite allergica(non ho però allergie diagnosticate) tale da farmi ininterrottamente soffiare il naso soprattutto appena sveglia ma anche durante la giornata. Poi da marzo improvvisamente gli occhi (in particolare il sinistro) iniziano a lacrimare ininterrottamente assieme a un forte rossore ed ora patina bianca fastidiosa tipo congiuntivite. Fatti tre oculisti che mi hanno fatto la prova dell’apertura del canale lacrimale(aperto) e prescritto miriade di tipologie di gocce senza ottenerne benefici. Il tutto non è costante ma varia di giorno in giorno. Può dipendere dallo stomaco ed in questo caso come si cura? con antiacidi? Faccio già una dieta. Grazie mille!

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, no non vedo correlazione col problema gastrico; più che altro rimango perplessa dal fatto che parla di rinite allergica, ma contemporaneamente afferma di non avere allergie, cosa contraddittoria quindi, per cui farei intanto una valutazione allergologica, perché la lacrimazione continua potrebbe essere sintomo di allergia, come anche il disturbo nasale, senza una diagnosi non ha senso dare terapie che poi possono rivelarsi inutili, come nel suo caso.

  18. Anonimo

    salve,guardando nella tabella degli alimenti consentiti e non per il reflusso non ho visto alcuni alimenti che vorrei sapere se sono consentiti o meno:
    zucchine,zucca,spinaci e il formaggio groviera.Questi si possono assumere?
    poi un’altra domanda è: a colazione cosa posso mangiare? il latte scremato va bene con quali tipi di cereali?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Le verdure nominate non dovrebbero darle problemi.
      2. Limiti il formaggio.
      3. Sul latte dipende ovviamente dalla severità del reflusso; l’ideale è associare quelli senza zuccheri aggiunti (non è facile trovarli, in genere si trovano in reparti di cibi biologici e non con i comuni cereali per la colazione).

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In realtà in letteratura non ci sono prove che la colazione sia indispensabile come normalmente si dice, ma certamente ha un suo razionale perchè in genere si lavora e quindi per esempio la quota giornaliera di zuccheri può essere consumata in quel pasto.

      Se comunque riesce ad avere un’alimentazione equilibrata e completa con altri pasti non ci sono particolari pericoli a saltarla.

    3. Anonimo

      la ringrazio per le risposte, le volevo chiedere un ultima cosa, se nel caso salto la colazione e mangio solo a pranzo(100 grammi di pasti condita con le verdure indicate nella tabella per il reflusso) e solo a cena( carne bianca,pesce,o uova con verdure sempre indicate nella tabella) secondo lei sarebbe un alimentazione equilibrata e corretta e ottima per il reflusso? la ringrazio ancora per la disponibilità e buona serata.

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Queste sono valutazioni che spettano a un nutrizionista, perchè molto dipende dalle sue esigenze nutrizionali. Sarebbe poi bene inserire anche dei legumi, per esempio, oltre alla frutta, cereali integrali, …

  19. Anonimo

    Buongiorno dottore… vorrei chiederle gentilmente Sosa posso prendere per il reflusso provocato da inserimento BIB. sto mangiando purea di patate e bevendo yogurt e acqua. … ma mi sveglio addirittura 0er il forte bruciore da reflusso e quindi rimetto. … cé qlc farmaco indicato per sedare questa acidità? Ho preso omeprazolo plasil geffer. .. ma nulla.
    Grazie

La sezione commenti è attualmente chiusa.