Colesterolo alto: hdl, ldl, valori, sintomi, cura e dieta

Ultimo Aggiornamento: 571 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Colesterolo

Colesterolo, la molecola (http://it.wikipedia.org/wiki/File:Cholesterol-3d.png)

Colesterolo è una delle parole mediche più familiari attualmente.

Il colesterolo è una sostanza grassa molto importante per il nostro corpo, ma in grado di diventare dannosa se presente in elevate quantità nel sangue. Questo sommario di riferimento ci aiuterà a capire cosa sia il colesterolo e come controllarne i livelli nell’organismo.

Che cos’è il colesterolo?

Il grasso che mangiamo viene assorbito nell’intestino per poi arrivare al fegato; da qui il grasso ha bisogno di essere distribuito al resto del corpo al fine di essere usato per la produzione di energia o depositato nelle cellule adipose. Il fegato converte il grasso in due tipi di lipidi:

Il colesterolo ed i trigliceridi vengono poi incorporati in strutture chiamate lipoproteine per essere distribuiti alle cellule adipose attraverso il circolo sanguigno. I tre tipi di lipoproteine sono:

  1. Lipoproteine a densità molto bassa o VLDL
  2. Lipoproteine a bassa densità o LDL
  3. Lipoproteine ad alta densità o HDL.

Il problema sorge quando delle cellule speciali catturano le LDL e ne depositano il grasso contenuto sulle pareti dei vasi sanguigni: questo processo prende il nome di aterosclerosi. Il colesterolo così depositato provoca il restringimento dei vasi e ciò può condurre ad attacchi cardiaci e ictus. Questo è il motivo per cui l’LDL è noto come colesterolo cattivo.

Le HDL invece si occupano di raccogliere il colesterolo cattivo riportarlo al fegato, questo è il motivo per cui è noto come colesterolo buono.

Un modo semplice per ricordare che l’HDL è buono è H = Help (=aiutare in inglese), poiché l’HDL aiuta a raccogliere il colesterolo cattivo e, inoltre, aiuta a prevenire infarti. E’ quindi ora chiaro il motivo per cui è necessario non solo conoscere i livelli di colesterolo totale, ma anche i livelli di HDL e LDL.

Ricordiamo infine che, poiché il colesterolo è prodotto nel fegato, si trova solo in prodotti animali e non in quelli vegetali.

Cause

Il colesterolo alto tende a essere ereditario, anche se la principale ragione degli alti livelli di colesterolo è il mangiare troppo cibo contenente grassi e colesterolo.

Burro

Burro, ricco di grassi (http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Cocoa_butter_p1410148.JPG)

Alcune persone, tuttavia, hanno problemi medici che possono aumentare i livelli di colesterolo, tali malattie includono diabete, obesità, malattie genetiche o una ghiandola tiroidea che non funziona correttamente. Anche lo stress può aumentare i livelli di colesterolo, o direttamente o perché porta a mangiare più cibi grassi e snacks.

  • I grassi che mangiamo non sono sempre gli stessi, quelli solidi a temperatura ambiente, come il grasso bianco che si trova nella carne animale o nel burro, sono i “grassi saturi”.
  • I grassi liquidi a temperatura ambiente, come l’olio d’oliva o l’olio vegetale, sono noti come “grassi insaturi”.

E’ stato dimostrato che maggiori sono le quantità di i grassi derivanti da prodotti animali che una persona mangia, più alto diventa il suo livello di colesterolo. Gli studi hanno dimostrato che mangiare grassi saturi aumenta i livelli di LDL e peggiora i problemi legati al colesterolo. Mangiare grassi insaturi determina effetti opposti.

Sintomi

Molte persone si chiedono quali siano i sintomi legati al colesterolo alto: molto spesso nessuno.

Purtroppo di norma alti livelli di colesterolo non provocano sintomi evidenti, pur predisponendo ad eventi pericolosi per la vita del paziente con infarti ed ictus.

L’unico modo per evidenziare una situazione a rischio è quindi quella di procedere regolarmente ad esami del sangue.

Diagnosi

I livelli possono essere misurati con un prelievo di sangue. I risultati dell’esame del colesterolo sono riportati come tre numeri principali:

  1. Colesterolo Totale
  2. LDL
  3. HDL

Nuovi studi e linee guida indicano che i livelli di LDL dovrebbero essere inferiori a 100 mg/dl. E’ considerato “vicino o sopra il valore ottimale” tra 100 e 129, “al limite superiore” tra 130 e 159, “alto” tra 160 e 189 e molto alto sopra a 190.

I livelli di colesterolo totale dovrebbero essere inferiori a 190. Per le persone con malattia cardiaca o ad alto rischio di malattia cardiaca, il livello dovrebbe essere inferiore a 160.
Oltre agli alti livelli di colesterolo, importanti fattori di rischio per la malattia cardiaca comprendono:

  1. Fumo,
  2. Ipertensione,
  3. Obesità,
  4. Diabete,
  5. Livelli di HDL < 35,
  6. Età: 45 o più per l’uomo, 55 o più per la donna,
  7. Donne con menopausa precoce,
  8. Storia familiare di problemi cardiaci.

La seguente tabella mostra i livelli raccomandati di Colesterolo Totale aggiornati alle nuove linee guida europee, che hanno recentemente diminuito ulteriormente i valori. Una persona che ha due o più fattori di rischio dovrebbe cercare di mantenere il livello di colesterolo al di sotto del valore borderline. Per esempio un livello di LDL superiore a 135 è considerato alto per i pazienti con malattia cardiaca.

Alto rischio Borderline Desiderabile
Colesterolo Totale Maggiore di 239 190-239 Minore di 190
LDL Maggiore di 160 100-159 Minore di 100
HDL (uomo) Minore di 35 35-39 Maggiore di 39
HDL (donna) Minore di 40 40-45 Maggiore di 45
Trigliceridi Maggiore di 200 150-200 Minore di 150

Cura e terapia

I livelli di colesterolo dovrebbero essere controllati ogni 1 o 2 anni per gli adulti sani. Se i livelli sembrano essere troppo alti allora il medico proporrà un possibile trattamento.

Dopo il trattamento vengono fatti più spesso i test per il colesterolo per essere sicuri che la cura stia funzionando: la miglior cosa che si possa fare per mantenere bassi i livelli di colesterolo è mangiare meno cibi contenenti grassi e colesterolo.

Perdere peso, controllare il diabete e correggere i problemi alla tiroide sono anch’essi passi importanti da fare per abbassare i livelli di colesterolo. Se queste opzioni di trattamento non sono sufficienti, potrebbero essere necessari i farmaci.

Le diete

I livelli di colesterolo possono essere controllati dalle seguenti quattro linee guida dietetiche.

  1. Non più del 30% delle calorie totali giornaliere deve provenire dai grassi. Ciò corrisponde a circa 66 grammi di grasso per un adulto. Per farsi un’idea, un hamburger contiene 21 grammi di grasso.
  2. Non più dell’8-10% delle calorie totali giornaliere dovrebbe provenire dai grassi saturi. Ciò corrisponde a circa 18 grammi di grasso per un adulto.
  3. Non più di 300 mg di colesterolo dovrebbe essere consumato giornalmente. Per esempio, poiché un uovo contiene 300 mg di colesterolo, ciò vuol dire che non può essere mangiato più di un uovo al giorno, altrimenti viene ingerito altro colesterolo.
  4. Non più di 2400 mg di sodio dovrebbe essere ingerito in un giorno.

Le diete funzionano meglio se le persone che le seguono fanno anche attività fisica regolarmente, specialmente se in sovrappeso. Se sei in sovrappeso e hai intenzione di fare grossi cambiamenti nella dieta, è utile parlarne con un dietologo.

Farmaci

Il meccanismo d’azione dei farmaci oggi più comuni ed efficaci si basa sul rallentamento della velocità di sintesi delle LDL ed accelerazione della distruzione delle LDL nel fegato. Questi farmaci sono chiamati statine e includono farmaci come la atorvastatina (Torvast®, Totalip®, …) e Simvastatina (Zocor®, Sivastin®, …). Gli effetti collaterali delle statine sono di solito ben tollerati ed includono disturbi di stomaco, costipazione e crampi muscolari. Raramente il prelievo di sangue mostra lievi segni di epatotossicità (danni al fegato) durante l’assunzione di statine, questo non è di solito un problema importante e regredisce con la cessazione dell’assunzione del farmaco.

Un altro effetto collaterale estremamente raro è il danno ai nervi o ai muscoli. I pazienti che notano intorpidimento, debolezza o colorazione bruna delle urine dovrebbero riportare questi sintomi al loro medico.

L’acido nicotinico, anche noto come niacina o vitamina B, può ridurre i livelli di LDL e aumentare i livelli di HDL. Deve però essere assunto in dosi molto alte e solo sotto la supervisione di un medico.

Traduzione ed integrazione a cura di Francesca Giannino


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Paolo

    TC=289
    HDL=41
    non-DHL=248
    TC/HDL=7.1
    Gentilissimo dottore… ho 38 anni faccio pochissimo sport e ho smesso di fumare da poco e soffro di ipertensione (prendo pastiglia già da diversi anni). Ipertensione e Colesterolo DONI di famiglia.
    Ormai da 3 anni i valori sono standardizzati come riportato sopra.
    Esistono realmente metodi naturali per abbassarle il colesterolo o è meglio che prenda la pastiglia? Avvolte ultimamente mi sento delle leggere aritmie 1o2 volte al giorno non so se possono centrare.
    Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se è famigliare temo che si possa fare poco, ma posso chiederle peso ed altezza?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Qui c’è ampio margine di miglioramento e, anche se magari non per sempre, al momento potrebbe permetterle di rimandare la pastiglia.

  2. martina

    Salve dottore. Ho notato che ogni volta che faccio esami del sangue il colesterolo totale è sempre più alto. Le spiego la penultima volta che ho fatto gli esami avevo colesterolo tot 231 hdl 106 e trigliceridi 131. Due giorni fa ho rifatto gli esami con risultati colesterolo tot 259 hdl 92 trigliceridi 192. Ammetto che non mangio molta frutta e verdura ma mangio molto poco e sto lontana da dolci e cibi grassi… Anzi ultimamente ho perso anche peso e non restò di certo seduta tutto il giorno anche se non faccio nessuno sport….Non so se l’ovaio policistico o la pillola possono interferire su questi valori.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Temevo un grave sovrappeso, ma evidentemente non è il suo caso; mangia molto pesce? Carne? Burro? Fritti? Frutta secca a guscio?

    2. martina

      Carne non molta perché non la digerisco, burro o.altri formaggi il meno possibile.(grana a parte), frutta secca quasi mai e pochi dolci. Diciamo che vivo di pasta ,riso e cereali tipo farro e orzo e alcune verdure.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Valuterei a questo punto con il medico se provare a sospendere per qualche mese la pillola.

  3. elena

    Ho il colesterolo a 230 il totale hl a 40 ld l a 168 clicemia a 108 sono alta 1, 68 per 54 kg di peso trigliceridi a111 cosa devo fare? Grazie

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.