Dieta per gli anziani

Ultimo Aggiornamento: 2300 giorni

Finora non è ancora stata messa a punto una dieta ideale per gli anziani, tuttavia questa fascia di popolazione può trarre vantaggio dalle modifiche di alcuni aspetti della dieta, ispirate dai cambiamenti che l’organismo subisce con l’invecchiamento. In generale non è necessario modificare la dieta per quanto riguarda i carboidrati e i grassi.

  • Calorie. Con l’andare dell’età si tende a diventare sedentari: si usa meno energia e quindi si ingrassa più facilmente. Se, per non ingrassare, si consumano meno calorie, probabilmente non si assumeranno tutti i nutrienti necessari, soprattutto le vitamine e i sali minerali. Se invece, pur essendo anziani, si continua a essere attivi, il fabbisogno calorico tende a rimanere invariato.
  • Proteine. Invecchiando si tende a perdere massa muscolare. Se non si consumano abbastanza proteine, si perdono ancora più muscoli. Se si hanno problemi a mangiare (ad esempio perché ci sono difficoltà a deglutire o problemi ai denti), è possibile consumare le proteine contenute in alimenti più facili da masticare rispetto alla carne, ad esempio: nel pesce, nei derivati del latte, nelle uova, nel burro di arachidi, nei legumi e nei derivati dalla soia.
  • Fibre. L’apporto sufficiente di fibre può aiutare a combattere il rallentamento delle funzioni digestive dovuto all’invecchiamento. Gli anziani dovrebbero consumare ogni giorno da 8 a 12 porzioni di alimenti ad alto contenuto di fibre. Assumere le fibre con l’alimentazione è la cosa migliore da fare, ma possono rivelarsi utili anche gli integratori, ad esempio lo psyllium.
  • Vitamine e sali minerali. Gli anziani in molti casi dovrebbero assumere un integratore di un certo minerale o di una certa vitamina (calcio, vitamina D, vitamina B12), oltre agli integratori multivitaminici. Ottenere la giusta quantità di calcio e di vitamina D con la dieta è molto difficile, ma queste sostanze sono fondamentali per la salute delle ossa, particolarmente importante per gli anziani. Alcuni anziani non assorbono la giusta quantità di vitamina B12, anche se ne assumono a sufficienza con la dieta, perché l’apparato digerente ha difficoltà ad assorbirla o a separarla dagli alimenti. Chi ha questo problema potrà assorbire meglio la vitamina B12 se somministrata sottoforma di integratore.
  • Acqua. Gli anziani corrono un rischio maggiore di disidratarsi perché la capacità di avvertire la sete diminuisce. Devono quindi sforzarsi di bere a sufficienza, anziché aspettare di avere sete.

Gli anziani corrono un rischio maggiore di soffrire di patologie o di dover assumere farmaci che alterano il fabbisogno nutrizionale o la capacità dell’organismo di soddisfare il fabbisogno nutrizionale; le malattie e i farmaci possono inoltre far diminuire l’appetito o interferire con l’assorbimento delle sostanze nutritive.

Durante le visite si dovrebbe sempre chiedere al medico se le malattie di cui si soffre, o i farmaci che si assumono, sono in grado di interferire con l’alimentazione.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    sono contenta che si pensa ogni tanto ai anziani io sono una badante e mi fa piacere che qualcuno li pensa anche diversamente non sollo per la pensione che riscuotano un abracio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se adeguatamente tenuto sotto controllo con stile di vita e farmaci sì, molto a lungo.

  2. Anonimo

    Posso prendere il multicentrum di mia iniziativa? Ho superato i 70 anni e sto abbastanza bene. Grazie Distintamente Maria

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Di norma non sussistono controindicazioni in soggetti sani.

  3. Anonimo

    Salve dottore non so se sono sulla pagina giusto xò volevo chiederle cos è l interstiziopatia?gliel hanno diagnosticata da poco a mio nonno

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Può immaginare come un’infiammazione del tutto del polmone che spesso ha andamento cronico.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dipende dalla forma esatta che ha colpito suo nonno, ma purtroppo spesso non si può guarire.

  4. Anonimo

    Vorrei sapere cosa può mangiare un anziano col pt basso (1,13)quasi sempre.grazie

La sezione commenti è attualmente chiusa.